Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

FANTASIA E RAZIONALITÀ NELL'ETÀ EVOLUTIVA - SVILUPPO ED EDUCABILITA' DI RAZIONALITA' E FANTASIA

marketing


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Fantasia e razionalità nell'età evolutiva


Sintesi dei principali capitoli del libro di Petter:

"fantasia e razionalità nell'età evolutiva"




SVILUPPO ED EDUCABILITA' DI RAZIONALITA' E FANTASIA:


EDUCABILITA'= 1) gradualità: i quando, vanno definiti in termini di maturazione non per età cronologica

(Quando)       2) Carattere dinamico e circolare: Vigotskij , un certo livello si sviluppo può essere raggiunto se viene messo in gioco da una "certa attività" di apprendimento non troppo difficile.



3) Distinzione tra conquista (aver raggiunto una abilità), consolidamento (aver acquisito un metodo che permette di evitare errori), generalizzazione (allargare l'attività ad altre esperienze simili ma non uguali).


(come) 1) attività mirate o diffuse

2) approfittare delle occasioni favorevoli come gli errori, e le domande dei bambini (i perché).


Importante Dal punto di vista educativo: (sia in famiglia sia a scuola) scegliere la situazione che più facilmente permette l'acquisizione di una abilità , usandola prima delle altre.


Ogni età ha specifici problemi da affrontare: 636e42g


PRIMI TRE ANNI:

bambino vive in famiglia, minoranza in asilo nido, compito educativo affidato a famigliari.


Razionalità: 1 anno: bambino viene in contatto con rapporti di ordine spaziale, temporale, causale, logico (tessuto della sua attività razionale)

2 anno: Attività di sperimentazione con oggetti e esplorazione dei vari tipi di rapporti si fa intensa e sistematica.

Piaget: "reazione circolare terziaria" azione che viene ripetuta più volte perché il risultato è piacevole e interessante. Terziaria: (primaria: finalizzata al proprio corpo, secondaria: reazione a qualcosa di esterno, ad azione uguale risultato uguale) azione modificata intenzionalmente (intensità direzione velocità) allo scopo di osservare il diverso risultato.

tutto ciò permette di vivere i rapporti di causalità.. che non sono ancora riflessi.

Attività sviluppa: Senso di realtà (gli oggetti dimostrano di mantenere certe qualità senza assumerne altre che il b. desidererebbe.

Prima metà: B. comincia a risolvere certi piccoli problemi utilizzando alcuni rapporti in maniera corretta: Attraverso: Intelligenza percettivo- motoria: prima forma di comportamento razionale.

Seconda metà: appare L'attività rappresentativa: capacità di evocare mentalmente oggetti o situazioni non più presenti, o anticipare delle situazioni che devono ancora avvenire o che non si possono verificare.

3 anno: Sviluppo del linguaggio verbale: a 2 anni 250 in media, a 3 anni 800, Parole indicano: oggetti azioni e rapporti.

Potere evocativo permette di far eseguire spiegazioni, ragionamenti e soluzione ad un problema.

Parole: Favoriscono processi di Sintesi (b. combina insieme le frasi in forma di coordinazione  subordinazione corretta + tardi), in forma elementare ma chiaramente razionale. E Analisi (presenza di più termini tutti relativi ad una certa realtà, porta a considerarla in maniera diversa).


Che fare:1) Fornire abbondanza di oggetti e materiali per sue attività di scoperta e sperimentazione delle proprietà spaziali, temporali, causali.

2) Fornire spazi attrezzati come laboratori (con oggetti comuni, strutturati o no) oggetti in esemplari diversi x confronto.

3) Proporre attività Ludiche (che accompagnano quelle esplorative) utilizzando rapporti in modo rigoroso (solo così sono razionali).

4) Partecipazione dell'adulto con il b. ad attività esplorative e di gioco x aiutarlo e gratificarlo. Importante Aiutarlo a guardare alle cose e ai fatti per fargli scoprire certi particolari, qualità e rapporti che da solo non ha notato: dando l'avvio a 2 capacità fondamentali per l'attività razionale: Analisi , Sintesi.


