Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

INTESTINO TENUE - DUODENO, DIGIUNO E ILEO

anatomia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di


INTESTINO TENUE


  • Intestino è composto da 3 porzioni: duodeno, digiuno e ileo (si estendono da piloro a valvola ileo-ciecale)

DUODENO

  • È parte più corta, ampia e fissa dell'intero tratto gastro-enterico
  • Ha tipica forma a C che avvolge testa del pancreas
  • Inizia a livello a piloro, su lato dx del corpo, e termina con giunzione duodeno-digiunale (a livello L2, 2-3 cm a snx linea mediana)
  • Maggior parte duodeno fissato da peritoneo a parete addominale posteriore ( retroperitoneale)
  • Duodeno può essere suddiviso in 4 porzioni:

1) Porzione superiore: corta (5 cm), giace dietro al corpo di L1



2) Porzione discendente: più lunga (7-10 cm),  discende lungo lato dx da L1 a L3

3) Porzione orizzontale: lunga 6-8 cm, incrocia L3

4) Porzione ascendente: lunga 5 cm, inizia a snx di L3 e sale superiorm fino a bordo superiore di L2


  • Primi 2 cm della porzione superiore del duodeno hanno meso che collega a parete addominale posteriore e sono mobili
  • 3 cm distali porzione superiore e altre tre parti duodeno non hanno meso e sono immobili ( retroperitoneali)

  • Porzione superiore duodeno ascende da piloro e parzialmente ricoperta da fegato e cistifellea (faccia posteriore scoperta da peritoneo)

a parte prossimale: si inserisce legamento epato-duodenale e inferiorm il grande omento

posteriorm a parte superiore duodeno vi è V. Porta, dotto coledoco, Art. Gastro-duodenale  V. Cava inferiore


  • Porzione discendente duodeno decorre inferiormente, curvandosi attorno testa pancreas

dotti coledoco e pancreatico principale entrano nella sua parete postero-mediale formando l'ampolla duodenale o epato-pancreatica

porzione discendente duodeno è completamente retroperitoneale


  • Porzione orizzontale duodeno decorre trasversalmente a snx, passa sopra cava inferiore, aorta e L3

è incrociata superiorm da arteria e vena mesenterica superiore e da radice del mesentere del digiuno e dell'ileo

superficie anteriore ricoperta da peritoneo (NO dove incrociata da vasi mesenterici e da radice!)

posteriorm separata da colonna vertebrale da muscolo grande psoas dx, da V. cava inferiore, da aorta e vasi testicolari o ovarici dx


  • Porzione ascendente duodeno decorre superiormente, lungo lato snx aorta per raggiungere bordo inferiore corpo pancreas

Curva poi anteriorm per unirsi a digiuno a livello giunzione duodeno-digiunale (a forma angolo acuto flessura duodeno-digiunale)

Tale flessura è sostenuta da muscolo sospensore del duodeno (di Treitz) contrazione questo muscolo apre angolo della flessura, facilitando così passaggio dei liquidi intestinali!


  • ARTERIE DUODENALI originano da tronco celiaco e da Art. mesenterica superiore
  • Tronco celiaco (attraverso Art. gastro-duodenale e suo ramo, Art. pancreatico-duodenale inferiore) rifornisce porzione duodeno posta distalmente a entrata dotto coledoco
  • Anastomosi fra arterie pancreatico-duodenale superiore e inferiore rappresenta via comunicazione tra Art. celiaca e mesenterica superiore importante punto di transizione nel rifornimento sanguigno tratto digerente
  • prossimamente a zona anastomosi: sangue fornito da tronco celiaco
  • distalmente: sangue fornito da Art. mesenterica superiore

  • VENE DUODENALI Vv. gastro-duodenali seguono Art. e drenano nella Vena Porta attraverso Vv. mesenterica superiore e splenica



  • VASI LINFATICI DUODENO seguono anch'essi Art.
  • Vasi linfatici anteriori drenano nei linf. Pancreatico-duodenali, e nei linf. Pilorici
  • Vasi linfatici posteriori passano posteriorm a testa pancreas, drenando nei linf. Mesenterici superiori
  • Vasi linfatici efferenti drenano nei linf. celiaci

  • NERVI DUODENO derivano sia dal Vago che dal Simpatico attraverso plessi mesenterico superiore e celiaco


DIGIUNO E ILEO

  • Digiuno inizia a flessura duodeno-digiunale e ileo termina a giunzione ileo-ciecale
  • Nell'insieme ileo+digiuno lunghi 6-7 m (digiuno è 2/5 intera lunghezza)
  • Max parte digiuno giace quadrante superiore snx
  • Max parte ileo: quadrante inferiore dx addome
  • Ileo terminale giace nelle pelvi a cui risale
  • Mesentere fissa digiuno e ileo a parete addominale posteriore (sua lunghezza di circa 20 cm, da radice a a punto di attacco)
  • Radice del mesentere incrocia: porzione orizzontale e ascendente duodeno, aorta addominale, vena cava inferiore, uretere x, muscolo grande psoas dx, vasi testicolari o ovarici dx
  • Tra due foglietti peritoneali del mesentere sono compresi vasi mesenterici superiori, linfonodi, quantità variabile di grasso, rami del SNA

  • ART. MESENTERICA SUPERIORE irrora digiuno e ileo, origina da aorta addominale a livello L1
  • Decorre fra foglietti peritoneo mesentere mandando 15-18 rami x irrorare digiuno e ileo arterie si riuniscono a formare anse o archi arcate arteriose
  • Da arcate arteriose derivano vasi rettilinei arterie rette

  • VENA MESENTERICA SUPERIORE drena digiuno e ileo

  • Giace davanti e alla dx dell'art omonima
  • Termina posteriormente a istmo pancreas (dove si unisce a V. Splenica a formare Vena Porta)

  • Vasi linfatici dei villi intestinali (specializzati nel riassorbimento lipidi) drenano nei plessi linfatici parete digiuno e ileo
  • di qui, vasi linfatici più grossi passano nel connettivo diretti verso i linfonodi, che si trovano: vicino a parete intestinale, tra arcate arteriose, lungo porzione prossimale art. mesenterica superiore
  • Vasi linfatici efferenti drenano nei linf mesenterici superiori

  • Art mesenterica superiore e sue branche circondate da plesso nervoso perivascolare attraverso cui SNA si distribuisce a digiuno e ileo
  • Fibre simpatiche originano da T5 a T9, raggiungono plesso celiaco attraverso tronchi simpatici e i nervi toracici splancnici
  • Queste fibre formano sinapsi on i corpi neuroni dei gangli celiaco e mesenterico superiore
  • Fibre parasimpatiche derivano da tronchi vagali posteriori formano sinapsi con neuroni gangli parasimpatici dei plessi mienterico e sottomucoso

  • in generale: stimolazione simpatica riduce motilità a intestino e secrezione , e agisce come potente vasocostrittore, riducendo o bloccando digestione
  • stimolazione parasimpatica aumenta motilità e secrezione intestino, ristabilendo attività digestiva dopo reazione simpatica
  • Intestino è insensibile a maggior parte stimoli dolorosi, incluso taglio e bruciatura tuttavia particolarmente sensibile a distensione che evoca particolare tipo di dolore (dolore colico, addominale spastico)
     





Privacy

Articolo informazione


Hits: 12129
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020