Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Conti correnti di corrispondenza

diritto ed economia




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Conti correnti di corrispondenza


I conti correnti di corrispondenza sono strumenti tecnici che consentono ai clienti di utilizzare la moneta bancaria di tipo cartaceo ed elettronico e che servono per regolare una grande varietà di operazioni e servizi bancari.

Gli accrediti possono derivare da versamenti effettuati in denaro contante oppure da liquidazione di stipendi e pensioni o da incassi di assegni, ecc.

Gli addebiti derivano dall'emissione di assegni bancari a favore di terzi e da prelievi di banconote dagli sportelli automatici, da scadenze di rate di mutui, ecc.

L'operazione di giroconto consiste nel trasferimento contabile di una somma dal conto dell'ordinante al conto del beneficiario.

I conti corrente di corrispondenza possono presentare saldi a credito e saldi a debito del cliente correntista.



A seconda dell'andamento dei saldi si osservano le seguenti situazioni:

nei c/c di corrispondenza passivi per la banca i saldi in linea capitale sono a favore del cliente;

ne i c/c per elasticità di cassa le banche esigono che il conto corrente del cliente presenti un frequente alternarsi di saldi,(in tal modo in alcuni momenti il saldo presenta uno scoperto e non può superare il fido concesso dalla banca al cliente);

nei c/c di corrispondenza attivi per la banca il cliente ottiene un vero e proprio finanziamento.

Mentre i c/c passivi sono operazioni di provvista fondi, i c/c attivi e i c/c per elasticità di cassa rientrano tra le operazioni di impiego.

Nell'ambito dei rapporti tra enti creditizi vengono utilizzati i conti correnti interbancari, cioè c/ di corrispondenza che le banche aprono tra loro per concedersi credito a vicenda.


Elaborazione del rapporto di c/c


Il saldo contabile è quello che risulta in un dato momento in base a tutte le operazioni che sono state registrate a debito e a credito del correntista.

Il saldo liquido è quello che risulta nello stesso momento, considerando soltanto le operazioni maturate, cioè escludendo quelle il cui giorno di valuta è futuro.

Il saldo disponibile è quello che risulta nello stesso momento dalle sole operazioni di cui la banca conosce effettivamente l'esito, vale a dire togliendo dal saldo contabile gli importi di cui non ha ancora effettuato la verifica o l'incasso.



Nella tenuta dello scalare, che viene effettuato con il metodo amburgese, richiedono un particolare trattamento le operazioni postergate(dette anche operazioni a scadere) e le operazioni antergate.

Le partite postergate sono quelle che anno valuta posteriore alla chiusura del c/c. Esse si registrano normalmente nel conto ma non si riportano nello scalare poiché debbono essere rinviate a quello successivo.

Le partite antergate sono quelle che hanno valuta anteriore alla riapertura del c/c. Esse si registrano normalmente nel conto e per quanto riguarda lo scalare si riporta indietro nel tempo il saldo dello scalare per il numero dei giorni che intercorrono tra la valuta del saldo e la valuta dell'operazione antergata(questo viene scritta con segno negativo solo per la prima operazione).

Sui c/c di corrispondenza che hanno presentato saldi a debito del cliente i contratti stabiliscono di solito a favore della banca un ulteriore compenso, chiamato commissione sul massimo scoperto.. questo compenso aggiuntivo si applica sul massimo saldo debitore evidenziato dallo scalare per valuta; la misura minima d'uso della commissione è lo 0.125%.

I movimenti registrati nel c/c di corrispondenza sono riepilogati periodicamente in un particolare documento chiamato estratto conto nel quale vengono elencate in ordine cronologico tutte le operazioni che anno dato luogo accredito ad addebiti e accrediti(in esso i "numeri " creditori si trovano moltiplicando i saldi per i giorni).


Operazioni di smobilizzo fondi operazione con cui le imprese trasferiscono alla banca i loro crediti commerciali rendendoli liquidi(sconti di cambiali, anticipi su Ri.Ba. e anticipi su fatture).

Fido Bancario: è l'importo massimo di credito che una banca concede a un cliente che ne ha fatto richiesta, dopo averne accertato le capacità reddituali e la consistenza patrimoniali. Il fido è generale quando indica la cifra massima messa a disposizione del cliente che può utilizzarla per qualunque tipo di operazione a seconda delle sue necessità; il fido è invece particolare quando per ogni tipo di operazione viene indicato indistintamente l'importo disponibile.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 5421
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020