Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LA REDAZIONE DEL BILANCIO - LE MATERIE, LE RIMANENZE FINALI DI MATERIE

economia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

LA REDAZIONE DEL BILANCIO


1 - LE MATERIE


LE FATTURE DA RICEVERE


IN SEDE DI REDAZIONE DEL BILANCIO NON RISULTANO ANCORA PERVENUTE FATTURE DA FORNITORI PER 1.000. IL 12/1 SONO REGISTRATE IN CONTABILITA' PER 1.100



ACQUISTI DI MATERIE



1.000



FATTURE DA RICEVERE             1.000



SOPRAVVENIENZE PASSIVE                   100


FATTURE DA

RICEVERE             1.000


IVA A CREDITO      209


FORNITORI DI MATERIE                1.309


LE RILEVAZIONI ALTERNATIVE:

CHIUSURA AL 1/1 O AL 31/12 ANNO DOPO

USO DEL CONTO ACQUISTI MATERIE


LE NOTE DI ACCREDITO DA RICEVERE


IN SEDE DI REDAZIONE DEL BILANCIO NON RISULTANO ANCORA PERVENUTE PER RESI SU ACQUISTI NOTE DI ACCREDITO DA FORNITORI PER 2.000. IL 23/1 SONO REGISTRATE IN CONTABILITA' PER 2.200





RESI SU ACQUISTI
                                  2.000

NOTE DI CREDITO
DA RICEVERE 2.000





SOPRAVVENIENZE ATTIVE                      200

FORNITORI DI BENI
                                  2.618




NOTE DI CREDITO
DA RICEVERE 2.000 IVA A CREDITO 418


LE RILEVAZIONI ALTERNATIVE:

CHIUSURA AL 1/1 O AL 31/12 ANNO DOPO

USO DEL CONTO RESI SU ACQUISTI

LE RIMANENZE FINALI DI MATERIE


SCRITTURA DI STORNO DISTINTO


31/12/95 - SI RILEVANO RIMANENZE FINALI DI MATERIE PER 400, DI MERCI PER 500


MATERIE PRIME      400

MERCI                        500



RIMANENZE FINALI DI MATERIE PRIME     400

RIMANENZE FINALI DI MERCI                       500




VARIAZIONE RIMANENZE MATERIE PRIME

RIM. FIN. 400 - RIM. INIZ. 0 = 400


IL CONSUMO DI MATERIE PRIME

ACQUISTI 4.000

RIM. FIN.        400

CONSUMO  3.600


1/1/96 - RIPRESA DEI COSTI PER RIMANENZE INIZIALI DI MATERIE PRIME E DI MERCI

RIMANENZE INIZIALI  MATERIE PRIME 400

RIMANENZE INIZIALI  MERCI 500

MATERIE  PRIME 400

MERCI                       500




31/12/96 - SI RILEVANO RIMANENZE FINALI: MATERIE PRIME PER 600, MERCI PER 100


MATERIE PRIME      600

MERCI                        100



RIMANENZE FINALI DI MATERIE  PRIME 600

RIMANENZE FINALI DI MERCI                       100




VARIAZIONE RIMANENZE MATERIE PRIME

RIM. FIN. 600 - RIM. INIZ. 400 = + 200


IL CONSUMO DI MATERIE PRIME

RIM. INIZ.       400

ACQUISTI 3.000

RIM. FIN.        600

CONSUMO  2.800


ALTERNATIVE DI RILEVAZIONE


CONCENTRARE SCRITTURE DI APERTURA E DI CHIUSURA AL 31/12

RILEVAZIONE CONTABILE DELLA VARIAZIONE DELLE RIMANENZE DI MATERIE

CRITERI DI VALUTAZIONE


ART. 2426 - N. 9): LE RIMANENZE SONO ISCRITTE AL MINORE TRA COSTO E VALORE DI REALIZZAZIONE DESUMIBILE DALL'ANDAMENTO DI MERCATO


LA NOZIONE DI COSTO

DI PRODUZIONE.....

DI ACQUISTO: COMPRENDE ANCHE GLI ONERI ACCESSORI


ART. 2426 N. 10): IL COSTO DEI BENI FUNGIBILI PUÒ ESSERE CALCOLATO CON I METODI:

MEDIA PONDERATA

LIFO

FIFO


IL COSTO DEI BENI INFUNGIBILI

ESERCIZIO 1994


DATA

Q. ACQ.

P. ACQ

V.ACQ.

