Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

L'imposta e le sue classificazioni - Gli elementi dell'imposta

finanze




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

L'imposta e le sue classificazioni

Gli elementi dell'imposta

  • Soggetti: attivo: lo stato; passivo: i contribuenti
  • Presupposto d'imposta: obbligo di pagare l'imposta
  • Aliquota: percentuale applicata all'imponibile
  • Fonte dell'imposta: la ricchezza utilizzata per pagare la stessa (reddito del contribuente)

Capacità contributiva: è la possibilità nel contribuente di pagare l'imposta


Imposte dirette e imposte indirette

Le imposte dirette colpiscono le manifestazioni immediate della capacità contributiva (reddito e patrimonio).IRPEF IRES

Le imposte indirette colpiscono le manifestazioni mediate (consumi, trasferimenti, scambi) che consentono di desumere l'esistenza di un reddito o di un patrimonio.IVA DAZI DOGANALI




Vantaggi imposte dirette:

  • Esentare dal pagamento chi ha redditi minimi
  • Aumentano l'aliquota all'aumentare del reddito
  • Strumento anti-inflazionistico (l'aumento delle aliquote diminuisce il 444e49e volume di moneta in circolo quindi abbassa l'inflazione)

Vantaggi imposte indirette:

  • Notevole gettito tributario e pericolo di evasione basso
  • Possono essere variate con flessibilità
  • Non scoraggiano gli investimenti produttivi

Imposte reali e imposte personali

Sono reali le imposte che non tengono conto delle condizioni personali, economiche e sociali del contribuente, le imposte personali invece ne tengono conto.


Imposte generali e imposte speciali

L'imposta diretta:

  • Generale: colpisce tutti i redditi del contribuente
  • Speciale: colpisce solo alcuni redditi o settori produttivi (ICI)

L'imposta indiretta:

  • Generale: colpisce nella stessa misura tutti i settori produttivi
  • Speciale: colpisce solo alcuni settori

Imposte proporzionali, progressive e regressive

  • Proporzionale: l'aliquota è costante, e cioè l'ammontare dell'imposta aumenta nella stessa proporzione dell'imponibile
  • Progressiva: l'ammontare dell'imposta aumenta in misura più che proporzionale all'aumentare dell'imponibile
  • Regressiva: l'ammontare dell'imposta aumenta in modo meno che proporzionale al crescere dell'imponibile
  • Marginale: rapporto tra incremento dell'imposta e incremento dell'imponibile

Forme tecniche di progressività

  • Per classi: a tutto il reddito del contribuente viene applicata l'aliquota corrispondente alla classe (colpisce in maniera elevata i redditi che superano di poco la classe inferiore)
  • Per scaglioni: al reddito si applicano le aliquote previste per i diversi scaglioni nei quali il reddito si divide
  • Per detrazione: l'aliquota è costante ma si applica una detrazione sugli scaglioni
  • Progressività continua: l'aliquota cresce gradualmente ad ogni minimo incremento dell'imponibile (abbandonato perché troppo complicato il calcolo)

Le imposte dirette sul reddito

Prevalgono le imposte sul reddito perché esso è facile da determinare.

  • Reddito come prodotto: è il reddito netto che il soggetto percepisce per aver partecipato ad un'attività produttiva (difficile da determinare perché non si basa su elementi oggettivi, es ammortamenti o cicli produttivi ancora in corso)
  • Reddito come entrata: reddito prodotto + incrementi - decrementi del patrimonio
  • Reddito come consumo: solo quella parte di reddito che viene consumata e non quella che viene risparmiata.

Reddito effettivo: effettivamente realizzato in un periodo di tempo

Reddito normale: valore medio dei redditi in una serie successiva di anni


Le imposte indirette

  • Elastiche: all'aumentare del reddito nazionale automaticamente realizzano entrate crescenti senza bisogno di nuovi accertamenti
  • Divisibili: i contribuenti pagano all'atto dell'acquisto

Le imposte generali sugli scambi: sono imposte indirette che colpiscono gli scambi di beni e servizi tra produttori, commercianti e consumatori (IVA)

Vantaggi: gettito elevato, combattono l'inflazione


Le imposte generali sui consumi: colpiscono il reddito nel momento in cui viene speso e sono speciali solo per alcuni prodotti (tassa sul macinato, sul sale)


Le imposte sui trasferimenti: colpiscono gli atti di trasmissione di proprietà (imposte di registro e di bollo


Dazi doganali: al momento che una merce entra, esce o attraversa il territorio nazionale


