Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

DUVERGER E IL PRESIDENZIALISMO ALLA FRANCESE

politica




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

DUVERGER E IL PRESIDENZIALISMO ALLA FRANCESE





Duverger ha influenzato significativamente gli argomenti culturali del suo paese durante un periodo storico agitato da notevoli tensioni politico-costituzionali.

Secondo la sua opinione il male storico della Francia (che il governo scaturito dalla resistenza non aveva eliminato) era quello della molteplic 414j98e ità dei partiti politici. Sotto accusa è principalmente il sistema elettorale proporzionale che con lo scrutinio di lista determinava una frantumazione della rappresentanza  politica costringendo i partiti a stipulare alleanze artificiose in cui sono i partiti più piccoli, spesso, a risultare determinanti per la stabilità di un governo.

L'espediente degli apparantamenti voluto dalla modifica elettorale per le elezioni del 1951 non ebbe molto successo: una serie di situazioni negative contingenti gettarono la Francia in una profonda crisi politica, un caos istituzionale col rischio di golpe militari.




Perciò venne richiamato De Grulle con pieni poteri.

Il regime scaturito dalla Costituzione del 1946 era ancora di tipo parlamentare, con De grulle al comando si poteva sperare di riuscire finalmente ad arrivare ad un regime di tipo presidenziale forte, con un Capo dello Stato eletto finalmente dal popolo e un primo ministro scelto dal Presidente della Repubblica e quindi non più soggetto al ricatto dei partiti.

A favore di questa prospettiva giocava la legge maggioritaria a due turni secondo la quale sarebbero risultati eletti al primo turno i candidati che avessero ottenuto la maggioranza assoluta dei voti, mentre per superare il secondo turno bisognava vincere il ballottaggio tra i due candidati che fossero risultati più votati. Il presidente avrebbe poi proceduto a nominare Primo Ministro il leader della coalizione vincente.

Questo avrebbe permesso la riduzione del numero dei partiti poiché, ai fini della vittoria finale, diventava essenziale una alleanza strategica (le coalizioni, appunto).

Ovviamente con ciò si sarebbe arrivati ad ottenere dei governi più stabili.

Tuttavia la strada verso il presidenzialismo non fu facile anche perché sopravvivevano pregiudizi arcaici nei suoi confronti (paragonato addirittura al bonapartismo in cui un leader che vuole riservare al paese un ruolo di potenza finisce per attuare un regime personale, paragone tra l'altro supportato anche dal gollismo il cui autoritarismo dimostrava come il sistema presidenziale potesse davvero degenerare in una novella forma di bonapartismo).



Si parlò perciò di monarchie republicaine, forma contemporanea di repubblica nei paesi economicamente e democraticamente più sviluppati.

A questo punto il presidenzialismo presentava però una duplice natura democratica e monocromatica: democratica poiché tramite le elezioni il potere proveniva dal popolo, le cariche erano temporanee e soggette ai limiti imposti dalla Costituzione; monocromatica invece perché il potere era principalmente concentrato nelle mani di un solo uomo.

Il presidenzialismo francese poteva essere considerato come un modello originale rispetto a quello americano o  allo stesso modello maggioritario britannico. Esso è sostanzialmente un modello politico intermedio perché il Capo dello Stato è sì eletto dal popolo ma contemporaneamente è presente sulla stessa scena un primo ministro distinto dal Capo dello Stato, il ché da vita ad una coabitazione talvolta anche difficile quando gli orientamenti della maggioranza rappresentati appunto dal Primo Ministro sono diversi da quelli del Presidente.

Se ne conclude che l'originalità del sistema francese dipende dalla possibilità di scegliere tra un presidenzialismo forte in cui il Capo dello Stato dispone della maggioranza parlamentare e di un presidenzialismo debole con un Presidente che non dispone della maggioranza parlamentare e dove la separazione dei poteri, soprattutto tra esecutivo e prerogative parlamentari, è molto più marcata che nel primo caso.






Privacy




Articolo informazione


Hits: 1190
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2021