Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Il commercio elettronico del 2010: lo standard SEC -Secure Electronic Transaction

economia



Alcune stime fissano a 600 miliardi di dollari la misura del mercato del commercio elettronico del 2000

Il commercio elettronico del 2000:
lo standard SEC -Secure Electronic Transaction


Lo standard secure electronic transaction permetterà di effettuare in tutta sicurezza le transazioni, usando tecniche di criptazione di Bernard Ovink Visa International


(Ndr: Riprendiamo questo articolo dal mensile Bancaforte di gennaio-febbraio 1997)

La velocità dei cambiamenti nelle tecnologie della comunicazione e dell'informazione ha quasi sempre colto di sorpresa gli addetti del settore.

Poco più di cento anni fa, il telefono era appena stato inventato e già veniva accantonato dall'importante compagnia dei telegrafi Western Union, che sosteneva: " Questo telefono ha troppi difetti per essere considerato un mezzo di comunicazione". Nel solo 1994, gli italiani hanno passato al telefono un totale di 1,3 milioni di giorni, parlando con gente di altri paesi.

Meno di 70 anni fa, il capo di uno dei più importanti studi cinematografici di tutti i tempi, H.M.Warner della Warner Brothers, non vedeva alcun futuro per il cinema sonoro. "Chi vorrà mai sentir parlare gli attori?", domandava. Il cinema e più tardi la sua derivazione su piccolo schermo, la televisione, sono stati da allora le forme preferite di intrattenimento in tutto il mondo.



Nel 1943, l'allora presidente dell'Ibm fece forse la previsione tecnologica più sbagliata del secolo: "Penso che esista un mercato mondiale tutt'al più per cinque computer", dichiarò Thomas Watson. Non solo i computer si possono trovare nella maggior parte degli uffici ed in molte abitazioni, ma il cuore di un computer, il microprocessore, è contenuto praticamente in ogni apparecchio elettronico domestico, dai frigoriferi agli impianti centralizzati, dalle automobili alle cucine.

Tutti questi progressi tecnologici sono diventati parte integrante della vita di tutti i giorni.

Quello che era inimmaginabile è diventato di uso comune, e ciò che sta avvenendo oggi è ancora più straordinario. I distinti elementi delle precedenti rivoluzioni tecnologiche si stanno combinando fra loro ad una velocità sorprendente, dando luogo a nuovi modi di fare affari e di assolvere ad incombenze quotidiane, come fare acquisti o pagare forme di intrattenimento.

Ma questa volta i settori interessati dai cambiamenti - e quello bancario è uno dei più importanti - non solo sono pronti ad accoglierli, ma li stanno attivamente anticipando. Questi settori capiscono perché i cambiamenti stanno avendo luogo. Vediamo computer potenti ed economici collegati a veloci e convenienti sistemi di telecomunicazione. Questa combinazione sta già creando nuove industrie, indebolendone altre e promettendo di creare nuovi mercati per le banche, i consumatori e gli esercenti.

Il commercio elettronico
La tecnologia consentirà a milioni di persone di acquistare e vendere un gran numero di informazioni elettroniche, quasi all'istante, oltre i confini nazionali e i fusi orari. Questo processo, noto come commercio elettronico, avrà luogo su reti aperte di computer, come Internet, o su sistemi privati, come CompuServe. Le informazioni da acquisire e da vendere saranno prodotti che possono essere digitalizzati, come film, programmi di computer, servizi finanziari e biglietti teatrali e aerei. Quasi ogni cosa che può essere stampata o filmata può essere elaborata numericamente.

Il commercio elettronico riunisce l'elettronica di consumo, i computer, la tecnologia dell'informazione, i media, i settori dell'editoria e dell'intrattenimento in un'unica industria interattiva multimediale. E tutto questo sta accadendo adesso.

