Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LE OPTIONS

finanze


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

LE OPTIONS

È un contratto avente come oggetto un bene reale o un' attività finanziaria,in cui, il writer resta vincolato alla propria dichiarazione, mentre l'holder ha la facoltà di accettarla o meno entro o a un termine prestabilito;quindi consente di acquistare o vendere una determinata attività a un determinato prezzo(strike price) e in una data prestabilita. il mercato delle options si è sviluppato in america circa nel 73; vi sono diverse tipologie di options:

Stock options: la cui attività sottostante sono azioni emesse da società importanti quotate in borsa

Index options: che è legata all'andamen 838c28i to del mercato mobiliare(standard and poor's100) dove si ha la possibilità di beneficare del rialzo o puntare al ribasso di valori mobiliari senza dover costituire un portafoglio

Bond options: si tratta di compravendite a termine con il meccanismo dell'opzione,di titoli di stato



Altre options: in cui confluiscono tutti gli altri tipi di options;in europa si sono sviluppati maggiormente le opzioni sui cambi e sui contratti futures

Opzioni esotiche: si differenziano da quelle standard perché hanno la presenza di clausole aggiuntive

Il mercato di riferimento è,nonostante la creazione del MTO, il Liffe di Londra.

Un'opzione call:è un contratto sulla base del quale, a fronte del pagamento di un premio proporzionato all'ammontare nominale di riferimento, l'acquirente ha la facoltà di acquistare a o entro una data stabilita, l'ammontare stabilito ad un prezzo predeterminato; chi acquista un'opzione di questo tipo,spera  in un successivo rialzo del prezzo dell'attività sottostante

Un'opzione put: offre all'acquirente,dietro pagamento di un premio,di cedere al venditore,a o entro una certa data, l'attività stabilita a un prezzo prefissato. chi acquista un'opzione di questo tipo,si assicura da un eventuale ribasso del prezzo dell'attività sottostante

Questi due tipi di opzioni possono essere definite, a seconda dei casi,come:    X= strike price S= spot price

out of the money CALL= X > S PUT= X < S

at the money CALL= X = S PUT= X = S

in the money CALL= X < S PUT= X > S

il prezzo di un opzione è costituito da due componenti:

valore intrinseco: è il valore economico se viene esercitata immediatamente e si trovi "in the money"; lo si può rappresentare considerando per le opzioni call un valore pari a [0, S-X] e per le put un valore pari a [0, X-S];

valore temporale: esso è funzione della probabilità che il valore intrinseco della stessa aumenti prima della scadenza : è massimo quando l'opzione è at the money, si avvicina allo zero quando è deep in the money (il prezzo di mercato è molto distante da quello d'esercizio); esso si riduce con l'avvicinarsi della scadenza.

Quindi,considerando un'opzione call, si avrà che se

X > S il compratore dell'opzione subisce una perdita pari al premio pagato

X + premio = S il compratore raggiunge il punto di pareggio:la perdita massima è pari al premio pagato

X + premio < S il compratore ottiene un profitto pari alla differenza tra valore intrinseco e il premio

Opzioni americane: possono essere esercitate in ogni momento prima della scadenza(Nel caso di calls e puts,vi è una forte correlazione tra valore e vita residua delle opzioni); per questo, le opzioni con vita maggiore devono valere almeno quanto quelle in scadenza o con vita residua inferiore

Opzioni europee: possono essere esercitate solo alla scadenza e quindi non si può associare il valore al crescere della vita residua della stessa.

Le finalità delle options le possiamo riassumere in:

protettiva o di hedging: consente di assumere posizioni di segno contrario, rispetto a quelle detenute in portafoglio, al fine di proteggersi da eventuali variazioni dei corsi(potenzialità molto elevate soprattutto in periodi di incertezza, poiché permette di fissare prima il prezzo al quale comprare/vendere l'attività finanz)

speculativa:volta a trarre dei vantaggi su base di previsioni circa l'andamento dei corsi, senza dover realmente scambiare il bene sottostante e con la certezza che la massima perdita che si potrebbe avere è pari al premio corrisposto alla stipula del contratto;    questa finalità la si può riferire sia al conseguimento di un guadagno in conto capitale sull'opzione stessa(possibilità dei traders di Chicago di poter vendere anticipatamente la propria option ad un prezzo più alto prima della scadenza), sia all'effetto leverage della stessa(possibilità di assumere posizioni superiori rispetto alle reali possibilità finanziare in quanto il premio da corrispondere alla stipula del contratto è solo una piccola percentuale del controvalore del bene sottostante). 3. arbitraggio

