Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Esercitazione: bilancio consuntivo - Descrizione dell’azienda “Le Castellane”

economia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di

Esercitazione: bilancio consuntivo


  • Lavoriamo insieme sul bilancio economico consuntivo

Dopo aver ricordato brevemente alcuni punti fondamentali per poter redigere un bilancio, mettiamoci al lavoro ed insieme, adoperando i dati reali relativi ad un’ azienda del centro Italia ad indirizzo cerealicolo - zootecnico, elaboriamo in tutte le sue parti il bilancio economico consuntivo, per rispetto della privacy si omettono il nome dell’imprenditore e i dati catastali.


  1. Descrizione dell’azienda “Le Castellane”


DATI GENERALI





Proprietario


Conduzione

Proprietà coltivatrice

Altitudine

250 m.s.l.m

Clima

temperato, con rare gelate tardive

Grado di fertilità

buono, Ph neutro

Forma

trapezoidale

Ubicazione

via Spinetto s.n.c. Magliano Sabino (RI)

Indirizzo produttivo

cerealicolo-zootecnico

Esposizione

sud, sud-ovest

Natura del terreno

medio impasto tendente al sabbioso

Configurazione

corpo unico



DATI CATASTALI OMESSI

S.A.T

Ha 40.00.00 (d iproprietà)

Tare improduttive


Tare produttive (bosco)

Ha 04.00.00

S.A.U

Ha 35.00.00+Ha 04.00.00( in affitto x € 1033,00


  1. Impianti ed immobilizzazioni

DESCRIZIONE

VALORE DI RICOSTRUZIONE


Fabbricati

Abitazione

250m x 600 €/m


Stalla con impianto di mungitura

136capi x 2000,00 €/capo


Capannoni

1000m x 30 €/m


Rimessa

200m x 130 €/m


Concimaia

700m x 50 €/m


Silos



Sistemazioni idrauliche

250,00 €/Ha x 39 Ha


Viabilità

230,00 €Ha x 39 Ha


Totale fabbricati




Totale impianti ed immobilizzazioni






  1. Ripartizione della superficie

DESTINAZIONE

SUPERFICIE

Superficie totale

Ha 44.00.00

Tare produttive

Ha 04.00.00

Tare improduttive

Ha 01.00.00

Seminativo SAU

Ha 39.00.00



  1. Capitale di scorta

A) Scorte vive

Vacche n° 90; manze n° 12; manzette n° 12;



vitelle di un anno n° 12



Totale scorte vive



B) Scorte morte fisse

Parco macchine,adeguato ai fabbisogni aziendali per un



valore medio di


C) Scorte morte circolanti

Letame (15/20 volte il peso vivo mantenuto) =




q 10553 x € 0,02 (valore di surrogazione)




Fieno di medica q 1800 x € 11,50




Fieno di erbaio misto q 2600 x € 10,00




Silo mais q 6300 x 1,85/q (costo di produzione)




Mais II raccolto q 325 x € 31




Orzo q 250 x € 26




Paglia (di produzione aziendale) q 600 x € 6,50


Totale scorte morte circolanti



TOTALE Cap. di Scorta





PARCO MACCHINE*

Macchine

Durata economica

Vo

Vf

Trattore 100/90




Trattore 420




Trattore 666




Trattore (FORD) 6600




Trattore AD 7




Trattore M 100




Ripper 7 punte




Aratro bivomere




Seminatrice a righe




Seminatrice di precisione




Sarchiatrice




Pressa




Ranghinatore doppio pettine




Falcia condizionatore andanatore




Trincia semovente




Forca elevatrice




Forca elevatrice




Forca elevatrice




Erpice rotante




Carro botte




Fresa




Botte a sollevatore




Motopompa






Pompa




Spandiconcime




Spandiletame




Erpice a dischi




Rimorchio




Rimorchio




Rimorchio




1 TOTALE




Carro miscelatore





* parco macchine è in comproprietà con i due fratelli del proprietario, salvo il carro miscelatore, del valore attuale di € 17500.00


  1. Consistenza di stalla





INVENTARIO INIZIALE


INVENTARIO FINALE


Vacche adulte


VALORE in €

Vacche adulte


VALORE in €

N° 90 x $ 1.292,00


N° 90 x € 1.292,00



Manze



Manze



N° 12 x $ 1800,00



N° 12 x € 1.800,00


Manzette



Manzette



N° 12 x 620,00



N° 12 x € 620,00


Vitelle di un anno


Vitelle di un anno


N° 12 x $ 415,00



N° 12 x €  415,00


Vitelli nati N 88



Vendite






Vacche di scarto





N° 12 x € 520,00


Acquisti



Vitelli






N° 77 x € 232,00


TOTALE












ULS = (inventario finale + acquisti + nascite) – (inventario iniziale + vendite + morti)

ULS = 168164,00 – 150300,00 = 17864,00 €

  1. Calcolo della produzione di latte

Latte prodotto =90 x 27 l = 2430 l x 305g ) = 741150,00 l/anno

(considerando il periodo di lattazione di 305 giorni)

Il latte di qualità (tale è il latte prodotto in azienda) viene pagato € 0,41/l.

