Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

UNIONE EUROPEA

geografia



UNIONE EUROPEA



NASCE LA CECA (comunità europea per il carbone e acciaio).

Ne fanno parte: Italia, Belgio, Olanda, Germania, Lussemburgo, Francia.

E' una cooperazione per creare un mercato siderurgico.


NASCE LA CEEA (comunità europea per energia atomica) e CEE (comunità economica europea).

Ne fanno parte: Italia, Belgio, Olanda, Germania, Lussemburgo, Francia.

La CEE voleva l'abolizione dei dazi e voleva adattare della misure per la libera circolazione di merci, persone, capitali, servizi.

Cercare di creare una uniformità nelle norme nazionali.



Creare una politica comune in campo agricolo e dei t 818j92i rasporti.

NEGLI ANNI '60

Si iniziano a realizzare i primi obbiettivi:

- Si crea un fondo europea per la politica agricola;

- Si costruisce un consiglio europeo;

- Unione doganale con l'abolizione dei dazi.


Entrano nella CEE: Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca.


Viene eletto il primo parlamento europeo.

NEGLI ANNI '80

Entrano a far parte: Grecia, Spagna, Portogallo.


Viene formato l' atto unico europeo, la CEE viene chiamata CE.

Perché gli obbiettivi che si vogliono raggiungere non sono solo economici ma anche di altra natura.

- Abolizione delle barriere fisiche;

- Abolizione di barriere tecniche (per avere omogeneità nei prodotti)


Firma del trattato di Maastricht

- Unione economica e monetaria, con la creazione di una banca centrale europea.;

- Attuare una maggiore cooperazione in materia di politica estera e di sicurezza;

- Creare la cittadinanza europea.


Entrano a far parte: Svezia, Austria, Finlandia.


Trattato di Amsterdam

Si definiscono la linee per la creazione della moneta unica europea.

Gennaio 2001

Le imprese iniziano la contabilità LIRE/EURO

Gennaio 2002

Circolazione EURO

Marzo 2002

Scompariranno le LIRE, circolazione di solo EURO.


Il Parlamento

Eletto a suffragio universale ogni 5 anni; è considerato il custode e il difensore dei diritti dei cittadini. Infatti i cittadini europei hanno il diritto di presentare petizioni su questioni che riguardano l'Unione Europea. Il parlamento intrattiene relazioni con i parlamentari di ogni stato mediante incontri periodici.


POTERI DEL PARLAMENTO:

Potere legislativo: Potere di bilancio e potere di controllo sull'esecuzioni.

In origine il parlamento aveva solo un ruolo di carattere consultivo, in quanto il compito di proporre e decidere. Le leggi erano affidate alla commissione e al consiglio dei ministri; oggi invece il potere in materia legislativa si è ampliato infatti è prevista una procedure di consultazione, cooperazione e coodecisione del parlamento.

CONSULTAZIONE: il parlamento può esprimere un parere prima dell'adozione di una legge da parte del consiglio dei ministri.

COOPORAZIONE: il parlamento può modificare con propri emendamenti la proposte di legge fatte dalla commissione.

COODECISIONE: con questa procedura il parlamento e il consiglio dei ministri sono posti su un piano di parità nel processo legislativo cioè entrambi devono approvare lo stesso testo di legge.

Potere in materia: il parlamento ogni anno approva il bilancio dell'unione europea; Ciò consente al parlamento di proporre modifiche alla proposte iniziali. In casi eccezionali il parlamento può respingere in blocco il bilancio. Il controllo delle spese verifica che il denaro sia utilizzato per gli obbiettivi stabiliti e contribuisce all'individuazione delle frodi.

Controllo sull'esecutivo: Il parlamento esercita un controllo politico per verificare l'attuazione degli obbiettivi comunitari. Il controllo lo esercita sia sulla commissione sia sul consiglio dei ministri.

COMMISSIONE: Il parlamento ogni 5 anni interviene direttamente nella nomina del presidente dei membri. Inoltre esamina la relazione che la commissione deve presentargli; in casi estremi il parlamento può approvare una nozione di "sfiducia" sull'operazione della commissione obbligata a dimettersi.

Controllo sul consiglio dei ministri: Il presidente dei ministri deve presentare al parlamento il suo programma alla fine del semestre.


Il Consiglio dei Ministri

E' l'organo che ha pieno potere legislativo, infatti si definiscono gli obbiettivi che riguardano l'UE. E' composta da 15 ministri di ciascun paese membro. Le riunioni del consiglio sono su materie differenti (agricoltura, ambiente.) per cui parteciperà il ministra competente per la materia. La presidenza del consiglio  è esercitata a turno dagli stati membri, con scadenza semestrale. Nell'attività legislativa del consiglio è previsto l'intervento del parlamento a seconda che si tratti di una procedura di consultazione, di cooperazione o di coodecisione. Le decisioni del consiglio vengono prese o a maggioranza qualificata o a unanimità; dipende dal tipo di legge che si sta discutendo.

La maggioranza qualificata è pari ai 2/3 o ai 3/5

L'unanimità: viene calcolata sui voti che ogni paese ha avuto attribuiti:

- Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna: 10 VOTI

- Spagna: 8 VOTI

- Belgio, Grecia, Olanda, Portogallo: 5 VOTI

- Austria, Svezia: 4 VOTI

- Irlanda, Danimarca, Finlandia: 3 VOTI

- Lussemburgo: 2 VOTI


CHE LEGGI FA IL CONSIGLIO DEI MINISTRI?

Fa regolamenti, direttive, decisioni, raccomandazioni.

Regolamenti: Sono delle vere e proprie leggi che sono direttamente applicate negli stati membri.

Direttiva: norma che vincola gli stati membri ad emanare leggi per raggiungere gli obbiettivi prefissati.

Decisioni: Somigliano ai regolamenti ma sono indirizzati ad identità specifiche.

Raccomandazioni: non sono vincolanti, ma sono dei consigli che vengono dati per raggiungere determinati obbiettivi.




Privacy




Articolo informazione


Hits: 2062
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024