Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

THE SMILE RAY BRADBURY

inglese




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

THE SMILE  RAY BRADBURY

In the town square the queue had formed at five in the morning,

while cocks were crowing far out in the rimed country and there were no fires.

All about, among the ruined  buildings, bits of mist had

clung at first, but now with the new light of seven o'clock it was




beginning to disperse. Down the road, in twos and threes, more

people were gathering for the day of marketing, the day of festival.

The small boy stood immediately behind two men who had been

talking loudly in the clear air, and all of the sounds they made seemed

twice as loud because of the cold. The small boy stamped his feet and blew on his red, chapped hands, and looked up at the soiled gunny­sack clothing of the men, and down the long line of men and women ahead.

"Here, boy, what're you doing out so early?" said the man behind him.

"Got my place in line, I have", said the boy.

"Why don't you run off, give your place to someone who appreciate?' ,

"Leave the boy alone", said the man ahead, suddenly turning.

"I was joking". The man behind put his hand on the boy' s head.

The boy shook it away coldly. "I just thought it strange, a boy out of bed so early".

"This boy' s an appreciator of arts, I'll have you know", said the boy's defender, a man named Grigsby. "What's your name, lad?"

"Tom".

"Tom here is going to spit clean and true, right, Tom?"

"I sure am!". I

Laughter passed down the line.

A man was selling cracked cups of hot coffee up ahead. Tom looked

and saw the little hot fire and the brew bubbling in a rusty pan. It

wasn't really coffee. It was made from some berry that grew on the meadowlands beyond town, and it sold a penny a cup to warm their stomachs; but not many were buying, not many had the wealth.




Crowing: making loud shrill sounds.

Rimed: frosty.

Bits: (here) small clouds.

Chapped: cracked and sore.

Gunny-sack clothing: clothing made of very coarse material.

Whyn't: (slang) why don't.

Lad: boy.

Brew: liquid mixture.


 

Nella piazza della città la coda si era formata 727j93h alle cinque di mattina, mentre i galli cantavano fuori dal paese gelido e non c'erano fuochi.

Tutto intorno, fra gli edifici rovinati, piccole nubi di foschia si erano prima strette, ma ora con la nuova luce delle sette iniziavano a disperdersi. Giù per la strada, in due e tre, più

persone si stavano riunendo per il giorno del mercato, il giorno di festa.

Il piccolo ragazzo si sollevò immediatamente dietro a due uomini che stavano parlando rumorosamente nell'aria aperta, e tutti i suoni che loro facevano sembravano due volte più alti a causa del freddo. Il piccolo ragazzo batteva i piedi e soffiava sulle sue mani rosse, screpolate, e sollevò lo sguardo sui vestiti sporchi e scadenti degli uomini, e giù lungo la file di uomini e donne avanti a lui.

"Ecco, ragazzo, cosa stai facendo così presto fuori? " disse l'uomo dietro a lui.  

"Prendo il mio posto nella fila", disse il ragazzo.

"Perché non corri via, e lasci il tuo posto a qualcuno che lo apprezzi?" ,

"Lascia il ragazzo in pace", disse l'uomo davanti, girandosi improvvisamente.  

"Io stavo scherzando". L'uomo dietro mise la sua mano sulla testa del ragazzo.  

Il ragazzo la scosse via freddamente. "Penso solo che sia strano, un ragazzo fuori dal letto così presto."

"Questo ragazzo è un apprezzatore delle arti, vi farò sapere", disse il difensore del ragazzo, un uomo chiamato Grigsby. "Quale è il tuo nome, ragazzo? "  

"Tom."  

"Tom, ecco, è qui per sputare in modo perfetto , vero Tom? "

"Certo ".  

La risata passò giù per la fila.  