Fantasia: 1 anno e ½ : prime manifestazioni, età in cui l'apparire dell'attività rappresentativa permette di superare i limiti ristretti dell'intelligenza percettivo motoria, consentendo la soluzione dei problemi anche con oggetti percettivamente non presenti. (permette l'evocazione di idee o immagini mentali formatesi nel passato.

Forme di attività fantastica: 1) Gioco simbolico: con la capacità rappresentativa, il b. fa assumere una funzione di simbolo all'oggetto presente, quindi evoca e sta a rappresentare qualcos'altro , o un ogg. Non presente. (forma vistosa e universale della fantasia in un b.)

2) Fabulazione: b. inventano racconti per se stessi o per bambolotti. legata alla capacità linguistica.

3) Ascolto ninne nanne, cantilene, filastrocche racconti.


Che fare: Fantasia: Vygotskij, consiste nel combinare insieme contenuti mentali (frutto di esperienze vissute , cose viste o di cui si è sentito parlare).

modo indiretto: Fornirgli una nutrita serie di esperienze nuove, luoghi, situazioni, racconti.

Modo + diretto: Gioco simbolico: aiutando il bambino  a caricare di valore simbolico qualche oggetto.

Potere evocativo del linguaggio: capacità di stimolare la fantasia di per se.

Utilizzo parole già note caricandole di altre valenze a seconda: contesto, atmosfera emotiva, pronuncia, ricordi.

Parole non conosciute:sono come ogg misteriosi, materiali ludici con già una fisionomia data dalla struttura sonora e pronuncia.

Storie: raccontate, brevi e con personaggi che si conoscono

Canzoncine filastrocche: fascino per elementi di musicalità.





Età della scuola primaria: 6-11 anni


F e R= due mondi paralleli  interconnessi

Scuola elementare: forti progressi sia nella R che F, divengono netti i tratti specifici delle due attività, e i passaggi dall'una all'altra divengono più agevoli.


RAZIONALITA': due periodi prima parte quinquennio

Comparire di attività nuove: funzionamento mente: Pensiero reversibile( capacità che permette di pensare due o più cose per volta, tornando ad una di esse senza perdere di vista l'altra) Capacità di scegliere attivamente cosa pensare: (mettere in rapporto tra loro ogg che non si richiamano o spazialmente lontani. Nato dalla capacità di operare più attivamente sui contenuti dell'esperienza

Importanti: nascono nozioni nuove che sono il tessuto del pensiero comune e riguardano la razionalità: Invarianza, nozioni temporali (successione, durata), spaziali (lunghezza, distanza), logiche e numeriche (classe serie numero intero), causalità e fortuito.



e apprendimenti nuovi: Lettura e scrittura : apprendimento che è reso possibile dalla maturazione del pensiero reversibile. Lettura: decodificazione a due livelli: Parole scritte e significati in gioco. (prime volte che si legge b. costretto a compitare le parole cioè scomporle in lettere o sillabe facendo corrispondere ad ogni lettera un suono, successivamente attribuire un significato alla parola stessa e poi un significato alla frase che può diventare affermativa o interrogativa. Scrittura: codifica a due livelli parole e significati e il fatto di tener presente quali altre parole e lettere sono state scritte.

Imp: costringono ad un atteggiamento più analitico

Esercitano nuove abilità di pensiero: reversibilità, e operatorietà

Consentono la sperimentazione di tematiche nuove, leggere libri, e scrivere proprie esperienze

Consolidamento e generalizzazione del pensieri reversibile e operatorio:

Generalizzazione: applicazione delle nuove capacità a vari campi del sapere

Consolidamento: coordinarsi delle operazioni mentali più semplici in più complesse: attraverso l'automatizzazione di molte operazioni mentali semplici dando l'impressione che si tratti di operazioni autoevidenti.

L'automatizzazione di alcuni processi permette al pensiero reversibile di lavorare ad un livello più alto e di pensare più cose per volta.

Analisi: resa attiva e + consapevole dalle nuove capacità acquisite e consolidate

Sintesi: ampliata dalla presenza del pensiero reversibile , svolta dal linguaggio a livello di proposizioni e periodi, coordinati e subordinati in maniera corretta.