Q. SC.

Q. RIM.





































TOT.








COSTO MEDIO PONDERATO



FIFO



1.340.000; COSTO UNITARIO 2.233


LIFO

200.000


1.300.000; COSTO UNITARIO 2.167





ESERCIZIO 1995


DATA



Q. ACQ.

P. ACQ

V.ACQ.

Q. SC.

Q. RIM.





































TOT.







COSTO MEDIO PONDERATO



FIFO


460.000

50 * 2.250 = 112.500

1.572.500; COSTO UNITARIO 2.419


LIFO

200.000


330.000

1.530.000; COSTO UNITARIO 2.354

LIFO A SCATTI


1° SCATTO  600 * 2.122,22 = 1.273.333 +

2° SCATTO    50 * 2.433 = 121.650 =

1.394.983

COSTO UNITARIO 2.146





Rim. finale

"Scatto"

C.M. POND.

























LA SVALUTAZIONE


E L'OBBLIGO DI RIPRISTINO QUALORA VENGANO MENO I MOTIVI



COSTO      100

VALORE DI REALIZZO           80


VALUTAZIONE                           80



COSTO                                  100

VALORE REALIZZO           110


VALUTAZIONE                     100



RIFLESSI CONTABILI:

METODO DIRETTO DI SVALUTAZIONE

METDO INDIRETTO CON USO DI FONDO SVALUTAZIONE (IMPATTO DEL RIPRISTINO)



LE RIMANENZE FINALI DI PRODOTTI


SCRITTURA DI STORNO INDISTINTO


31/12/95 - SI RILEVANO RIMANENZE FINALI DI PRODOTTI FINITI PER 700, DI PRODOTTI IN CORSO DI LAVORAZIONE PER 50


PRODOTTI FINITI    700

PRODOTTI IN LAV.   50



RIMANENZE FINALI DI PRODOTTI                700

RIMANENZE FINALI DI PRODOTTI IN LAV.   50




CONTABILMENTE SI SEGUONO LE STESSE REGOLE OSSERVATE PER LE MATERIE


IL CALCOLO DEL COSTO DI PRODOTTO


ART. 2426 - N.1)

IL COSTO DI PRODUZIONE COMPRENDE TUTTI GLI ONERI DIRETTI..


materie            5KG * 3.000 L./KG = 15.000 +

manodopera  2H * 28.000 L./H = 56.000 +

servizi esterni 8.000/pezzo = 8.000 +

totale costi diretti unitari                    = 79.000


...E PUÒ COMPRENDERE UNA QUOTA "RAGIONEVOLMENTE" IMPUTABILE DI COSTI INDIRETTI


DOCUMENTO  N. 13 - PRINCIPI CONTABILI CNDC-CNR

ESCLUSIONE DI COSTI INDIRETTI

AMMINISTRATIVI

COMMERCIALI

RICERCA E SVILUPPO

STRAORDINARI

ONERI FINANZIARI (con eccezioni)


Quindi devono essere inclusi come costi indiretti solo quelli industriali


Ammortamenti                  = 10.000.000

Manutenzioni                    = 2.000.000

Manodopera indiretta       = 4.000.000

= 16.000.000


da ripartire tra i diversi prodotti secondo una base


la scelta della base deve spiegare come ogni tipo di prodotti "consuma" i costi indiretti industriali


calcolo coefficiente imputazione: quante lire di costi indiretti per una unità della base


totale costi indiretti (16.000.000)

totale base                   (500 ore lavoro diretto)


32.000 L/h da moltiplicare per

200 ore dedicate ad A

300 ore dedicate a B


ore di manodopera diretta quale base unica più utilizzata (ridotto uso basi multiple)

LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE


REQUISITI:

ESISTENZA CONTRATTO DI VENDITA CON PREZZO DEFINITO (E CLAUSOLE VARIE)



DURATA ULTRANNUALE


CRITERI DI VALUTAZIONE


CONTRATTO COMPLETATO (AL COSTO)

VALUTAZIONE IN BASE A COSTI SPECIFICI

(SCHEDA DI COMMESSA)

USATO IN INCERTEZZA E DIFFICOLTÀ QUANTIFICARE

PERCENTUALE DI COMPLETAMENTO


VALUTAZIONE IN BASE ALLA QUOTA DI RICAVO MATURATA NELL'ESERCIZIO


USATO QUANDO DATI SONO SICURI, CONTRATTO E' IRREVOCABILE, ECC.