La tecnologia già esiste e sta diventando sempre più diffusa. Oltre un terzo delle famiglie americane possiede un personal computer (PC) ed anche in Europa i possessori di PC rappresentano circa la stessa percentuale. Ogni anno il numero di PC per uso privato è in aumento: le vendite dei PC sono di gran lunga superiori a quelle dei televisori, quando si ponga a confronto l'attuale fase di evoluzione dei computer con quella corrispondente nell'evoluzione del mezzo televisivo. Collegato a un modem, un PC apre la porta al commercio elettronico e già decine di milioni di persone possiedono ed utilizzano i modem. Altri dispositivi di accesso intelligenti che possono essere utilizzati per gestire il commercio elettronico sono in corso di sperimentazione o in via di sviluppo. I televisori intelligenti collegati via cavo già esistono, e così pure i telefoni intelligenti, come il sistema francese Minitel. Di recente sono stati lanciati i Personal Digital Assistants, piccole agende elettroniche ideate appositamente per accedere alle reti di computer.

Le infrastrutture e la tecnologia di base necessarie per il commercio elettronico già esistono, quindi può sembrare strano che, nel 1995, nel commercio elettronico siano stati spesi solo 200 milioni di dollari utilizzando carte di pagamento come Visa. In teoria, tutto quello che un consumatore deve fare per effettuare un'operazione di commercio elettronico è collegarsi alla pagina elettronica di un esercente o ad una delle reti di computer, esaminare tutte le opzioni possibili, fare la scelta e premere un tasto. Finora, sono pochi coloro che lo hanno fatto, in quanto le banche e le organizzazioni di carte di pagamento, come Visa, sono state molto caute riguardo alla sicurezza delle transazioni di pagamento effettuate su reti aperte.

Le transazioni via commercio elettronico differiscono radicalmente dalle transazioni effettuate mediante carte di pagamento, come ad esempio Visa electron. In queste ultime, le informazioni sulla carta e l'autorizzazione per il pagamento vengono inviate, tramite il terminale dell'esercente, sia alla banca dell'esercente stesso che a quella del titolare di carta attraverso VisaNet, la rete privata di computer e telecomunicazioni di Visa International. Non è possibile alcun accesso non autorizzato e la rete stessa è protetta dai pirati informatici, così che non è necessario proteggere i dati. Una transazione via commercio elettronico avviene su una rete aperta, che, per definizione, consente un accesso pubblico illimitato. Chi possiede un impianto adeguato e la necessaria abilità tecnica può appropriarsi dei dati della transazione e falsificarli o copiarli. Le possibilità di frode sono troppo grandi per consigliare l'utilizzo di carte di pagamento su reti aperte.

Lo standard di sicurezza Set
Perché il commercio elettronico sia utilizzato, i dati della singola transazione devono essere protetti, ed è esattamente quello che Visa e i suoi partner hanno realizzato attraverso Secure Electronic Transactions (Set). Questo standard di sicurezza verifica l'identità degli acquirenti e dei venditori, garantisce che gli acquirenti ricevano i beni e i servizi e che gli esercenti ricevano il loro pagamento, ed impedisce a chi non è autorizzato di ottenere l'accesso ai dati della transazione. La specifica set opera tramite chiavi o codici elettronici. A chiunque voglia effettuare una transazione vengono fornite due chiavi, una privata e una pubblica. Le chiavi pubbliche sono memorizzate in archivi elettronici e possono essere utilizzate da tutti, mentre le chiavi private sono custodite in via riservata da ogni utente. Un messaggio criptato con una chiave pubblica può essere decifrato solamente dalla sua chiave privata corrispondente. Per portare a termine una transazione, il consumatore blocca o cripta il messaggio della transazione con la chiave pubblica dell'esercente che lo decifra con la chiave privata. La crittografia utilizzata rende il messaggio troppo complicato per i pirati informatici perché si possano preoccupare di decifrarlo anche se lo intercettassero.