Che fare

sottolineare i rapporti in gioco

Bruner: Indurre i bambini di fronte a qualche stimolante perché o problema

Imp che l'alfabettizzazione proceda per gradi in modo che permetta l'automatizzazione di certi passaggi, per passare poi a certi più complessi. Consolidamento e generalizzazione chiamano in causa attività come esercizi: imp non renderli noiosi e ripetitivi, ma sempre nuovi e stimolanti.

Utilizzazione didattica degli errori: permette di prendere coscienza riflessa dei rapporti e del modo corretto in cui debbono essere utilizzati.


FANTASIA: pensieri reversibile e operatorio si riflette sulle capacità di elaborazione fantastica.

riflesso indiretto: Più netta distinzione nella consapevolezza dei bambini tra il piano della razionalità e quello della fantasia. (confini non sono più incerti e sfumati) B. riconoscono le discipline e agiscono di conseguenza. Delimitano i diversi territori riconoscendo talvolta la compresenza

Riflesso più diretto: Il saper pensare più cose per volta permette al b. di tener presenti nella mente, in parallelo più rapporti per volta, egli è quindi in grado di rappresentarsi più modi di dare sviluppo ad una strutturazione fantastica, e di abbandonarsi poi a quello ritenuto più adatto. Permette di tener presente anche più rapporti in serie, più fasi della storia che si sta inventano e quindi più coerenza a quest'ultima.

Lettura e scrittura hanno riflessi: leggere: permette al bambino un accesso personale e volontario ai prodotti della fantasia, patrimonio maggiore di materiale su cui lavorare personalmente, e permette maggiore spazio per l'elaborazione fantastica personale con pause di immaginazione. Scrittura: forma scritta suggerisce idee nuove, possibilità di sviluppo prima non considerate, frutto di una attività creativa.

Il processo dell'alfabetizzazione culturale, quindi con apprendimenti nuovi nelle varie discipline, permette l'utilizzo di molti materiali nuovi


CHE FARE: possibilità più numerose

1 STRATEGIA GENERALE: legittimare la fantasia.

Fornire abbondanza di modelli di produzione fantastica (a cui i bambini sono già abituati, come fiabe e nuovi modelli come novelle leggende, racconti d'avventura, dando valore a queste esperienze.

Mostrando di apprezzare le elaborazioni fantastiche dei bambini (similitudini spontanee, disegni, parole coniate sulla base di onomatopee

Incontri con l'autore, preparando l'evento con disegni e drammatizzazioni, accompagnamento musicale e visivo.


TECNICHE SPCIFICHE:

tecniche individuali: proponendo di fare delle similitudini con oggetti visivi e sonori, oppure personalizzare oggetti, dando così l'autorizzazione a lasciare che l'idea tiri un'altra, proponendo storie aperte "grammatica della fantasia" Rodari.

Tecniche di gruppo: a volte permettono un terreno più favorevole. Sceneggiatura di una fiaba..+ idee, Utilizzazione fantastica dell'errore, Errore valorizzato perché permette di costruire un ponte per il passaggio all'irrealtà. Rodari: "animazione delle metafore" interpretando alla lettera ciò che essa vorrebbe esprimere solo in senso metaforico. Meccanismo psicologicamente complesso e raffinato richiede una certa maturità mentale della comprensione del significato simbolico di un proverbio, e soltanto così il ritorno al significato letterale permette l'effetto comico.


RAZIONALITA' E FANTASIA ASSIEME. Molti oggetti hanno la possibilità di dare avvio a processi di pensiero che si svolgono nel paino della razionalità e quello della fantasia.

Arcobaleno

Ombra: l'idea che l'ombra è assenza e non presenza di qualcosa, segna il primato della razionalità astraente sulla percezione

Giochi sociali: come gioco dell'oca.

SCUOLA MEDIA:  dagli 11-12 anni


RAZIONALITA'

Nuova capacità cognitiva: PENSIERO IPOTETICO-DEDUTTIVO (Piaget) Un processo di pensiero può prendere avvio non solo da fatti constatati, quindi da realtà osservabili o esistenti, ma anche da realtà immaginate come possibili, ipotetiche, per dedurre delle conseguenze o formulare delle ipotesi. (già bambini di otto anni comprendono l'ipoteticità di una storia)

o COMPLESSO Chiarisce meglio la particolarità che interviene nella preadolescenza.



