Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

GENITALI MASCHILI - TESTICOLI, EPIDIDIMO, PROSTATA

anatomia



GENITALI MASCHILI

GONADI → testicoli

TUBULI RETTI e RETE TESTIS

EPIDIDIMI

CANALI DEFERENTI

(funicoli e conduttori spermatici)

CONDUTTORI EIACULATORI

URETRA COMUNE

VESCICHETTE SEMINALI

PROSTATA

GHIANDOLE BULBO-URETRALI


PENE

BORSA SCROTALE o SCROTO  

APPENDICE DEL TESTICOLO

APPENDICE DELL'EPIDIDIMO

PARADIDIMO

CONDOTTI ABERRANTI


TESTICOLI

Il testicolo è un organo pari, situato al di sotto del pene, nella borsa scrotale; la sua posizione è in rapporto con la contrazione o il rilasciamento del muscolo cremastere.

Struttura

. POLO POSTERIORE → si trova l'ilo del testicolo che da passaggio a condotti efferenti, vasi sanguigni, linfatici, nervi.

. POLO SUPERIORE → occupato dalla testa dell'epididimo e può presentare una piccola sporgenza rotondeggiante, l'APPENDICE DEL TESTICOLO.

. POLO INFERIORE → il legamento scrotale lo fissa allo scroto.

. SUPERFICIE ESTERNA → avvolta quali totalmente da tonaca vaginale, dipendente dal peritoneo, che è costituita da due foglietti:

- EPIORCHIO → interno;

- PERIORCHIO → esterno.

I due foglietti delimitano una cavità virtuale, la CAVITÀ VAGINALE, contenente liquido sieroso.

Il testicolo è costituito da tessuto connettivo denso, la TONACA ALBUGINEA, la quale invia all'interno del parenchima dei setti, che delimitano circa 300 lobuli.

Ogni lobulo è costituito da 1-4 TUBULI SEMINIFERI, con decorso tortuoso, tranne in corrispondenza della parte terminale, dove prendono il nome di TUBULI RETTI; da qui sboccheranno poi in un sistema di canalicolo che costituiscono la RETE TESTIS.

Funzioni

I testicoli hanno due funzioni:

- produrre spermatozoi (ne vengono prodotti 1000 al secondo e depositati 250000 nell'atto sessuale);

- produrre testosterone.

Produzione spermatozoi:

. Nei tubuli seminiferi le cellule germinative, durante lo sviluppo migrano dalla periferia, nel lume dei tubuli. Perciò la spermatogenesi ha luogo dalla profondità, alla superficie → le cellule germinative più giovani (SPERMATOGONI A) si trovano alla periferia dei tubuli.

. Prima della pubertà si ha intensa proliferazione di queste cellule, e nell'uomo maturo dagli spermatogoni A, derivano gli spermatogoni B, che entrano in meiosi.

. Durante la riproduzione gli spermatogoni non si separano completamente, duplicano così il proprio DNA e si trasformano in SPERMATOCITI PRIMARI.

. La prima meiosi di questa cellula produce lo SPERMATPOCITA SECONDARIO, dalla cui meiosi risultano gli SPERMATIDI.

. Durante la fase di differenziazione finale il DNA si condensa, il Golgi e il nucleo vanno a formare la TESTA dello spermatozoo; il fuso mitotico si divide e compare il cetriolo prossimale e l'apparato fibroso della CODA. Tra testa e coda si dispongono i mitocondri, che formano il COLLO dello spermatozoo e forniscono energia per il movimento della coda.

All'oocita verrà data solo la testa dello spermatozoo, i mitocondri derivano solo dall'oocita.

Produzione testosterone:

I tubuli seminiferi sono costituiti da due tipi di cellule:

- germinative;

- di sostegno o del Sertoli.

Il testosterone è prodotto dalle cellule del Leydig, che trasformano il colesterolo in testosterone; il testosterone ha diverse funzioni:

. favorisce la produzione di sperma e lo sviluppo dei caratteri secondari maschili;

. sviluppa la massa muscolare;

. sviluppa la prostata;

. convertito in parte in estrogeni, protegge dal rischio di osteoporosi, favorendo il deposito di calcio nelle ossa.