Visa ha reso la specifica set universalmente disponibile per garantire che tutte le parti operanti nel commercio elettronico utilizzino gli stessi standard. Una volta che la specifica sarà stata pienamente collaudata, tutti i sistemi di pagamento , i progettisti di software, le istituzioni finanziarie e i produttori di hardware saranno liberi di utilizzarla. Standard fra loro concorrenti creerebbero una limitazione per i consumatori: risulterebbe infatti estremamente ridotto l'interesse del consumatore ad effettuare acquisti elettronici se un esercente non accettasse la sua carta di pagamento elettronica, perché basata su standard di sicurezza diversi dai propri. Con la specifica set operativa, il commercio elettronico può cominciare a realizzare il suo potenziale. Alcune stime fissano la misura del mercato del commercio elettronico entro il 2000 a 600 miliardi di dollari. Analisti più cauti prevedono che entro i prossimi sei anni verranno spesi almeno 4 miliardi di dollari attraverso la spesa elettronica. Set non è solo una specifica, è un esempio del tipo di alleanza strategica necessaria per sviluppare il commercio elettronico.

L'antesignano di set è stato progettato in collaborazione tra Visa e Microsoft, il gigante del software. Pochi anni fa sarebbe stato impensabile unire le differenti capacità e gli stili commerciali di due organizzazioni completamente diverse, una società di servizi finanziari al servizio delle banche che la possiedono, ed una società di computer. Accordi di questo tipo, che creano nuovi prodotti e servizi ed espandono il mercato ed il potenziale commerciale di tutte le parti in causa, oggi stanno diventando una pratica usuale. In altre aree del nuovo settore multimediale, Ibm, Apple e Motorola hanno lavorato insieme per sviluppare il microprocessore Power PC 601, che rende più facile di quanto non lo sia mai stata la comunicazione fra piccole aziende e sistemi di personal computer. Analogamente, British Telecom, Mci e News Corporation si sono unite per creare una grande impresa multimediale, ognuna di loro contribuendo a componenti diverse dell'attività.

Il ruolo delle carte a microcircuito
Per Visa e Microsoft, la logica che sottintendeva all'unione delle forze era evidente. Entrambe godono della fiducia di milioni di utenti - 500 milioni di titolari di carte di pagamento contrassegnate del marchio Visa e 90 milioni di utenti di Windows e Windows '95 - ed entrambe hanno la competenza specialistica nelle due aree necessarie al Set: i sistemi di pagamento e i computer. Altri sistemi di pagamento hanno lavorato con altri partner per raggiungere lo stesso obiettivo ed hanno prodotto specifiche analoghe. Le poche differenze di approccio sono state superate ed è stata sviluppata la specifica universale Set.

Il medesimo modo di procedere si è avuto nello sviluppo delle carte a microcircuito, un'altra area cruciale non solo per il successo del commercio elettronico, ma per i sistemi di pagamento nel loro insieme. La capacità di elaborazione di un microcircuito apre nuove utilizzazioni e nuovi mercati per le carte di pagamento, rendendole al tempo stesso molto più sicure. La capacità del microcircuito di elaborare programmi e di memorizzare informazioni permette di scambiare e memorizzare dati. Il microcircuito non solo consente di accedere ai conti bancari di credito e di debito, ma può anche immagazzinare valore, come ad esempio la funzione Visa Cash, sperimentata a Bormio come alternativa al contante in transazioni di valore inferiore ai 10 dollari. Il microcircuito può anche sostituire quasi ogni strumento che ha a che fare con l'autorizzazione, la sicurezza e la memorizzazione di informazioni. Per esempio, può memorizzare i dati personali di identificazione, accumulare punteggi di programmi di fidelizzazione, includere tessere di associazioni, e può sostituire le chiavi. Il potenziale della carta a microcircuito è enorme, ma non verrà sviluppato finché non esisteranno standard mondiali universali che consentiranno l'interoperabilità di ogni carta a microcircuito e di ogni terminale dei principali sistemi di pagamento.