Pertanto, dalla vendita del latte si avranno 303871,50 €

  1. Ripartizione del seminativo

A) Determinazioni delle unita foraggiere prodotte in azienda


Superficie Aziendale:

-15.00.00 Ha erba medica          


Ha mais 2o raccolto

-05.00.00 Ha grano


Ha erbaio misto

-05.00.00 Ha orzo


Ha silo-mais


Colture

No  Ha

q/Ha

Prod. totale q

Prezzo di vendita

Plv €

Coeff riduzione

Uf

Erba medica








Grano




16 €/q




Orzo








Mais II raccolto








Erbaio misto








Silo-mais








Totale









Memo: UF per capo in produzione:

mantenimento 1460

produzione 2882

gravidanza 120

TOTALE 4462


B) Determinazione delle unità foraggiere necessarie per il mantenimento e la produzione del latte.

Come nella tabella precedente la UF totali prodotte in azienda sono 316235 e, considerando che circa il 20% è destinato ai capi allevati per la rimonta, restano a disposizione dei capi adulti in lattazione:    

316235 x 80% = 252.988 UF

Calcolo del fabbisogno delle unità foraggiere necessarie per il mantenimento e la produzione del latte.


1. UF per il mantenimento

Kg 550(peso capo adulto)= 4 UF/giorno; 4 UF 365 gg =

1460 UF

2. UF per la produzione


0,35 UF/giorno x 305 gg.(durata della lattazione) x 27 l


di un litro di latte


(quantità media giornaliera prodotta)

2882 UF

3. UF somministrate durante

2 UF/giorno x 60 gg.(periodo di asciutta)


il periodo di gravidanza


120 UF

TOTALE


4462 UF


Unità foraggiere necessarie



per i capi adulti (4,462 UF x 90)


401580 UF

Unità foraggiere per manze,





manzette e vitelli (UF 316.235 x 20%)


63247 UF

TOTALE UF


464827 UF

Calcolo del fabbisogno delle unità foraggiere necessarie per il mantenimento e la produzione del latte. Poiché le UF disponibili in azienda ammontano a 316235, l’azienda dovrà acquistare UF 148592 sotto forma di mangime, per un totale di € 49500,00


C) Determinazione della paglia necessaria

Un bovino, allevato a stabulazione fissa, necessita annualmente di una quantità di paglia equivalente a 2-3 volte il suo peso vivo.

Il peso vivo mediamente presente in azienda è di circa 597 q.

Da quanto precedentemente esposto, risulta che il fabbisogno aziendale di paglia si aggira attorno ai 1742 q/annui; producendo l’azienda 600q di paglia, se ne dovranno acquistare 1142. il prezzo della paglia è di 6.50 €/q, pertanto la spesa da sostenere sarà di : 7423,00 €


  1. determinazione della Plv

Produzione

Qualità

Sup. Ha

Unitaria q/Ha

Totale q

Reimpiegata q

Vendibile q/l

Prezzo €/q

Importo €

Grano tenero






16,00q


U.L.S.








Latte





741,150 l

0,41/l


TOTALE








*Comprensivo del contributo CEE sul frumento tenero= € 153,00/Ha x Ha 5= € 765,00


  1. Quote di perpetuita

A) Quote sul capitale fondiario


Fabbricati   (Q/re+Q/man+Q/ass) 1% valore di ricostruzione = € 516.000,00 x 0,01=


Viabilità   (Q/re+Q/man) 4% valore di ricostruzione= € 8.970,00 x 0,04 =


Sistemazioni idrauliche   (Q/re+Q/man) 4 % valore di ricostruzione=39 Ha x € 250 =


Totale quote sul capitale fondiario



B) Quote sul capitale agrario


1. Scorte vive:le quote di assicurazione sul bestiame vengono stimate al 3%


del valore della consistenza media annua della stalla: Q/ass= € 147.300,00* x 0,03 =


*147.300,00 deriva dal calcolo finanziario sulla consistenza annuale.