Un uomo stava vendendo tazze rotte di caffè caldo davanti a lui. Tom lo guardò

e vide il piccolo fuoco caldo e l'infuso bollire in un tegame arrugginito. Non era caffè in realtà. Proveniva dalle bacche che crescevano sui campi oltre la città, e costava solo un penny una tazza per scaldare i loro stomachi; ma non ne erano state comprate molte, non tutti avevano delle ricchezze.


 



Tom stared ahead to the place where the line ended, beyond a

bombed-out stone wall.

"They say she smiles", said the boy.

"Aye, she does", said Grigsby.

"They say she's made of oil and canvas".

"True. And that's what makes me think she's not the original one.

The original, now, I've heard, was painted on wood a long time ago".

"They say she's four centuries old".

"Maybe more. No one knows what year this is, to be sure".

"It's 2061!".

"That's what they say, boy, yes. Liars. Could be 3,000 or 5,000, for all we know. Things were in a fearful mess there for a while. All we got now is bits and pieces.

They shuffled along the cold stones of the street.

"How much longer before we see her?" asked Tom, uneasily.

"Just a few more minutes. They got her sent up with four brass poles and velvet rape, all fancy, to keep folks back. Now mind, no rocks, Tom; they don't allow rocks thrown at her".

"Yes, sir".

The sun rose higher in the heavens, bringing heat which made the men shed their grimy coats and greasy hats.

"Why're we all here in line?" asked Tom, at last. "Why're we all here to spit?"

Grigsby did not glance down at him, but judged the sun. "Well, Tom, there's lots of reasons". He reached absently for a pocket that was long gone, for a cigarette that wasn't there. Tom had seen the gesture a million times. "Tom, it has to do with hate. Hate for everything in the Past. I ask you, Tom, how did we get in such a state, cities all junk, roads like jigsaws from bombs, and half the corn­fields glowing with radio-activity at night? Ain't that a lousy stew, I ask you?"

"Yes, sir, I guess so".

"It's this way, Tom. You hate whatever it was that got you all knocked down and ruined. That's human nature. Unthinking, maybe, but human nature anyway".

"There's hardly nobody or nothing we don't hate", said Tom. "Right! The whole blooming caboodle22 of them23 people in the Past who run the world. So here we are on a Thursday morning with our guts plastered to our spines, cold, live in caves and such, don't .....


bombed-out:  destroyed by bombs

Aye:  (dialect) yes.

Canvas: cloth used for painting on

bits and pieces:  small objects of various kinds; here it means they only have few remains of the past.

Shuffled: move a little, but without advancing.

Fancy: ideas

Shed: take off.

Grimy: dirty.

Junk: things that are considered useless; here it means that the cities very destroyed.

Jigsaws: jigsaw puzzles; it means that the roads were cut into irregular shapes.

Ain't: (American) isn't.

lousy stew: very bad thing or action.

Guess: (American) think.



The whole blooming caboodle: the whole bloody group of.

Them: (slang) those.

our guts plastered to our spines: without anything in our stomachs.


 

Tom fissò davanti a lui il luogo dove la fila finiva, oltre le pietre delle mura, distrutte dalle bombe.

"Dicono che lei sorride", disse il ragazzo.

"Sì, lei lo fa" disse Grigsby.

"Dicono che lei è fatta di olio e tela."

"Vero. E quello è ciò che mi fa pensare che lei non è quella originale. L'originale, ora, ho sentito, fu dipinta su legno molto tempo fa."  

"Dicono che lei è vecchia di quattro secoli."  

"Forse di più. Nessuno sa di che anno è, con sicurezza."  

"È del 2061! ".

"Quello è ciò che dicono, ragazzo, sì. Bugiardi. Potrebbe essere 3,000 o 5,000, per quel che ne sappiamo. Le cose erano in una confusione terribile in quel tempo. Tutti ciò che abbiamo ora sono piccoli pezzi.

Trascinavano i piedi lungo le pietre fredde della strada.  

"Quanto tempo passerà prima di vederla? " chiese Tom inquieto.  