Il settore delle carte di pagamento ha imparato dalle esperienze di altre industrie - come ad esempio le disastrose battaglie fra i sistemi di videoregistrazione VHS e Betamax o fra i sistemi operativi per i computer MS-DOS e Macintosh - e ha lavorato congiuntamente per produrre uno standard comune di microcircuito. La specifica per carta a microcircuito sviluppata insieme da Visa, Mastercard e Europay è disponibile gratuitamente ed aiuterà ad incrementare il mercato globale delle carte a microcircuito. Le prime carte a microcircuito, come il borsellino elettronico Visa Cash, sono già state lanciate nel mondo, ed una sperimentazione congiunta delle carte e dei terminali di Visa e Mastercard avrà luogo fra breve .

La carta a microcircuito giocherà un ruolo importante anche nel commercio elettronico. Non solo metterà in grado i consumatori di registrare una carta elettronica Visa per essere utilizzata nei propri personal computer, ma permetterà anche di utilizzare carte a microcircuito nei computer e in altri sistemi di accesso alla rete, che siano forniti di un lettore di carte a microcircuito. Visa Ha di nuovo unito le proprie forze con gli esperti del ramo per sviluppare un progetto di carta a microcircuito e di commercio elettrico in Francia. Lavorando con la Banque Nationale de Paris , la Sociètè Gènèrale, France Telecom, proprietari del sistema Minitel, e Gemplus, gli esperti in tecnologia di carta a microcircuito, Visa collaborerà allo sviluppo delle carte a microcircuito e dei terminali PC che verranno utilizzati per le transazioni su Internet, rese sicure dalla specifica Set. E appena il commercio elettronico si sarà consolidato nel mercato mondiale, lo stesso avverrà per un concetto correlato, quello della banca a distanza. I consumatori potranno comunicare con le loro banche tramite un dispositivo di accesso intelligente, quale il PC, per eseguire operazioni bancarie come il trasferimento di fondi e il pagamento delle utenze. Potranno fare tutto questo quando sarà loro più comodo, da casa o dall'ufficio, senza doversi recare presso una filiale bancaria. Ancora una volta, i sistemi di pagamento come Visa stanno sviluppando gli strumenti necessari per far sì che le banche possano far funzionare i servizi di banca a distanza senza contrasti fra gli standard.

Visa Interactive, la società controllata da Visa, ha realizzato di recente la specifica ADMS (Access Device Messaging Specification). Questa specifica consente alle banche di offrire servizi a distanza attraverso una vasta gamma di dispositivi, dai PC ai telefoni digitali ai Personal Digital Assistants. La specifica sincronizza i dati ricevuti o trasmessi dai dispositivi, permettendo alle banche di utilizzare un'unica piattaforma centrale per una molteplicità di prodotti di banca a distanza. Ciò taglia i costi di sviluppo e rende la banca a distanza accessibile ad un maggior numero di consumatori. Microsoft, Sony e General Magic hanno già adottato la specifica ADMS.

In futuro può darsi che il commercio elettronico e la banca a distanza si fonderanno, a seconda di come i consumatori utilizzeranno i nuovi servizi disponibili. Quello che è certo è che il commercio elettronico diventerà di uso comune come il telefono, e che gli sviluppi come la specifica Set e le carte a microcircuito aiuteranno le banche ad anticipare le tendenze piuttosto che a seguirle. Attraverso le alleanze, la negoziazione ed una chiara riflessione strategica, Visa aiuterà gli istituti finanziari soci a trarre il meglio dalle nuove tecnologie. C'è un approccio molto differente rispetto ai diffusi atteggiamenti del passato. Nessuno, nel settore bancario, farebbe oggi eco a Charles H. Duell, il sovrintendente dell'Ufficio Brevetti degli Stati Uniti. Nel 1899, egli affermò stancamente: "Tutto ciò che può essere inventato è stato già inventato". Si è trattato di una previsione che deve avergli fatto meritare un posto nel libro dei primati come esperto in previsioni meno attendibile della storia.




Privacy




Articolo informazione


Hits: 1858
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024