2.Scorte morte fisse: le quote annue di reintegrazione, manutenzione e assicurazione


sulla macchine vengono stimate il 16% del loro valore a nuovo:


V0= € 570.231,55 Q/re+Q/man+Q/ass= € 570.231,55 x 0,16=




3. Scorte morte circolanti: le scorte morte circolanti prodotte dall'azienda hanno


un valore di € 79.041,06; si ritiene che nel corso dell'anno ne siano mediamente presenti


la metà.Le quote di assicurazione,vengono stimate il 2% del loro valore.Valore delle scorte


morte circolanti mediamente oresenti nel corso dell'anno = € 39.520,53 x 0,02=


Totale quote sul capitale agrario


Totale quote =(cap.fondiario+cap.agrario)




A) sementi,mangime,paglia









Sementi


Erba medica 30 Kg/Ha x Ha 15= Kg 450 x 1,80 €/Kg =




Frumento tenero 200 Kg/Ha x Ha 5= Kg 1000 x 0,30 €/Kg =




Orzo 150 Kg/Ha x Ha 5= Kg 750 x 0,40 €/Kg =





Mais II raccolto 18 Kg/Ha x HA 4= Kg 72 x 15 €/ Kg =





Mais da insilato 18 Kg/Ha x Ha 9= Kg 162 x 15 €/Kg =


Mangime









Paglia









Totale


















B) Fertilizzanti









In azienda vengono reimpiegati i 10.553 q di letame prodotti, integrati con concimi chimici sulle superfici

interessate alla coltivazione del mais e della medica;mentre per orzo,erbaio e frumento la concimazione

è basata,oltre che sulla fertilità residua,sull' impiego esclusivo dei concimi chimici.

Frumento 80 €/Ha x 5 Ha=









Orzo 70 €/Ha x 5 Ha=









Erbaio 35 €/Ha x 10 Ha=









Medica 30 € /Ha x 15 Ha=









Mais 90 €/Ha x 13 Ha=









Totale


















C) Diserbanti









Il diserbo chimico viene effettuato sulle superfici investite a mais,frumento e orzo;interessando quindi

23 Ha complessivi.








Si stima una spesa di circa 30 €/Ha per il diserbo: Ha 23 x 30 €/Ha= € 690,00











D) Anticrittogamici ed insetticidi









In azienda non vengono impiegati anticrittogamici ed insetticidi











E) Noleggi









Mietitrebbiatrice:viene impiegata su frumento,orzo,mais da granella,interessando quindi una superficie

di Ha 19 x 100 €/Ha= € 1.900,00














F) Affitto (Ha 04.00.00)


















G) Gasolio 50 Kg/Ha x Ha 39 =


















H) Lubrificanti 1,5 Kg/Ha x Ha 39=


















I) Veterinario










L) Altro (spese postali,telefono,energia elettrica,cancelleria,ecc.)


Totale spese varie





  1. Imposte, Tasse, Contributi

Le imposte che gravano sull'azienda sono le seguenti:




A) IRPEF: calcolata sulla somma fra RD e RD di tutte le particelle costituenti l'azienda;

B) ICI:da calcolarsi sul RD di tutte le particelle;

C) IRAP:calcolata sulla differenza Plv-(Q+Sv);





D) CAU:calcolata sul numero di ULA impiegate in azienda.


A IRPEF


imponibile RD = € 3133,45 x 1,20 ( coeff di rivalutazione)


RA = € 2168,12 x 1,40 ( coeff di rivalutazione)


imposta = € 3760,14+3035,36= 6795,5x0%(perché esente)


TOTALE IRPEF (esente - no tax area)



B) ICI


Imponibile= RD x 1,20 x 75



 

Aliquota ICI= 0,006=

TOTALE


 





 

 

scaglioni di valore

riduzioni ICI

calcolo dell'imposta

totali da corrispondere E

 

fino a 25822,84


36151,99x0,30x0,006


 



41346,55x0,50x0,006


 



25822,84x0,75x0,006


 



152896,28x0,006


 

oltre 129114,22

nessuna



 

totale ICI






C) IRAP


Imponibile = Plv – (SV+Q) = € 333140.50 – (74294.50+1111715.25)= 147130.75€

Imposta = imponibile x aliquota = € 147130.75 x 0.019

Totale IRAP = 2795.48 €


D) Contributi Agricoli Unificati (CAU)

€ 1610.00 / ULA x 2.36 ULA = € 4186.00

totale imposte (A+B+C+D) = € 1223.00 + € 2795.48 + € 1486.00 = 8204.48



12) Salari


In considerazione del livello di meccanizzazione applicato nell’ordinamento produttivo è stata accertata la seguente necessità di lavoro manuale.