"Solo alcuni minuti. L'hanno sistemata con quattro aste di ottone e una corda di velluto, tutte idee per tenere lontano il popolo. Ora sappi, nessuna pietra, Tom; loro non permettono di gettargli pietre contro."  

"Sì, signore."

Il sole sorse in alto nei cieli, portando calore che fece andar via lo sporco dai cappotti e dai grassi capelli degli uomini.  

"Perché siamo tutti qui in fila? " chiese Tom alla fine.

"Perché siamo tutti qui a sputare? "

Grigsby non lanciò uno sguardo a lui, ma si rivolse al sole. "Bene, Tom, ci sono molte ragioni".

Allungo distrattamente la mano per prendere il pacchetto che era andato lungo la tasca per una sigaretta che non era là. Tom aveva visto il gesto un milione di volte. "Tom, lo devi fare con odio. Odi per ogni cosa del Passato. Ti chiedo, Tom, come siamo arrivati in tale stato, le città sono tutte a pezzi, le strade sono come dei puzzle per le bombe, e in mezzo i campi di granoturco emettono luce radioattiva di notte? Non è questo uno schifo ti chiedo? "

"Sì, signore, suppongo di sì."

"È così, Tom. Tu odi qualunque cosa che ti ha buttato giù e ti ha rovinato. E' la natura umana. Non pensandoci, forse, ma è comunque la natura umana."

Non c'è proprio niente o nessuno che non odiamo", disse Tom. "Giusto! L'intero sanguinoso gruppo di quella gente del Passato che correva per il mondo.

 

Così noi siamo in un giovedì mattina senza niente nei nostri stomachi, al freddo, vivendo in caverne e così, non fumiamo, non beviamo, non facciamo niente eccetto le nostre feste, Tom ,le nostre feste."  

E Tom pensò alle feste di alcuni anni prima. L'anno in cui strapparono tutti i libri nella piazza e li bruciarono e ognuno beveva e rideva. E la festa della scienza un mese fa quando trascinarono l'ultima automobile e fecero una selezione secondo il destino (picked lots) ed ogni uomo fortunato che vinceva aveva il permesso di colpire con un martello la macchina.  

"Ti ricordi quello, Tom? Ti ricordi? Perché, ho rotto il finestrino anteriore, il finestrino, capito? Mio Dio, fece un bel suono! Crash! "  

Tom poté sentire il vetro che cadeva in brillanti mucchi.  

"E Bill Henderson, colpì il motore. Oh, fece un lavoro intelligente, con grande efficienza. Wham! "

Ma la miglior festa tra tutte queste, ricordò Grigsby, fu la volta che colpirono una fabbrica che ancora stava tentando di costruire aeroplani.   

"Dio, noi stavamo per farla scoppiare! " disse Grigsby. "E poi trovammo la pianta del giornale ed il deposito delle munizione e li facemmo esplodere insieme. Capito, Tom? "

Tom imbarazzato. "Suppongo".

Era mezzogiorno. Ora gli odori della città rovinata stavano nell'aria calda e le cose strisciavano fra gli edifici caduti.  

"Non ritornerà mai, signore? "

"Cosa, la civiltà? Nessuno la vuole. Non io! ".

"Io potrei sopportarne un po'", disse l'uomo dietro ad un altro uomo. "C'erano delle macchie di bellezza in essa".

"Non preoccupatevi delle vostre teste", gridò Grigsby. "Non c'è neanche posto per quello."

"Ah", disse l'uomo dietro all'uomo "Qualcuno verrà un giorno con immaginazione e la ripristinerà. Ricorda le mie parole. Qualcuno con un cuore."  

"No", disse Grigsby.

"Io dico di sì. Qualcuno con un'anima per le cose belle. Potremmo tornare a un genere di civiltà limitata, il genere dove noi potremmo vivere in pace."

"Prima cosa tu sai che c'è la guerra! " "Ma forse in seguito potrebbe essere diverso."

