Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

TESSUTO NERVOSO - NEURONI, CITOSCHELETRO , SISTEMA NERVOSO PERIFERICO

anatomia



TESSUTO NERVOSO


È la sede di assunzione, elaborazione e trasmissione delle informazioni. Diviso in:

- SISTEMA NERVOSO CENTRALE (SNC);

- SISTEMA NERVOSO PERIFERICO (SNP).

Il sistema nervoso viaggia a circa 400 Km/h, assorbe il 20% dell'ossigeno dell'organismo ed è formato da oltre 1000 miliardi di cellule, tra cui ricordiamo i NEURONI; altre importanti cellule sono:

. ASTROCITI

. MICROGLIA    SNC

. OLIGOMICROCITI

. CELLULE DI SCHWANN → SNP

Si parla di SISTEMA nervos 737i82h o in quanto queste cellule derivano tutte dall'ectoderma (non è vero).

SNC → contenuto in strutture ossee in modo da essere protetto, ma provvisto di un sistema di nervi per comunicare. Costituito da ENCEFALO e MIDOLLO SPINALE.

SNP → costituito da NERVI SPINALI, CRANICI, SISTEMA VEGETATIVO autonomo).




NEURONI


Principali costituenti del sistema nervoso; nel SNP contribuiscono a formare i nervi con altre cellule. Il neurone è costituito da un corpo cellulare (SOMA), che contiene il nucleo e che si trova in prossimità del SNC, e da due tipi di diramazioni:

. DENDRITI → trasmettono impulsi verso il corpo cellulare;

. ASSONI → trasmettono impulsi lontano dal corpo cellulare.

L'impulso viaggia solo in una direzione.

I neuroni che trasmettono gli impulsi, non entrano veramente in contatto con quelli verso cui sono destinati gli impulsi. L'intervallo fra l'assone di un neurone e il corpo cellulare del neurone successivo è detto SINAPSI; quando un potenziale d'azione raggiunge la terminazione dell'assone, c'è la liberazione da parte di vescicole presinaptiche, di un neurotrasmettitori; queste vescicole si vanno ad agganciare a specifici recettori presenti sulla membrana presinaptica, causando la depolarizzazione della membrana e quindi la trasmissione dell'impulso, che è trasportato dall'assone al neurone successivo e così via.

Gli assoni sono rivestiti da una guaina mielinica e questo fa sì che l'impulso viaggi a velocità più elevata.

[Impulso nervoso:

. POLARIZZAZIONE → la membrana del neurone ha carica + all'esterno e - all'interno; ioni Na più abbondanti all'esterno; ioni K e ioni negativi più abbondanti all'interno. Le pompe Na-K mantengono questa concentrazione ionica.

. DEPOLARIZZAZIONE → generata da uno stimolo; la membrana del neurone diventa permeabile agli ioni Na, che diffondono al suo interno: la membrana neuronale possiede ora carica - all'esterno e + all'interno.

. PROPAGAZIONE dell'impulso dal punto di stimolo → la depolarizzazione rende la membrana adiacente molto permeabile agli ioni Na, con conseguente depolarizzazione, che provoca lo stesso effetto sulla membrana adiacente e così via.

. RIPOLARIZZAZIONE → ripristino di carica + all'esterno e - all'interno]

CORPO CELLULARE del neurone → contiene un nucleo estremamente attivo, che replica fino a 6-7 anni, poi non replica più. Inoltre trascrive moltissimi geni e i neuroni consumano quindi moltissimo ossigeno, per questo sono vascolarizzati e c'è la presenza di numerosi mitocondri; si trova anche un reticolo endoplasmatico rugoso che deve produrre proteine d'asportazione destinate al Golgi.

CITOSCHELETRO → è importante per dare la forma alla cellula e trasportare le vescicole che gemmano dal Golgi, le quali percorrono l'assone grazie ai microtubuli. Le vescicole contengono neurotrasmettitori e enzimi per produrli e la cellula cerca di "risparmiarli". Sul microtubuli cammina la CHINESINA, che porta le vescicole verso il bottone terminale, mentre la DINEINA le porta indietro.

L'assone termina formando la sinapsi (rigonfiamento); è qui che l'assone accumula le vescicole ed è qui che arriva il potenziale d'azione. Nel SNP gli assoni e i dendriti sono avvolti nelle cellule di Schwann; gli spazi fra le cellule di Schwann si chiamano nodi di Ranvier.

