Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Relazione sulla commedia: "IL VENTAGLIO" di Goldoni

letteratura




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Relazione sulla commedia: "IL VENTAGLIO" di Goldoni.


Biografia dell'autore:

Carlo Goldoni (Venezia 1707 - Parigi 1793)

Attratto dal teatro, lasciò la carriera giuridica, recitando e scrivendo le prime opere tra cui la tragedia Belisario (1734). Nel 1748 a Venezia entrò a far parte come poeta drammatico della compagnia di Gerolamo Medebac, che gli aveva rappresentato La donna di garbo (1743), la prima commedia scritta dal Goldoni per intero. Per il Medebac e per il teatro di S. Angelo il Goldoni scrisse numerose commedie, attuando quella riforma che già aveva parzialmente iniziato nel 1738 con il Momolo Cortesan. Con tale riforma si proponeva di restituire dignità letteraria al teatro, che dalla commedia dell'arte era andato sempre più degenerando in forma di rappresentazione farsesca. Il Goldoni rinnovò le trame, eliminando progressivamente le maschere, prendendo spunto dai fati della vita e aggiornando i mezzi espressivi in una ricerca di adeguamento al realismo delle situazioni. Scrisse oltre 150 lavori tra cui La famiglia dell'antiquario (1749), La bottega del caffè (1750), La locandiera (1751), I rusteghi (1760), Le baruffe chiozzotte (1762), Il ventaglio (1765), Il burbero benefico (1771). Importanti i suoi Mémoires, iniziati nel 1784 e terminati e pubblicati nel 1787.




Trama dell'opera:

Il ventaglio

Candida è innamorata di Evaristo e ne è corrisposta. Parlando con lui, le cade il ventaglio, che si rompe. Allora Evaristo va a comprarne un altro e lo consegna alla contadina Giannina perché glielo consegni, come suo dono. Da qui nasce una serie di equivoci: il calzolaio Crespino e l'oste Coronato, innamorati di Giannina, credono erroneamente che questa sia interessata ad Evaristo. Candida, convinta del tradimento del suo amato, per ripicca insulta Giannina e promette la sua mano al Barone del Cedro. Il ventaglio passa nelle mani di tutti i personaggi della commedia, ma alla fine si mette tutto a posto, e vengono annunciati i fidanzamenti di Candida ed Evaristo e di Giannina e Crespino.


Personaggi:

Evaristo: innamorato di Candida, dispera in nome dell'amore che prova per la sua bella.

Geltruda: vedova ereditiera di una casa, zia di Candida, vuole trovare un buon marito a sua nipote, in modo che essa viva una vita felice e abbastanza agiata.

Candida: nipote di Geltruda; vive con lei perché ha perso i genitori. Innamorata di Evaristo, le voci che girano in paese le fanno perdere la fiducia che prova verso il suo amato.

Barone del Cedro: titolato che vede in Candida una bella donna, e che desidera di sposarla. Per mezzo del Conte riesce ad ottenere una promessa di matrimonio, poi cancellata dall'amore tra la ragazza ed Evaristo.

Conte di Rocca Marina: nobile, piuttosto tirchio. Si vanta spesso dell'influenza che gli fa avere il suo titolo ed offre protezione a destra e manca, proponendosi di sistemare faccende che non gli riguardano nemmeno da lontano.

Timoteo: speziale del paese. Non è considerato dei suoi compaesani molto onesto, poiché passa medicine grossolane per  essenze preziosissime.

Giannina: giovane contadina, innamorata di Crespino. E' al centro di una serie di avvenimenti siccome, da quando il ventaglio le viene consegnato, tutti si accaniscono contro di lei, dalla sua amica Candida, al suo innamorato Crespino, da suo fratello Moracchio ad Evaristo.



Susanna: la merciaia, che vende il ventaglio ad Evaristo. E' lei la prima che mette in giro la voce riguardante la presunta storia tra Giannina ed Evaristo.

Coronato: oste. Vorrebbe avere in sposa Giannina, anche perché Moracchio gliene promette la mano.

Crespino: calzolaio, innamorato di Giannina, dopo aver dubitato per qualche momento di lei, riesce ad averla.

Moracchio: fratello di Giannina, la promette in sposa a Coronato. Tratta sua sorella come fosse una serva.

Limoncino: garzone del caffè, si sente preso in giro quando viene chiamato così.

Tognino: il servitore presso la casa di Geltruda e Candida.

Scavezzo: servitore all'osteria di Coronato.


Spazi:

Il luogo in cui avviene la vicenda è un  paesino nella campagna milanese, per la precisione nella zona delle Case Nuove.

Gli spazi sono: la casa di Geltruda e Candida, l'osteria, il caffè ed il suo cortile, la merceria ed il suo cortile, la strada principale di questo paesino.


Commento:

Ho letto questa commedia con piacere, senza alcuna difficoltà, poiché il linguaggio è scorrevole e non vi sono ragionamenti troppo complicati da fare per comprendere l'intreccio della storia. In questa commedia ho avuto subito fin dalle prime scene un'idea del genere di intrighi che avrebbero potuto crearsi in seguito alla caduta del ventaglio di Candida. Nonostante sia stata abbastanza prevedibile, l'autore ha saputo renderla intrigante quel tanto che basta per farmela leggere tutta d'un fiato.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2102
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020