Finalmente stavano in piedi nella piazza principale. Un uomo in sella stava cavalcando in lontananza nella città. Aveva un pezzo di carta nella sua mano. Nel centro della piazza c'era un'area circondata da corde. Tom, Grigsby e gli altri stavano raccogliendo la loro saliva e muovendosi in avanti - muovendosi in avanti preparati e pronti, con gli occhi larghi. Tom sentì il suo cuore battere fortemente ed agitatamente, e la terra sotto i suoi piedi nudi era calda.




 

smoke, don't drink, don't nothing except have our festivals, Tom, our festivals" .

And Tom thought of the festivals in the past few years. The year they tore up all the books in the square and burned them and everyone was drunk and laughing. And the festival of science a month ago when they dragged in the last motor-car and picked lots" and each lucky man who won was allowed one smash of a sledge-hammer at the car.

"Do I remember that, Tom? Do I remember? Why, I got to smash the front window, the window, you hear? My God, it made a lovely sound! Crash!"

Tom could hear the glass falling in glittering heaps.

"And Bill Henderson, he got to bash" the engine. Oh, he did a smart job of it, with great efficiency. Wham!"

But the best of all, recalled Grigsby, there was the time they smashed a factory that was still trying to turn out aeroplanes.

"Lord, did we feel good blowing it up!" said Grigsby. "And then we found that newspaper plant and the munition depot and explod­ed them together. Do you understand, Tom?"

Tom puzzled over it. "I guess".

It was high noon. Now the odours of the ruined city stank on the hot air and things crawled among the tumbled buildings.

"Won't it ever come back, mister?"

"What, civilization? Nobody wants it. Not me!"

"I could stand a bit of it", said the man behind another man "There were a few spots of beauty in it"

"Don't worry your heads", shouted Grigsby. "There's no room for that, either".

"Ah", said the man behind the man "Someone'll come along some day with imagination and patch it up. Mark my words. Someone with a heart" .

"No", said Grigsby.

"I say yes. Someone with a soul for pretty things. Might give us back a kind of limited sort of civilization, the kind we could live in in peace" .

"First thing you know there's war!" "But maybe next time it'd be different".

At last they stood in the main square. A man on horseback was riding from the distance into the town. He had a piece of paper in his hand. In the centre of the square was the roped-off" area. Tom, Grigsby, and the others were collecting their spittle and moving forward - moving forward prepared and ready, eyes wide. Tom felt his heart beating very strongly and excitedly, and the earth was hot under his bare feet.




picked lots: made a selection by lots (usually pic­king up small sticks).

sledge-hammer: large heavy hammer.

Bash: hit.

Depot:  place where military supplies are kept.

roped-off:  enclosed with ropes


 


































































"Here we go, Tom, let fly!"

Four policemen stood at the corners of the roped area, four men with bits of yellow twine on their wrists to show their authority over other men. They were there to prevent rocks being hurled.

"This way", said Grigsby at the last moment, "everyone feels he's

had his chance at her, you see, Tom? Go on, now!"

Tom stood before the painting and looked at it for a long time. "Tom spit!"

His mouth was dry. "Get on, Tom! Move!"

"But", said Tom, slowly, "she's BEAUTIFUL!"

"Here, I'll spit for you!" Grigsby spat and the missile flew in the sunlight. The woman in the portrait smiled serenely, secretly, at Tom, and he looked back at her, his heart beating, a kind of music in his ears.

"She's beautiful", he said .

The line fell silent. One moment they were berating Tom for not

moving forward, now they were turning to the man on horseback.

"What do they call it, sir?" asked Tom, quietly.

"The picture? Mona Lisa, I think. Yes, the Mona Lisa".

"I have an announcement", said the man on horseback. "The authorities have decreed that as of high noon today the portrait in the square is to be given over into the hands of the populace there, so they may partecipate in the destruction of -"

Tom hadn't even time to scream before the crowd bore him,

shouting and pummeling about, stampeding towards the portrait.

