Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

FABRIZIO NICOLINI - SCHEDA DEL LIBRO DI GIORGIO BASSANI: "IL GIARDINO DEI FINZI-CONTINI"

lettere



FABRIZIO NICOLINI

SCHEDA DEL LIBRO DI GIORGIO BASSANI: "IL GIARDINO DEI FINZI-CONTINI"


AUTORE:

Giorgio Bassani

TITOLO DELL'OPERA

Il giardino dei Finzi-Contini

EDIZIONE

Einaudi Tascabili, 1999



LUOGO E ANNO DI EDIZIONE

Torino, 1962

RIASSUNTO

Il protagonista, di cui non viene detto il nome, vive sin da bambino, nella città di Ferrara, tra le campagne e i piccoli monti circostanti. E' di origini ebree, e proprio per via delle sue origini e' vittima di discriminazioni, sia nel campo scolastico, sia in quello sportivo.  Frequentando il tempio ebreo durante i giorni festivi, già dall'infanzia, conosce la famiglia dei Finzi-Contini, la q 626e43g uale, subito suscita in lui grande interesse e ammirazione, manifestato in particolare per la più piccola: Micol, alla quale dedicherà poi il suo libro. Sin dai primi anni di studi si dimostra un ottimo allievo, ma col susseguirsi degli anni inizia ad avere numerosi contrasti con gli insegnanti, i quali per via di ideali di razzismo lo conducono ad alcune bocciature. La prima di queste lo porta però ad un fondamentale avvenimento: il primo e vero incontro con Micol. Da qui il ragazzo fonda un legame sempre piu forte e nella sua memoria rimarrà sempre presente il ricordo di questo giorno. Sempre per via di discriminazioni razziali, dovuti agli ideali di Hitler e che andarono diffondendosi in tutta Europa, viene escluso dal circolo "Eleonora d'Este", un centro di tennis, che frequenta con ottimi risultati. Il giovane matura così attraverso queste manifestazioni razziali e diviene un ragazzo molto sicuro e saggio. Negli anni successivi, può continuare gli studi solo attraverso corsi esteri e rade lezioni locali riservate solo per gli ebrei. Durante l'età adolescenziale i fratelli Micol e Alberto Finzi-Contini iniziano a manifestare grande simpatia per questo ragazzo e iniziano a coinvolgerlo nelle loro passeggiate, e nei loro programmi del tempo libero, in modo particolare nel nuovo circolo di tennis da loro formato. Questa amicizia diviene sempre più forte, specialmente durante le vacanze estive. In età più adulta i Finzi-Contini offrono al protagonista la possibilità di continuare gli studi attraverso la ricchissima biblioteca di famiglia e qui inizia ad avere legami con Alberto, il quale diviene il suo compagno di studi, svaghi del tempo libero e discussioni politiche. Il suo più grande obbiettivo e' però avvicinarsi in maniera più intima a Micol, dalla quale è sempre più attratto. Dopo essersi conquistato la sua amicizia, inizia ad avere reazioni più emancipate che suscitano nella ragazza una sensazione di lieve paura che la conducono a una affrettata decisione: l'allontanamento da Ferrara. Micol decide così di iscriversi all'università di Venezia senza riferire nulla al giovane e con il quale decide di non avere contatti ne telefonici ne verbali. Venuto a sapere della partenza di Micol, il protagonista decide di iscriversi all'università di Bologna, ma durante questo periodo ha un grande distacco dalla famiglia, per via di alcuni conflitti con il padre, che lo vorrebbe ad una specializzazione scientifica piuttosto che a quella letteraria da lui scelta.



Terminati gli studi aspetta invano il ritorno di Micol e nel frattempo si accinge a studi facoltativi che lo conducono ad alcuni esaurimenti. Alcuni mesi dopo Micol ritorna, sperando in un cambiamento caratteriale del giovane. Ciò non viene riscontrato ed ella parte così alla volta di Milano in cerca di nuove esperienze. Il protagonista, entrato in una crisi depressiva per il continuo disinteresse di Micol, si reca in Francia a casa del fratello Ernesto, ed in seguito in Lombardia, dove cerca in ogni modo di incontrarla. Dopo alcuni anni sia lui che Micol fanno rientro a Ferrara, ma poco tempo dopo è ancora il suo mal-comportamento a portare gravi rotture nel loro rapporto. Micol gli vieta così di frequentare la propria casa, alla quale potrà accedere solo dopo diversi anni. Durante questo "esilio" il protagonista cade in un forte stato di depressione ed inizia a frequentare diversi bordelli. Qui diviene anche amico di Giovanni Malnate, che assiduamente lo incoraggia e lo sostiene, ma il destino è avverso al giovane, poiché verrà a scoprire che la sua amata Micol aveva una relazione con Malnate. Dopo la morte improvvisa di Alberto, Micol e la sua famiglia vengono deportati in un campo di concentramento e qui muoiono.

COMMENTO

Giorgio Bassani con questo libro vuol far capire alla gente i problemi che esistevano a quei tempi, le gravi situazioni che venivano a presentarsi a causa dell'entrata in vigore delle leggi antisemite. Gli ebrei erano perseguitati dai nazisti: non potevano fare niente, non potevano avere un lavoro diverso dallo strozzinaggio ed erano segregati nei ghetti. Questo genere di libri, serve a far capire alla gente d'oggi i reali problemi dei ragazzi di cinquant'anni fa e a non ripetere certi errori che sono risultati fatali per molte anime innocenti.







Privacy




Articolo informazione


Hits: 1909
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024