Pensiero che sa dominare in contemporanea due o più situazioni ipotetiche, coinvolgendole tra loro, attraverso un loro coordinamento (non considerandole separatamente) per dedurre il risultato che ne potrà derivare.

Questo tipo di pensiero lo possiamo denominare come pensiero del doppio se o se plurimo.


EDUCARE AL PENSIERO COMPLESSO:

aiutando il bambino a coordinare le situazioni ipotetiche, segmentano i passaggi non separandoli.

Nuovi insegnamenti: aiutano la nuova capacità: Matematica: concetto di funzione infinito, scienze, comprensione delle fasi lunari


FANTASIA:

Rende accessibili prodotti dell'attività fantastica che hanno carattere ipotetico e complesso: Libri e film, che molto spesso si articolano per vicende parallele e personaggi paralleli che vanno coordinati in reciproche influenze. Romanzo: complessità data dalle vicende parallele, dal gioco dei possibili scenari che si formulano nella vicenda, e nel romanzo fantascientifico, coordinare il mondo quotidiano ad una nuova dimensione generata dall'elemento fantascientifico.

Permette una attività di elaborazione fantastica più ricca: perché si ha a disposizione di materiali cognitivi nuovi, ma anche perché risulta  più agevole immaginare ipoteticamente varietà di svolgimenti possibili. Preadolescente ama fantasticare, immaginare ad occhi aperti, immergersi per un pò di tempo nel mondo del puramente possibile non più per riprodurre ludicamente elementi visti ma per immaginare ed esplorare con la mente situazioni nuove nelle quali egli si pone di solito al centro come possibile protagonista.

Impulso all'elaborazione dell'idea di sé. Ragazzo comincia a rivolgere l'attenzione verso se stesso, proprie motivazioni e sentimenti, e porsi coscientemente il problema della propria identità

Scopo: elaborazione di una immagine si se unitaria: componenti imp: il ricordo del proprio passato, e la rappresentazione di ciò che si vorrà essere nel futuro.

Fonti dell'idea del se: 1) Giudizio della realtà (risposte della realtà quando egli compie qualcosa) 2) Giudizio degli altri, implicito od esplicito , genitori gruppo dei pari 3) scelta dei modelli, egli si misura costantemente e si identifica cogliendo certe somiglianze e differenze.

Fantasia può attivarsi in ciascuna di queste fonti dell'idea del se, portando a fantasticare sui diversi modi di rappresentarsi o rifugiarsi in un mondo di irrealtà quando il risultati non sono conformi alle sue aspettative. Fantasie di difesa o di rivincita.


Progettazione del loro avvenire Preadolescenza e adolescenza.

Nuove capacità permettono di immaginare molteplici possibilità di realizzazione della propria vita futura

FUTURO: è davanti alla loro fantasia con quella grande ricchezza di possibilità che non era ancora presente nell'infanzia e che non sarà più presente nell'età adulta (quando la concreata realizzazione di una prospettiva farà accadere la possibilità delle altre)

FANTASTICARE SUL PROPRIO FUTURO: Carattere ipotetico: immaginare via via delle situazioni possibili e i loro sviluppi

Carattere complesso: combinare in vario modo le variabili in gioco per valutare la situazione che ne deriverebbe (valutare i molteplici se)


DIFENDERE E PROMUOVERE LA FANTASIA:

legittimare e valorizzare la fantasia

attività:

teatro, pittura, scultura architettura: dove c'è la possibilità di trasfigurare la realtà attraverso diverse tecniche

sollecitare ad agire come protagonisti: produrre testi narrativo, opere teatrali


RAZIONALITà E FANTASIA ASSIEME:


utilizzazione dl computer

tecnica dello Brainstorming Osborn



IDEE ERRONEE:


Fantasia compaia più precocemente della ragione. anche Freud dividendo tra pensiero primario "es" e secondario "io". (Piaget: ricerche sulla psicologia razionale compare su 15/18 mesi attraverso l'intelligenza senso-motoria, Fantasia invece compare su 18 mesi con attività rappresentativa, cioè capacità di immaginare oggetti anche non percettivamente presenti attività che rende possibili il gioco simbolico)

Fantasia è meno importante della razionalità (Bruner= mano sinistra cioè fantasia ha un ruolo importante nella vita quotidiana anche per la soluzione dei problemi)

Fantasia e razionalità considerate tra loro incompatibili


IMMAGINAZIONE: (sign. Ampio) attività della nostra mente grazie alla quale noi ci rappresentiamo con il pensiero una realtà che non ha per noi, in quel momento, una esistenza percettiva.