Principi giuridici e amministrativi delle imposte

I principi giuridici delle imposte

Le imposte devono essere ripartite in modo da rispettare la giustizia tributaria

  • Solidarietà economica e sociale: ogni cittadino che ha come obbiettivo il conseguimento del bene comune è tenuto al pagamento delle imposte
  • Riserva di legge: nuove tasse solo se lo dice la legge, anche gli enti locali possono imporre nuove imposte
  • Capacità contributiva: imposte in relazione alla propria capacità contributiva

Il principio della generalità dell'imposta

Tutti coloro che beneficiano dei servizi pubblici sono tenuti al pagamento dell'imposta, anche i cittadini stranieri residenti


Deroghe: esenzioni temporanee, esenzioni permanenti ai redditi minimi


Il principio dell'uniformità dell'imposta

Il carico tributario deve essere ripartito in modo che il sacrificio supportato sia equamente distribuito (capacità contributiva)


Principi amministrativi delle imposte

  • Giustizia: in relazione al reddito di cui godono
  • Certezza: imposta certa e arbitraria
  • Comodità: riscossa nel tempo e nel modo migliore per il contribuente
  • Economicità: spese di accertamento e riscossione ridotte al minimo

L'autotassazione

Il contribuente dichiara i suoi redditi e provvede al pagamento immediato dell'imposta

Si basa su un rapporto di fiducia tra lo stato e i contribuenti




La ripartizione dell'onere delle imposte

Il principio del sacrificio

  • Uguale: il sacrificio sia uguale a quello di tutti gli altri contribuenti
  • Proporzionale: ciascuno sopporti la stessa proporzione di sacrificio
  • Minimo: pagano solo i redditi alti perché hanno meno sacrificio

Difficile da attuare perché il sacrificio come l'utilità non si può misurare


La teoria della capacità contributiva

Le imposte vanno ripartite in base al reddito e al patrimonio



Principi tributari conseguenti:

  • Esenzione dei redditi minimi
  • Discriminazione qualitativa dei redditi
  • Considerazione delle condizioni personali del contribuente
  • Imposta progressiva

La discriminazione quantitativa e qualitativa dei redditi

  • Quantitativa: a seconda del loro ammontare
  • Qualitativa: a seconda della loro natura (lavoro o patrimoniali) la differenza delle aliquote e con imposte straordinarie sul patrimonio

La pressione fiscale

Pressione tributaria: somma dei tributi / reddito nazionale

Pressione sociale: somma contributi sociali / reddito nazionale

Pressione fiscale: pt + ps / reddito nazionale

Pressione finanziaria: spesa pubblica / reddito nazionale


I valori limite della pressione fiscale

Effetti negativi del troppo aumento della pressione fiscale:

  • Diminuire la produzione
  • Inflazione per troppa spesa pubblica
  • Diminuzione del reddito dei contribuenti
  • Meno investimenti
  • Emigrazione di capitali all'estero
  • Evasione delle imposte

Curva di Laffer

Aliquota ottimale per avere il massimo gettito tributario

Economia dell'offerta: basta abbassare le imposte per aumentare il gettito tributario


Il drenaggio fiscale

Se aumenta l'inflazione aumenta anche il valore nominare dei redditi che passano ad uno scaglione  più elevato e quindi pagano più imposte mentre il valore reale del denaro resta uguale.


Gli effetti economici delle imposte

Evasione fiscale: comportamento illecito col quale il contribuente si sottrae al pagamento dell'imposta (dipende dal livello delle imposte e dal rischio di sanzioni)

Erosione: il tributo non viene pagato per effetto di norme che riconoscono riduzioni dell'imponibile o dell'imposta

Elisione: il contribuente aumenta la propria attività per evitare una riduzione del suo reddito e far così fronte all'onere dell'imposta

Elusione: il contribuente diminuisce la propria attività produttiva per pagare meno imposte o sfrutta i difetti della legislazione sempre per pagare meno imposte

Traslazione: dal venditore al compratore (se il prezzo dei beni può essere aumentato), e può riguardare anche beni diversi


Regime di mercato

Tipo di imposta ed effetti

CONCORRENZA PERFETTA

Imposta generale : non si trasferisce

Imposta speciale: si può trasferire e la traslazione dipende da: elasticità della domanda, costi di produzione, mobilità dei capitali

MONOPOLIO

Imposta di ammontare fisso: non si trasferisce

Imposta proporzionale alla quantità prodotta: si può trasferire

Imposta proporzionale al profitto: non si trasferisce

Imposta progressiva rispetto al profitto: si può trasferire







Privacy

Articolo informazione


Hits: 8426
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020