Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LA "POLITICA TRATTA DALLA SACRA SCRITTURA" DI BOSSUET

politica




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

LA "POLITICA TRATTA DALLA SACRA SCRITTURA" DI BOSSUET


In Francia il fallimento della "fronda" ebbe l'effetto di consolidare l'edificio che avrebbe voluto abbattere: la monarchia assoluta di Luigi XIV.

Bossuet fu precettore del Delfino 141i82b dal 1670 al 1679: tra le sue opere pedagogiche la più celebri sono la "Politique" e i "Discours sur l'histoire universelle". Tali opere sono ispirate alla concezione della Provvidenza che governa gli uomini e gli Stati. Quindi la "Politique" contiene la voce di Dio, tratta della parole stesse della Scrittura.

Dei 10 libri dell'opera (terminata nel 1679) solo i primi sei furono destinati all'educazione del Delfino, gli altri quattro furono aggiunti in un secondo momento. Fu pubblicata nel 1709 dal nipote, 5 anni dopo la morte di Bossuet. L'opera si presenta come un manuale, un chiaro anche se ostico strumento di insegnamento. I libri sono divisi in articoli, i quali sono suddivisi in proposizioni. L'originalità dell'opera consiste nell'arte con cui Bossuet maneggia le Scritture, i libri santi dai quali apparentemente è tratto ogni esempio.

Secondo Bossuet Dio ha creato gli uomini naturalmente socievoli: devono amarsi l'un l'altro perché sono tutti fratelli e sono figli di Dio. Ma essendo dominati dalle loro passioni e dai loro diversi interessi, gli uomini sono diventati intrattabili ed asociali: quindi non potevano più essere uniti se non sottomessi tutti ad uno stesso governo. E tra le forme di governo quella che Bossuet preferisce è la monarchia, la forma più comune, antica e naturale, perché gli uomini nascono tutti sudditi. Così la Francia può gloriarsi di avere la migliore costituzione possibile, quella più conforme a ciò che Dio ha stabilito.

Quali sono i caratteri della monarchia?

  • è sacra: i principi agiscono come ministri di Dio e suoi luogotenenti in terra; detengono la seconda maestà, derivata da quella di Dio; essi devono impiegare la propria potenza per il bene pubblico;
  • è assoluta: il principe non deve rendere conto a nessuno dei suoi ordini, non esiste altra possibilità di giudizio oltre alla sua, non esiste possibilità di coazione contro il principe. Ma i re non sono per questo non vincolati alla legge. L'assolutismo ha un solo vero contrappeso della sua potenza: il timore di Dio;
  • è paterna: i re detengono il posto di Dio, padre del genere umano. Il padre è buono ed è fatto per essere amato;
  • è sottomessa alla ragione: il governo è opera razionale ed intelligente.

I doveri dei sudditi verso il principe sono quelli di servire lo Stato come vuole il principe stesso, perché lui vede da più lontano e da più in alto. Una sola eccezione è prevista: quando egli comanda contro Dio.

Religione: il principe, ministro di Dio, ha il dovere di impiegare la sua autorità per distruggere nel suo Stato le false religioni.

Giustizia: governo assoluto, cioè indipendente da ogni autorità umana, non significa governo arbitrario.

A partire dal 1680 si scatena in Inghilterra e Francia l'attacco contro l'assolutismo.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 8829
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020