(evento: futuro certo, presente non visibile, mai verificato,potrebbe verificarsi)


FANTASIA: (parte della immaginazione che si rifà al mai verificato e a ciò che potrebbe verificarsi)) attività della mente  che ha natura attiva, operativa e costruttiva sui materiali dell'immaginario.


CREATIVITA': Capacità di produrre in modo attivo e autonomo delle strutture originali e nuove sia per l'attività razionale che fantastica. (E' una modalità di funzionamento della razionalità E fantasia)


TRATTI COMUNI:


Entrambe sono attività cognitive strutturanti: cioè costruiscono e trasformano delle strutture cognitive (catene di idee) già esistenti in più semplici o più complesse o comunque diverse

Entrambe permettono diversi gradi di iniziativa nell'attività di strutturazione. (da iniziativa minima a massima) es fantasia minima sta nell'ascoltare una storia, massima quando la storia il b. se la inventa, coinvolto attivamente nella costruzione di essa



In entrambe ad elementi cognitivi si accompagnano elementi affettivo-emotivi. Razionalità: tensione e tormento dato dalla difficoltà di un ragionamento, senso di incertezza, sconforto, gioia di capire. Fantasia: emozioni nell'ascolto di una fiaba, inquietudine di fronte una pagina ancora bianca, incertezza legata  a certi tentativi.

Comunicabilità. Entrambe le esperienze sono comunicabili anche se in forme diverse. Sia sul piano della F. che su quello della R. non si è mai certi che la comunicazione risulti completa o priva di distorsioni.


TRATTI CHE LE DIFFERENZIANO:

MARCHIO DI REALTA': (E Necessità) Evento ha una precisa collocazione nello spazio e nel tempo ed è osservabile direttamente = MARCHIO DI REALTA' (mondo fisico biologico e delle discipline storiche; realtà esterna a noi, immutabile)

O evento è costruibile indirettamente = MARCHIO DI NECCESSITA' (mondo della matematica e della logica; realtà interna a noi che si impone con determinate caratteristiche che noi non possiamo mutare) Non si ha una realtà direttamente osservabile ma una serie di rapporti che si impongono alla nostra mente per cui noi valutiamo che NECCESSARIAMNETE deve andare così.

E' carattere tipico della razionalità.


Rapporti della fantasia non hanno marchio di realtà, ma dicendo questo non significa che non hanno alcuna realtà.

Realtà: non è quella dei fatti accaduti o che sicuramente accadranno

REALTA':  è fenomenica, psicologica, estetica. Sono degli oggetti veri che si pongono di fronte a noi che esploriamo, percorriamo e valutiamo, ma siamo consapevoli che sono il prodotto di una attività inventiva.


RIGORE NELL'USO DEI RAPPORTI: SPAZIALI, TEMPORALI, LOGICI, CAUSALI, SOMIGLIANZA DIFFERENZA. che collegano in evento o un dato agli altri.

Razionalità: utilizza questi rapporti in maniera rigorosa

Fantasia: rigore non è sempre rispettato i ha trasgressione soprattutto nei rapporti causali (comportamenti magici: fanno la trasgressione)


Modo con cui la mente si lascia giudare o meno dai rapporti in gioco

Razionalità: dirige la catena di rapporti causali, mantiene un criterio costante a seconda dello scopo (soluzione di un problema). Permette di tornare sempre al punto di partenza, - verificare la coerenza interna,- valutazione in base all'obbiettivo principale


Fantasia: si lascia guidare dai rapporti di somiglianza (fantasticheria) ci si abbandona alle idee. Criteri: - somiglianza di elementi visivi e sonori comuni,- oggetto uguale in contesti diversi, - somiglianza fonica tra parole.