There was a sharp ripping sound. The police ran to escape. The crowd was in full cry, their hands like so many hungry birds pecking away at the portrait. Tom felt himself thrust almost through the broken thing. Reaching out in blind imitation of the others, he snatched a scrap of oily canvas, yanked felt the canvas give, then fell, was kicked, sent rolling to the outer rim of the mob. Bloody, his clothing torn, he watched old women chew pieces of canvas, men break the frame, kick the ragged doth, and rip it into confetti.

Only Tom stood apart, silent in the moving square. He looked down at his hand. It clutched the piece of canvas dose to his chest, hidden.

"Hey there, Tom!" cried Grigsby.

Without a word, sobbing, Tom ran. He ran out and down the bomb-pitted road, into a field, across a shallow stream, not looking back, his hand clenched tightly, tucked under his coat.





Twine: string.

Hurled: thrown violently.

Berating: scolding.

Pummelling: striking, beating.

Scrap: small piece.

Yanked: pulled sharply.

Confetti: small pieces of coloured paper (usually thrown at a wedding or at a carnival party).

bomb-pitted: with holes made by bombs.


 

"Andiamo, Tom, voliamo ! "

Quattro poliziotti stavano in piedi agli angoli dell'area circondata dalle corde, quattro uomini con pezzi di cordicella gialla sui loro polsi per mostrare la loro autorità sugli altri uomini. Loro erano lì per impedire il lancio violento delle pietre.

"Da questa parte", Grigsby disse all'ultimo momento, "ognuno sente di avere la possibilità di vederla,capisci, Tom? Andiamo, ora! "

Tom stava in piedi di fronte al dipinto e lo guardò per molto tempo. "Tom sputa! "

La sua bocca era asciutta. "Sbrigati, Tom! Muoviti! "

"Ma", disse Tom, lentamente "lei è Bella! "

"Ecco, sputerò io per te! " Grigsby sputò ed il missile volò nella luce del sole. La donna nel ritratto sorrise serenamente, segretamente a Tom, e lui le ricambiò lo sguardo, il suo cuore batteva, sentiva come una musica nelle sue orecchie.

"Lei è bella", disse.

La fila precipitò nel silenzio. Prima sgridarono Tom perché non si muoveva in avanti, poi si girarono verso l'uomo a cavallo.

"Come lo chiamano questo, signore? " chiese Tom tranquillamente.

"Il ritratto? Mona Lisa, penso. Sì, la Mona Lisa."  

"Ho un annuncio", disse l'uomo a cavallo. "Le autorità hanno decretato che oggi a mezzogiorno il ritratto nella piazza sarà dato nelle mani del popolo, così che possiate partecipare alla sua distruzione."

Tom non ebbe neanche il tempo di gridare, prima che la folla lo urtasse, gridando e colpendo tutto intorno, e correndo verso il ritratto.

C'era un suono acuto lacerante. La polizia correva per scappare. La folla gridava, le loro mani come uccelli affamati, beccavano il ritratto. Tom si sentì spingere verso il ritratto rotto. Allungandosi di nascosto tra gli altri,lui prese una piccola parte della tela oleosa, la strappò, sentì prendere la tela, poi precipitò, fu calciato, e rotolò verso i margini della folla. Sanguinante, con i vestiti strappati, guardò vecchie donne masticare pezzi di tela, uomini rompere la cornice, calciare stoffa sbrindellata, e lacerarla in piccoli pezzi.



Solo Tom stava in piedi da parte, silenzioso nella piazza movimentata. Guardò la sua mano.

Afferrò il pezzo di tela stretto al suo petto, nascosto.

"Ehi là, Tom! " urlò Grigsby.

Senza una parola, singhiozzando, Tom corse. Lui corse fuori e giù per la strada distrutta dalle bombe, in un campo, attraverso un ruscello poco profondo, senza guardare indietro, e strinse saldamente la sua mano, piegandola sotto il suo cappotto.