L'FSH e l'LH hanno bersagli diversi:

- FSH → agisce sulle cellule del Sertoli che producono LH;

- LH → agisce sulle cellule del Leydig che producono testosterone, che viene secreto nelle vie spermatiche, mantenendo il tropismo.

I testicoli pendono fuori dal corpo per poter stare alla temperatura richiesta per la produzione dello sperma, che è leggermente più bassa: infatti durante la stagione calda essi pendono più in basso del normale, per potersi allontanare dal calore del corpo; al contrario, nella stagione fredda, si avvicinano al tepore del corpo.


TUBULI SEMINIFERI

Rivestiti da un epitelio con cellule a pennacchio, che sono molto grandi. Sono unite tra loro da giunzioni serrate, che rappresentano una barriera anatomica che fa si che il sistema immunitario non conosca cosa c'è nel tubulo seminiferi.


EPIDIDIMO

Organo pari che si trova addossato alla parete posteriore del testicolo e rappresenta un serbatoio per gli spermatozoi; è formato da:

. TESTA

. CORPO

. CODA

dalla rete testis emergono condottini efferenti, che avvolgendosi su se stessi, vengono a formare i CONI VASCOLOSI, che unendosi tra di loro formano un condotto dell'epididimo unico. I condottini efferenti presentano un epitelio formato da ciglia, che aiutano la salita degli spermatozoi.


DOTTO DEFERENTE

Iniziano in corrispondenza della coda dell'epididimo e terminano alla base della prostata, formando un'ampolla. È il sito in cui si accumulano gli spermatozoi e sono costituiti da muscolatura liscia innervata dall'ortosimpatico, che ne permette la contrazione e quindi l'eliminazione degli spermatozoi.

Il dotto deferente è lungo circa 40 cm; giunto al limite tra corpo e testa dell'epididimo, si distacca da questo ed entra nella compagine del FUNICOLO SPERMATICO, con cui entra nel canale inguinale e quindi nella cavità addominale.


DOTTO EIACULATORE

Origina alla confluenza dell'ampolla del dotto deferente con la VESCICHETTA SEMINALE corrispondente, e collega l'estremità dei canali deferenti con l'uretra; in corrispondenza dell'ilo si connette con la prostata.


VESCICHETTE SEMINALI

Costituite da epitelio sollevato in creste che si continua su lamina propria e muscolatura liscia. Sono organi ghiandolari situati fra la base della vescica e il retto.

Le vescichette producono un liquido giallastro, che costituisce la parte principale (50-80%) del liquido seminale, e contiene proteine e zuccheri, per mantenere in vita gli spermatozoi.


PROSTATA

È un organo ghiandolare che con il tempo può andare incontro a:

- ipertrofia;

- adenoma;

- carcinoma.

È formata da circa 40 ghiandole tubuloalveolari, ce si aprono nell'uretra, che la attraversa completamente, attraverso 15-30 dotti escretori.

Il prodotto secreto mantiene il seme fluido poiché ricco di fattori anticoagulanti.

. Le ghiandole che vanno incontro a ipertrofia sono quelle interne.

. Le ghiandole che vanno incontro a tumori sono quelle esterne.


PENE

Eiaculazione → a panneggio dell'ortosimpatico;

erezione → a panneggio del parasimpatico, tramite i due nervi pudenti che passano ai lati della prostata.

Il pene è costituito da:

. due corpi cavernosi → superficialmente e responsabili della turgidità;

. un corpo spongioso → portandosi in avanti forma il GLANDE, ed è costituito da una trama connettivale con lacune rivestite da endotelio.

Vascolarizzazione

- Una componente devia il sangue;

- Una componente si apre in cavernule.

In condizioni di riposo il sangue sta principalmente nelle diramazioni e l'organo è flaccido.

In condizioni di sollecitazione il sangue passa nelle cavernule.

Un aumento di GMP ciclico, causa una riduzione di calcio citoplasmatico e porta a un rilasciamento delle cellule muscolari lisce, che sono necessarie per l'erezione del pene.



Privacy

Articolo informazione


Hits: 3564
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024