ESEMPIO COSTRUZIONE NAVE


COMMESSA PER NAVE BULK-CARRIER; PREZZO PATTUITO 120.000; COSTI PREVISTI 80.000. DURATA COMMESSA TRE ANNI.

AL 1° ANNO COSTI SOSTENUTI 20.000;  VALUT. 1° = 20.000

VALUT. 2° = (20.000/80.000) * 120.000 = 30.000

AL 2° ANNO COSTI SOSTENUTI 50.000;

VALUT. 1° = 50.000

VALUT. 2° = (50.000/80.000) * 120.000 = 75.000


AL 3° ANNO COSTI SOSTENUTI 80.000; RICAVO 120.000

VALUT. 1° e 2° = 0


EFFETTI SU CONTO ECONOMICO


DETERMINAZIONE STATO AVANZAMENTO

COSTO SOSTENUTO

ORE LAVORATE

MISURAZIONI FISICHE


COMPETENZA CONTRO PRUDENZA

RILEVAZIONI CONTABILI


VEDI MATERIE E PRODOTTI FINITI


DISPOSIZIONI CIVILISTICHE


FACOLTÀ VALUTARE LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE SULLA BASE DEI CORRISPETTIVI MATURATI CON RAGIONEVOLE CERTEZZA (ART. 2426, 11)


PRINCIPI CONTABILI DANNO OBBLIGO


DISPOSIZIONI FISCALI


REGOLA GENERALE = METODO 2° (ART. 60 D.P.R. 917/86); ECCEZIONE METODO 1°


RIDUZIONE PER RISCHIO CONTRATTUALE 2% (4% SE ESEGUITI ALL'ESTERO)


MAGGIORAZIONI DI PREZZO IN BASE A LEGGE O CONTRATTO PERLOMENO FINO AL 50%


ALLEGARE PROSPETTO DI SINGOLE COMMESSE


IMPATTO SUL CONTO ECONOMICO

DEI DUE DIVERSI METODI



1° anno

"completato"

"% completamento"

Rim. Iniz.



Costi di es.



Rim. Finali



Margine




2° anno

"completato"

"% completamento"

Rim. Iniz.



Costi di es.



Rim. Finali



Margine




3° anno

"completato"

"% completamento"

Rim. Iniz.



Costi di es.



Ricavo ven



Margine




IL FRONTEGGIAMENTO DEI RISCHI


1. LA COPERTURA ESTERNA: RINVIO


2. LA COPERTURA INTERNA


RISCHIO DI COMPETENZA

RISCHIO PROBABILE

RISCHIO QUANTIFICABILE


SCRITTURA DI INTEGRAZIONE


I RISCHI SU CREDITI


31/12 - LE PERDITE PRESUNTE SU CREDITI AMMONTANO A 200


ACCANTONAMENTO RISCHI CREDITI   200



FONDO SVALUTAZ. CREDITI                 200



IL 5/11 DELL'ESERCIZIO SUCCESSIVO UN CREDITO DI 400 E' INCASSATO PER 320. LA QUOTA RESTANTE E' DA CONSIDERARSI INESIGIBILE


PERDITE SU CREDITI

80


BANCA C/C             320

CREDITI                  400



UTILIZZO FONDO SVAL. CREDITI       80

FONDO SVALUTAZ. CREDITI                    80




RILEVAZIONE ALTERNATIVA SENZA EVIDENZA DELL'UTILIZZO FONDI


DISCIPLINA CIVILISTICA


VALUTAZIONE IN BASE AL GRADO DI PRESUMIBILE REALIZZO (ART. 2426/8)


DISCIPLINA FISCALE


MASSIMO ACCANTONAMENTO DEDUCIBILE

0,5% MASSA CREDITI COMMERCIALI

FINCHE' FONDO RAGGIUNGE 5% CREDITI


PERDITE SONO DEDUCIBILI PER LA PARTE NON COPERTA DAL FONDO (ART.71 D.P.R. 917/86)



ESEMPIO: CREDITI = 1.000

ACCANTONAMENTO 5

A.           54 = RIPRESA 4 + 5

B.           48 = RIPRESA 3

C.           44 = RIPRESA 0


ALTRI FONDI RISCHI


CONTENZIOSO: TRIBUTARIO, CIVILE


GARANZIA PRODOTTI


OSCILLAZIONE CAMBI











Privacy

Articolo informazione


Hits: 3898
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020