Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Amitai Etzioni: un'analisi fondata sulla 'disposizione all'obbedienza' nelle organizzazioni.

marketing


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di


Amitai Etzioni: un'analisi fondata sulla "disposizione all'obbedienza" nelle organizzazioni.


L'idea di Blau e Scott era ormai entrata

in crisi e quindi restava aperto il problema di trovare altre variabili con cui

classificare le organizzazioni.

La strada seguita da Amitai Etzioni è quella di scegliere come variabile strategica il diverso modo in cui nelle organizzazioni si comanda o si obbedisce.

Anche egli parte da presupposti funzionalistici infatti, afferma che in qualsiasi organizzazione esiste un'esigenza di ordine sociale, e questa si esprime nelle relazioni tra chi detiene il potere e chi invece lo subisce. Tuttavia egli sottolinea che l'ordine nelle organizzazioni può essere tenuto in vari modi, che vanno dalla coercizione, alla contrattazione utilitaristica dei dipendenti, fino al coinvolgimento volontario dei membri.

Etzioni sostiene che esista un rapporto



tra il tipo di controllo organizzativo e l'orientamento dei sottoposti.

Infatti ad un potere di  tipo' "coercitivo" è probabile che corrisponda un comportamento negativo da parte di chi lo subisce.

Ad un potere che ricorre a "premi materiali" è probabile che corrisponda tra i membri  un coinvolgimento ispirato al calcolo.

Infine ad un potere che ricorre soprattutto a risorse" normative" è probabile che corrisponda da parte dei membri un impegno morale.

Quindi la relazione tra il tipo di controllo esercitato e il tipo di comportamento adottato dei membri sottoposti al controllo definisce pertanto la "disposizione obbedienza" che Etzioni assume come la variabile strategica per un'analisi comparata delle

organizzazioni.

Quindi a seconda del tipo di rapporto con l'organizzazione si avrà da parte dei sottoposti un diverso tipo di comportamento che potrà essere quindi "alienativo" ovvero il potere contro la sua volontà. Potrà essere "calcolativo" da parte di chi ha un rapporto prevalentemente economico, e infine "impegnato" da parte dei membri che condivido i valore e i fini dell'organizzazione.



7. Una tipologia delle organizzazioni.


La tipologia innanzitutto è uno strumento di analisi, da utilizzare per confrontare tra di loro sia organizzazioni diverse e sia epoche diverse della stessa organizzazione.

Etzioni dopo aver distinto tre tipi di disposizione obbedienza attua un'altra distinzione: le organizzazioni possono essere "coercitive", "remunerative", "normative".

Le organizzazioni coercitive, come carceri, campi di concentramento etc. sono ispirate all'uso o alla minaccia di sanzioni fisiche come privazione della libertà, punizioni corporea e quindi corrisponde un atteggiamento alienativo da parte di chi è detenuto.

Le organizzazioni remunerative, come imprese organizzazioni di lavoro sono ispirate all'uso di mezzi e economici (stipendi, premi, incentivi ) e quindi corrisponde da parte dipendenti un atteggiamento di contrattazione.



Le organizzazioni invece normative, come quelle religiose, culturali e più generale tutte associazioni volontarie a cui membri aderiscono per contribuire alla realizzazione di un valore in cui credono, sono ispirate alla libertà di associazione. Questi tre tipi puri di tipologie possono combinarsi tra di loro generando dei modelli misti.

Si possono infatti avere organizzazioni in cui ad un modello normativo si  affianca un modello coercitivo (ad esempio scuole, ospedali).


8. La concorrenza come condizione funzionale di efficienza organizzativa.


Abbiamo compreso quindi che la disposizione all'obbedienza è la variabile centrale dell'analisi organizzativa, ora Etzioni passa ad esaminare

le connessioni di tale variabile con altri aspetti dell'organizzazione. Egli afferma che quanto maggiore è la congruenza tra il modello di disposizione all'obbedienza e gli altri aspetti dell'organizzazione, tanto è maggiore l'efficienza dell'organizzazione stessa.

Egli quindi sostiene che il

requisito fondamentale per il funzionamento del sistema sia la coerenza.

Questa coerenza potrà essere di tipo coercitivo se lo scopo organizzativo serve al mantenimento dell'ordine.

Potrà essere di tipo utilitaristico se tale scopo serve a conseguire vantaggi economici.

Sarà infine di tipo normativo che lo scopo è raggiungere obiettivi culturali ed etici.

Ma l'analisi organizzativa non si limita a questa congruenza, altri aspetti dell'organizzazione come la coesione sociale interna, il tipo di elitè etc. possono essere visti come aspetti di cui occorre studiare la congruenza in rapporto al modello di obbedienza. Essi possono essere:

- "campi di controllo" e le "areedi pervasione"delle organizzazioni

-il tipo di leaderschip esercitata e la presenza di carisma.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 3030
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020