Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

MEMBRANA CITOPLASMATICA

medicina


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

MEMBRANA CITOPLASMATICA


Simile a quella delle cellule eucariote, mancano per˛ gli steroli.


FUNZIONI

Regolare la permeabilitÓ della cellula (trasporto)

Secrezione d'enzimi extracellulari

Respirazioni (mesosomi invaginazioni che aumentano la superficie) 828c22i



Regolare la riproduzione

Sintesi della parete


APPENDICI


FLAGELLI filamenti sottili 10-20 mm, ma molto lunghi, proteici, che danno mobilitÓ. Sono composti dalla FLAGELLINA, che non Ŕ condivisa da nessuna struttura degli organismi animali, ANTIGENE FLAGELLARE.

Abbiamo tre porzioni filamento, uncino e corpo basale allogato nella membrana. Il corpo basale ruota sull'uncino e permette il movimento.

1 flagello MONOTRICO

Ciuffo di flagelli in uno dei due poli LOFOTRICO

Ciuffo ai due poli ANFITRICO

Ricoperto da flagelli PERITRICO


Il moto pu˛ essere regolato da fenomeni CHEMIOTATTICI, verso sostanze gradite o in allontanamento da sostanze pericolose.

Non tutti i batteri sono mobili, per esempio i batteri capsulati e i cocchi Gramm+ non sono mobili.


VISUALIZZAZIONE dei FLAGELLI

Per evidenziare i flagelli ci sono colorazioni speciali

La microscopia elettronica ci permette di osservare tutto il corpo con i movimenti

Posso vedere il movimento osservando il brodo a fresco

Terreni semisolidi


FLAGELLI PERIPLASMICI

Si trovano nello spazio periplastico e rimangono coperti dalla parete. Contribuiscono a dare elasticitÓ al corpo batterico, forniscono al batterio una forma elicoidale, in modo da caricarlo come una molla, che rilasciata gli permette di muoversi.


PILI o FIMBRIE

Sono pi¨ corti, sottili e diritti rispetto ai flagelli, la loro proteina costitutiva Ŕ la PILINA. Li troviamo nella maggior parte dei Gramm-, assolvono la funzione di far aderire il batterio alle superfici mucose, sono attaccati alla membrana citoplasmatica e fungono da ANTIGENI FIMBRIALI.


In alcuni batteri ci sono dei PILI SESSUALI o F (fertilitÓ). E' possibile che da un organismo F+ ci sia un TRASFERIMENTO di materiale nucleico in un altro organismo F-, attraverso questi pili sessuali CONIUGAZIONE.





INCLUSIONI INTRACITOPLASMATICHE


NUCLEOIDE 1 solo cromosoma, non circondato da membrana nucleare, ma allogato in un luogo fisso vicino ad un'invaginazione della membrana. E' un cromosoma circolare molto compatto, a doppia elica.


PLASMIDI porzioni circolare di DNA extracromosomiale, presenti nel citoplasma d'alcuni batteri. Contiene pochi geni e ha la funzione di resistere ai metalli pesanti, codificare geni per resistere ad un antibiotico, contiene i caratteri di virulenza, produce i pili e i pili sessuali.


RIBOSOMI

Sono diversi da quelli degli eucarioti, sono costituiti da due subunitÓ 50S e 30S, il cui peso totale per˛ Ŕ 70 (eucarioti

Le subunitÓ sono costituite da diverse specie molecolari di acido ribosomico, in particolare nella subunitÓ 30S troviamo RNA 16S che permette la codifica di geni che sono rimasti invariati nel tempo e che vengono trasmessi identici di generazione in generazione.



ENDO SPORA O SPORA


Nel genere Bacillus e Clostridium i batteri hanno la capacitÓ di produrre una struttura d'elevata resistenza detta SPORA (tutti i Gramm+ bastoncellari).

I batteri sporigeni possono passare in forma di spora partendo dalla forma VEGETATIVA. Mentre le forme vegetative si moltiplicano, le spore non mostrano alcun metabolismo apparente e non si riproducono.

Quando le condizioni nutrizionali non sono pi¨ ottimali, si forma la spora SPORULAZIONE.

Racchiude il cromosoma, il citoplasma, alcuni ribosomi e un p˛ di materiale nutritivo solubile di riserva. E' molto disidratata, rispetto alla forma vegetativa, Ŕ ricca di Ca e sali che derivano dai peptidoglicani.

Germinazione: spora forma vegetativa.

Sporulazione processo reversibile.


ATTIVAZIONE da CALORE se sottoponiamo le spore ad un calore di 60-80░, vengono attivate e passano alla forma vegetativa.

TINDALIZZAZIONE in soluzioni acquose, opero trattamenti termici ripetuti per eliminare le spore attivandole e poi disattivandole.

La posizione e la forma delle spore, Ŕ fissata geneticamente Ŕ un elemento per la tassonomia.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2295
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020