il valore finale di un'option, di tipo europea, è pari :

nel caso di una Call: considerando S>X, sarà pari a max[0, S-X] per chi compra e min[0, X-S] per chi vende

nel caso di una Put: considerando X<S, sarà pari a max[0, X-S] per chi compra e min[0, S-X] per chi vende

il valore teorico o il pricing del premio è funzione di diverse variabili:

prezzo d'esercizio: è il fattore che influisce maggiormente; tanto più è elevato il prezzo d' esercizio, tanto minore sarà la possibilità che si realizzino le condizioni di convenienza ↓ call  ↑ put



prezzo di mercato: considerando le stesse motivazioni di sopra ↑ call ↓ put

durata del contratto: quanto più è lontana la scadenza, tanto più elevato sarà il premio in quanto è maggiore la possibilità che si delineano le attese dell'acquirente ↑ call  ↑ put

tassi d'interesse: si può spiegare considerando l'effetto leva e il costo-opportunità implicito nelle option: pagare subito o impiegare solo una frazione destinando il resto in altre attività ↑ call ↓ put

volatilità: si deve considerare la capacità di attenuare il rischio finanziario ↑ call ↑ put

per calcolare questo valore teorico(prima della scadenza!)si possono utilizzare due metodi:considerando un "titolo protetto" e un mercato ideale in cui non esistono tasse,costi di transazione, rischio di insolvenza, etc etc.:

black & scholes: con cui è possibili calcolare il prezzo teorico senza fare affidamento sui prezzi attesi futuri.

binomiale: supera alcuni limiti del precedente(durata media finanziaria rettificata, convessità) e quindi si può calcolare più accuratamente il valore delle opzioni su titolo a tasso fisso.

Vi sono poi diverse tipi di options applicate sui tassi d'interesse negoziati sui mercati finanziari:

interest rate cap: un accordo bilaterale in base al quale,l'acquirente ha il diritto di ricevere dal venditore, per tutta la durata del contratto e a scadenza prestabilite, la differenza(solo se positiva) tra un tasso variabile di riferimento prescelto e un tasso fisso prefissato contro il pagamento di un premio rapportato ad un ammontare nominale di riferimento; chi compra un cap ha il vantaggio di poter predeterminare il livello massimo del costo di finanziamento , mentre chi vende spera che non si verifichi un indesiderato aumento dei tassi tale da far perdere tutto il guadagno pervenuto dall'incasso del premio.

interest rate floor: un accordo in cui l'acquirente,contro pagamento di un premio, ha il diritto di ricevere, per tutta la durata del contratto e a scadenze prestabilite, la differenza(se positiva) tra il tasso prefissato e il tasso variabile. Il venditore, paga nel momento in cui il tasso variabile scende al di sotto di quello predeterminato. Questo tipo di option, assicura all'acquirente una protezione contro un ribasso dei tassi consentendo di ottenere un rendimento minimo dagli impeghi effettuati; chi vende,nutre delle aspettative di rialzo dei tassi

interest rate collar: un accordo in cui l'acquirente, dietro pagamento di un premio, si assicura una banda di oscillazione del parametro variabile della sua passività limitata dal tasso massimo e minimo prefissati: questa opzione è data dalla combinazione delle precedenti varianti infatti il premio pagato è la differenza tra il premio pagato per il cap e quello incassato dal floor; in questo caso, l'acquirente desidera proteggere una passività, a tasso variabile, da un rialzo dei tassi al di sopra di quello minimo prefissato rinunciando al ricavo che avrebbe si i tassi superassero il tasso massimo prefissato. Speculare sarà per il venditore.

Se tasso variabile prescelto > tasso fisso max l'acquirente riceve il differenziale tra tasso variabile e fisso

Se tasso variabile prescelto < tasso fisso min l'acquirente dovrà pagare il differenziale tra fisso e variabile.

Se tasso fisso min < tasso variabile prescelto < tasso fisso max il differenziale è pari a zero

Quindi, l'acquirente si trova con una passività a tasso variabile con un tasso passivo massimo corrispondente al cap rate e un tasso passivo minimo pari al floor rate; se il tasso d'interesse si trova tra i due strike rates, non ha luogo nessun pagamento.






Privacy




Articolo informazione


Hits: 2266
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2023