RAGIONE E FANTASIA CAVALCANO INSIEME:


Compresenza nello spazio ( realtà-irealtà, libertà-rigore)cognitivo assume diverse forme:


COMPLEMENTARIETA': Fantasia interviene in soccorso della razionalità quando questa sembra avere esaurito le risorse che le sono proprie. Claparede saggio ""a genesi dell''ipotesi". Analisi della natura dell'atto di intelligenza. Mette in luce due meccanismi: Inferenza tipico della razionalità, quando si sta riflettendo sui dai a disposizione, un'idea suscita l'altra, determinando via via un modo più ricco di percepire la situazione, sino alla scoperta di una situazione accettabile. Tatonnement ideativo: un procedere per tentativi non verso situazioni qualsiasi ma quelle che sembrano essere più producenti. Egli utilizza espressione significativa, il pensiero prende il volo, dove ragione e comprensione lasciano il posto a fantasia e invenzione, vengono immaginati creativamente rapporti nuovi, e nuovi significati che il pensiero mette poi alla prova rapportandoli ai dati già acquisiti. Scoperta dell'ipotesi giusta, della soluzione di un problema secondo Claparede è il risultato dell'alternarsi due processi della comprensione e dell'invenzione, indicati da lui come due tempi della respirazione mentale.


SUPPORTO E TRASFIGURAZIONE: la struttura elaborata dall'attività razionale costituisce il tessuto di fondo, supporto sul quale la fantasia interviene per operare una trasfigurazione (fiaba; intervento di un oggetto magico)


ALTERNANZA: nel corso di un ragionamento, per ragioni di saturazione psichica, o di allentamento della tensione cognitiva, o per vivacità con cui si presentano certe qualità, o per il semplice desiderio di giocare, la fantasia prende temporaneamente il posto della razionalità, il pensiero devia per muoversi in direzioni imprevedibili, suggerendo trasgressioni o portando all'irrealtà.


TRANSIZIONE GRADUALE: passaggio dalla razionalità alla f. può essere graduale e presentarsi per fasi.comprensione di un evento:

comprensione totale, dove nulla è oscuro (domina la razionalità) 2)comprensione parziale, in cui immagino delle parti non note sulla base di quelle note (domina la razionalità ma c'è parte di fantasia) 3) immaginare situazioni diverse da quelle di partenza, importante per i processi di scoperta ed di invenzione (fantasia è pi sensibile)  4) poi un evento ne evoca un altro sulla base di analogie o rapporti di somiglianza


PRODURRE E VALUTARE: RAPPORTO DIALETTICO:

Claparede: Atto di intelligenza: 3 fasi 1) presa di coscienza di un problema 2) ricerca di una soluzione, dove razionalità E f. si alternano come due momenti di una respirazione mentale 3) verifica, dove la soluzione viene riesaminata.

Pensiero terziario: particolare alternarsi di un momento di attività fantastica che produce materiali nuovi e un  momento di razionalità sui generi ( che sottopone i materiali della fantasia ad una valutazione di coerenza, originalità espressività, offrendo così ulteriori spunti per la fantasia creatrice)

Nuovo rapporto tra f. e razionalità: alternarsi di momenti di abbandono al flusso delle idee e di momenti di valutazione critica compiuta sul a base di una particolare sensibilità.


RAZIONALITA' E FANTASIA: ASPETTI DINMICI.

RAZIONALITA' funzioni:

Capire la realtà, cogliere rapporti che legano cose ed eventi, giungere ad una rappresentazione del reale stabile, ma allo stesso tempo aperta al possibile e al nuovo.

Adattarsi ad una realtà che presenta molteplici elementi di stabilità (produrre, inventare e governare eventi) ma anche di variazioni improvvise, quindi trovare una soluzione ai problemi che si presentano.


FANTASIA:

Aprire nuove vie: (AREA COGNITIVA) introdurre nel mondo della razionalità che corre su binari fissi, degli elementi di novità che allargano le prospettive del possibile e aprono nuove vie alla riflessione e alla elaborazione cognitiva.

Senso di libertà e di riequilibrio emotivo (AREA EMOTIVA) ci permette di compiere a livello di realtà immaginata un''azione che ci è impedita, come una sorta di compensazione o come una sorta di difesa.


Complementarietà.






Privacy

Articolo informazione


Hits: 2997
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020