 
































































At sunset he reached the small village and passed on through. By nine o'clock he carne to the ruined farm dwelling38. Around back, in the half-silo, in the part that still remained upright, tented over, he heard the sounds of sleeping, the family - his mother, father, and brother. He slipped quickly, silently, through the small do or and lay down, panting.

"Tom?" called his mother in the dark.

"Yes" .

"Where've you been?" snapped39 his father. "l'll beat you in the morning" .

Someone kicked him. His brother, who had been left behind to work their little patch of ground.

"Go to sleep", cried his mother, faintly.

Another kick.

Tom lay getting his breath. All was quiet. His hand was pushed to his chest, tight, tight. He lay for half an hour this way, eyes closed.

Then he felt something, and it was a cold white light. The moon rose very high and the little square of light moved in the silo and crept slowly over Tom's body. Then, and only then, did his hand relax. Slowly, carefully, listening to those who slept about him, Tom drew his hand forth. He hesitated, sucked in his breath, and then, waiting, opened his hand and uncrumpled40 the tiny fragment of painted canvas.

All the world was asleep in the moonlight.

And there on his hand was the Smile.

He looked at it in the white illumination from the midnight sky.

And he thought, over and over to himself, quietly, the Smile, the lovely Smile.

An hour later he could still see it, even after he had folded it carefully and hidden it. He shut his eyes and the Smile was there in the darkness. And it was still there, warm and gentle, when he went to sleep and the world was silent and the moon sailed up and then down the cold sky towards morning.


(From R. Bradbury, The Day It Rained Forever, 1963)

Dwelling: house.

Snapped: broke suddenly with a sharp noise.

Uncrumpled: smoothed the wrinkles from.



 

Al tramonto lui arrivò al piccolo villaggio e lo attraversò. Alle nove lui raggiunse la fattoria rovinata. Intorno, nel mezzo-silo, nella parte rimasta ancora in piedi, sotto la tenda, lui sentì il suono del sonno, la famiglia - sua madre, padre, e fratello. Lui scivolò rapidamente, silenziosamente, attraverso la piccola porta o e si mise giù disegnando.

"Tom? " chiamò sua madre nel buio.

"Sì."

"Dove sei stato? " urlò suo padre. "Ti picchierò di mattina."

Qualcuno lo calciò. Suo fratello, che era andato a lavorare il loro piccolo pezza di terra.

"Vai a dormire", gridò sua madre, debolmente.

Un altro calcio.

Tom riprese fiato. Tutto erano calmi. La sua mano era stretta al petto, saldamente. Lui stette così per mezzora, poi chiuse gli occhi.

Poi sentì qualcosa, ed era una luce bianca e fredda. La luna rosa molto alta e la luce della piccola piazza si muoveva nel silo e lentamente venne la pelle d'oca sul corpo di Tom. Dopo, e solamente dopo, rilassò la sua mano. Lentamente, attentamente, ascoltando quelli che dormivano intorno a lui, Tom si portò avanti la mano. Lui esitò, inspirò nel suo fiato, e poi, aspettando, aprì la sua mano e appiattì il piccolo frammento di tela dipinta.

Tutto il mondo era addormentato nel chiaro di luna. 

E là sulla sua mano era il Sorriso.

Lo guardò nell'illuminazione bianca dal cielo di mezzanotte.

E pensò, tra se e se, quietamente, il Sorriso, il bel Sorriso.

Un'ora più tardi lui ancora poteva vederlo, anche dopo che l'aveva piegato attentamente e l'aveva nascosto. Lui chiuse i suoi occhi ed il Sorriso era lì nell'oscurità. Ed ancora era là, caldo e cortese, quando lui andò a dormire ed il mondo era silenzioso e la luna navigò su e giù per cielo freddo verso mattina.



 






Privacy




Articolo informazione


Hits: 3487
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2021