Considerando che una ULA si traduce in 2200 ore lavorative annue, ne consegue che per la conduzione dell’azienda necessitano h 5195/2200= 2.36 ULA. Le due ULA sono fornite dal titolare dell’azienda e dal figlio maggiore. Le restanti 0.36 ULA vengono fornite dai salariati avventizi.


Frumento 20 h/Ha x Ha 5 =

100h

Orzo 20 h/Ha x Ha 5 =

100h

Mais 40 h/Ha x Ha 13 =

520h

Erbaio misto 15h/Ha x Ha 10 =

150h

Medica 15 h/Ha xHa 15 =

225h

Stalla** 4100h

4100h

Totale monte ore

5195h


** secondo quanto dichiarato dal titolare questo è il numero di ore lavorative richieste annualmente dalla stalla che, peraltro, si discostano poco con le medie riconosciute.


Da informazioni assunte presso le organizzazioni sindacali, si è appreso che il salari medio annuo è di € 18000.00, al lordo delle ritenute fiscali e degli oneri previdenziali a carico del lavoratore:

la spese relativa ai salari ammonterà a € 18000.00 x 2.36 =                          € 42480.00

Totale salari                                                                                                      € 42480.00


Stipendi


L’adeguato ordinamento produttivo aziendale, il buon grado di meccanizzazione e la mancanza di industrie di trasformazione non richiedono un grande impegno nei lavori di amministrazione e sorveglianza, si ritiene quindi giusto sistemare gli stipendi in ragione del 2% della Plv.

-Stipendi = Plv 333140.50 x 0.02                      € 6662.81

-Totale stipendi                    € 6662.81


Interessi


Gli interessi verranno calcolati con un saggio medio commerciale del 3%

A) interesse sul capitale di scorta

Scorte vive – valore della consistenza media di stalla =                              € 165000.00

Parco macchine (in buono stato di manutenzione )=                                 € 75700.00

Scorte morte circolanti (la metà delle totali) =     € 39520.00

Totali capitali di scorta = € 165000.00+75700.00+3952.00=                         € 280220.00

B) Interessi sul capitale di anticipazione

In un azienda ad indirizzo prevalentemente zootecnico non esiste anticipazioni di capitali, quindi anche in questo caso gli interessi sul capitale di anticipazione non verranno conteggiati.

Totale interessi:                                                                                                  € 8406.60


Determinazione del Bf


Nel caso specifico il Bf è da considerarsi un costo – reddito, fatta eccezione per la superficie presa in affitto. Il Bf, in questo caso, non viene determinato sul principio dell’ordinarietà, essendo l’azienda in oggetto un realtà che molto si discosta dalle aziende simili presenti in zona. In pratica, non è detto che il tornaconto risulti nullo.

Considerando un valore medio unitari di € 28900.00/Ha ( tale è il prezzo di mercato della zona) si ritiene il valore del fondo pari a:

V = € 1156000.00

Conoscendo il valore del fondo (V0) e il saggio medio di investimento fondiario della zona (saggio di capitalizzazione = r), si determina il Bf come interesse annuo sul valore del capitale fondiario.

Bf = V0 r

Bf = € 1156000.00


Determinazione del tornaconto


Il tornaconto è il compenso che spetta al Sig. “Rossi” nella veste di imprenditore e si determina secondo la seguente equazione:


- Formula generale T = Plv - ( Sv + Q + Imp + Bf + I + Sa + St)

- Sviluppo matematico del caso in questione:        T = 333140.50-(74294.50+111715.25+

8204.48+17340.00+8406.60+42480.00+6662.81)

- Risultato finale T = 333140.50+269103.64 = 64009.86


Determinazione del RN


Trattandosi di un azienda condotta in economia diretta dal Sig. “Rossi” è un imprenditore concreto e, di conseguenza, il suo compenso è il RN che nel caso specifico è rappresentato della sommatoria delle seguenti voci:

T + Bf + I + St + Sa + (0.36 ULA avventizio)


Pertanto

RN = Plv – ( Sv + Q + Imp + Sa)






Plv




(Sv + Q + Imp + Sa)




RN





































Nome : Alessandro

Cognome : Boi


Classe : IV° A

Anno Scolastico


Istituto : ITAS S. Apollinare (Rovigo)


Materia : T.G.A.



ESERCITAZIONE SUL BILANCIO CONSUNTIVO













Privacy

Articolo informazione


Hits: 2219
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020