Il neurone produce un solo neurotrasmettitori, e almeno uno prevalente, che può essere:

. ACETILCOLINA;

. OSSIDO NITRICO;

. DERIVATI DA AMMINOACIDI;

. AMMINOACIDI:

- GLICINA sono inibitori → da luogo a depolarizzazione o iperpolarizzazione.

- GABA

Classificazione delle sinapsi:

- ASSO-SOMATICA → l'assone termina sul soma;

- ASSO-ASSONICA → la sinapsi termina sull'altro assone, e in questo caso il potenziale d'azione è bloccato;

- ASSO-DENDRIDICA → l'assone termina su un dendriti;

- ASSO-SPINOSA → l'assone termina su una spina.

MIELINA → formata da due tipi di cellule:

- per assoni del SNC → oligodendrociti → non permettono rigenerazione dell'assone;

- per assoni del SNP → cellule di Schwann → permettono rigenerazione dell'assone.

Queste cellule si avvolgono dando luogo a spine; la mielina è formata da lembi citoplasmatici estremamente sottili. La mielina è segmentale, quindi ci sono piccole aree che non sono mielinizzate (nodi di Ranvier).

In corrispondenza dei nodi di Ranvier si ha il passaggio di ioni Na attraverso la membrana: il fatto che questo fenomeno avvenga solo in questi punti consente un notevole risparmio di tempo. La propagazione degli impulsi lungo le fibre mieliniche è saltatoria perché l'impulso salta da un nodo di Ranvier a un altro.

Rottura dell'assone:

- nel SNC → no ricrescita;

- nel SNP → il moncone fa dei tentativi per riattaccarsi al canale da cui si è staccato.

FIBRE AMIELINICHE → gli assoni in questo caso sono racchiusi solo dalla cellula di Schwann, perciò non c'è più movimento saltatorio ed è, quindi, meno efficiente.


SISTEMA NERVOSO PERIFERICO


Nervi periferici → sono:

. nervi CRANICI → 12 paia;

. nervi SPINALI → 31 paia.

Le fibre nervose dei nervi periferici sono rivestite dall'ENDONERVIO, una matrice di collagene lasso con un largo spazio extracellulare; un gruppo di fibre forma un fascio, rivestito da PERINERVIO, che protegge l'ambiente endoneurale.

L'insieme dei fasci è rivestito da EPINERVIO, formato da tessuto connettivo lasso e costituito da:

- una parte più esterna, circonferenziale (epinervio esterno);

- una parte più interna che si trova fra i vari fascicoli (epinervio interno).

I nervi periferici sono riccamente vascolarizzati, attraverso numerosi vasi provenienti dai tessuti circostanti.



SISTEMA NERVOSO CENTRALE


Il SNC lo si può immaginare come un tubo con ripiegamenti e dilatazioni e formato da strutture gerarchicamente organizzate.

Comprende encefalo e midollo spinale, ciascuno costituito da sostanza bianca e sostanza grigia:

- GRIGIA → comprende i corpi cellulari dei neuroni e le fibre associate;

- BIANCA → formata da fibre nervose.

Il tessuto nervoso centrale è formato da molti neuroni circondati da una massa di cellule di supporto, la NEUROGLIA, le cui cellule principali sono:

. OLIGODENDROCITI;

. ASTROCITI → sono cellule con aspetto stellato; hanno lunghi processi, molto ramificati, che occupano la maggior parte degli spazi interneurali; alcuni processi degli astrociti terminano con espansioni adiacenti alle regioni non sinaptiche dei neuroni; altri terminano a livello delle membrane basali dei capillari formando pedicelli.

Nel SNC gli astrociti con l'endotelio dei vasi capillari formano una barriera impenetrabile a ioni e molecole, la barriera EMATO-ENCEFALICA. Gli astrociti possono essere:

- FIBROSI → nella sostanza bianca, hanno pochi e dritti processi citoplasmatici;

- PROTOPLASMATICI → nella sostanza grigia, hanno processi citoplasmatici numerosi e ramificati. Presentano un citoplasma relativamente povero di organuli.

. MICROGLIA → sono cellule piccole, poco numerose e di origine mesenchimale; hanno aspetto stellare con nuclei piccoli, irregolari e citoplasma scarso che forma processi corti ma ramificati. In risposta al danno tissutale si trasformano in grandi cellule abemoidi, dotate di capacità fagocitarie.

. CELLULE EPENDIMALI → formano un epitelio specializzato che riveste i ventricoli e il canale spinale; sono strettamente attaccate tramite giunzioni; non poggiano su membrana basale, ma le basi delle cellule continuano in ramificazioni che terminano nello strato sottostante formato dai processi degli astrociti.






Privacy




Articolo informazione


Hits: 4190
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024