Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

La memoria - I limiti di Ebbinghaus

psicologia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

IL SÉ E L'IDENTITÀ - I CONTORNI E LA SOSTANZA DEL PROBLEMA
Elementi di Psicologia - CONDIZIONAMENTO E APPRENDIMENTO
Bioetica - Responsabilità, Non radicalità, Computer, eroe dei nostri tempi
CORSO DI PSICHIATRIA E PSICOLOGIA - LA SCHIZOFRENIA
TRATTARE CON GLI ADOLESCENTI DEVIANTI - Ragionamenti teorici
Aspetti storici della psicologia sociale - La psicologia dei popoli e la psicologia delle folle
La fame
La solitudine
I VALORI MORALI
DIVERSITÀ, DEVIANZE E TERAPIE - Premessa - Nota sul concetto di interazione

La memoria

La memoria è la capacità di conservare e di rievocare quanto si è appreso.

Lo psicologo tedesco Ebbinghaus fu il primo a studiare la memoria in modo sperimentale

Nei suoi esperimenti ha fatto queste scoperte:

1.    Effetto seriale: effetto per cui, di una lista, per 232e48c esempio, del materiale da memorizzare si ricordano le prime e le ultime parti;

2.    Apprendimento: massivo dove tutto il materiale è insieme e nello stesso tempo; distributivo dove tutto il materiale è diviso nel tempo e come quantità;



3.    La curva dell'oblio: le informazioni apprese hanno una caduta rapida dopo brevissimo tempo, ma poi il calo era minore e quasi costante;

4.    Super apprendimento: l'allenamento facilita la memorizzazione, ma produce anche maggior oblio.

I limiti di Ebbinghaus

1.    Super apprendimento: porta ad un eccesso di apprendimento che non facilitano la memorizzazione, poiché esiste una SOGLIA oltre la quale non è più possibile memorizzare;

2.    Utilizzo di parole senza senso: il significato del materiale appreso facilita la memorizzazione;

3.    Ha studiato solo la rievocazione e non il riconoscimento;

4.    Non ha considerato il ruolo dell'interferenza: l'interferenza è una situazione o una condizione di disturbo.

Memoria di rievocazione e di riconoscimento

A volte, la memoria è molto migliore di quanto si pensi; la precisione dei ricordi dipende anche da come noi li misuriamo.

Il metodo più diretto è quello della rievocazione: rievocare qualcosa, significa richiamare alla mente, recuperare qualcosa che è stato appreso e immagazzinato.

Il secondo metodo per misurare la permanenza della memoria è quello del riconoscimento. Riconoscere qualcosa, è la capacità di identificare un determinato elemento scegliendolo tra alcuni.

Le tre memorie

Esistono tre tipi di memorie:

1.    Memoria a brevissimo termine che è costituita dalle informazioni che giungono rapidamente attraverso i sensi;

2.    Memoria a breve termine che riguarda le informazioni che sono memorizzate finché la persona ne ha bisogno;

3.    Memoria a lungo termine che riguarda le informazioni memorizzate in modo pressoché permanente.

Il ricordo delle nostre esperienze passate si chiama memoria episodica; ciò che riguarda la conoscenza del mondo, di parole e di concetti si chiama memoria semantica.

Se si lascia trascorrere del tempo dopo aver appreso qualcosa, si subiscono delle modifiche:

v     Modificazioni quantitative quando ricordiamo meno fatti e dettagli di quelli che avevamo appreso;

v     Modificazioni qualitative quando ricordiamo fatti e dettagli diversi da come erano in realtà

Esistono tre teorie per il quale molto del materiale appreso viene perduto:

1.    Teoria del DETERIORAMENTO;




2.    Teoria dell'INTERFERENZA;

3.    Teoria della RIMOZIONE;

La teoria del deterioramento sostiene che noi dimentichiamo perché, col tempo, il materiale depositato nella memoria a lungo termine, viene perduto.

La teoria dell'interferenza dice che noi stiamo sempre apprendendo qualcosa, e sostiene che noi dimentichiamo perché i vari ricordi si sovrappongono e si cancellano l'un l'altro. Esistono due tipi di interferenza: proattiva quando il materiale appreso in precedenza disturba il ricordo del materiale nuovo; retroattiva quando il nuovo materiale appreso fa dimenticare quello più vecchio.

L'ultima teoria indica che il meccanismo con il quale l'individuo relega nel proprio inconscio pensieri ed esperienze fonti di ansia. Questa operazione avviene in modo automatico senza alcuna intenzione cosciente.

Perché si forma il ricordo?

Il ricordo si forma per interesse e motivazione, per attivazione emotiva e per bisogno di conoscenza.

Come si forma il ricordo?

Esso è un processo di organizzazione del materiale appreso in cui avvengono alcune azioni mentali quali:

v     Elaborazione;

v     Strutturazione;

v     Codifica.

I sistemi di memorizzazione

Il sistema della memorizzazione consta di tre fasi:

1.    Acquisizione: processo attraverso il quale le informazioni entrano e si consolidano nella nostra mente;

2.    Ritenzione: processo attraverso il quale l'informazione viene collocata nella memoria e conservata nel tempo e pronta per essere utilizzata;

3.    Recupero: modo in cui il materiale acquisito e ritenuto viene estratto dalla mente e si concretizza con la riproduzione di materiale (ricordo). E' un recupero basato sul:

v     Riconoscimento;

v     Rievocazione;

v     Riapprendimento.

Oblio e dimenticanza

Processo mediante il quale molti stimoli che erano ritenute nella nostra memoria, non possono più essere recuperate.

La dimenticanza è determinata dall'incapacità di recuperare il materiale appreso.

 







Privacy

Articolo informazione


Hits: 3554
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019