Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

L'ECONOMIA AUSTRALIANA

geografia



L'ECONOMIA AUSTRALIANA

L'economia dell'Australia è in una fase di profonda trasformazione, iniziata alla fine della seconda guerra mondiale; il processo di industrializzazione avanza rapidamente, anche se l'allevamento costituisce ancora oggi la risorsa principale del Paese, il cui reddito nazionale, valutato 747i87h pro capite, fa dell'Australia uno degli Stati più ricchi del mondo. Nonostante la scarsità del territorio coltivato (solo il 5,8% del totale) e la necessità di provvedere artificialmente all'insufficienza di acqua, l' agricoltura riesce, grazie alla larga applicazione di tecniche moderne, a produrre in notevoli quantità frumento (di cui l'Australia è grande esportatrice, al quarto posto nella graduatoria mondiale), orzo, avena e soprattutto canna da zucchero, la cui coltivazione è diffusa soprattutto nel Queen island e nella Nuova Galles del Sud. Buona è anche la produzione di frutta (dagli ananas alle banane, all'uva e alle arance), che viene esportata favorevolmente approfittando dell'inversione delle stagioni rispetto all'Europa. Le foreste forniscono legno pregiato, ma la produzione è limitata anche perché esse coprono solo i 4,5% del territorio. L'allevamento si basa soprattutto sugli ovini. Sia per numero di capi sia come produttore di lana, l'Australia è di gran lunga al primo posto nel mondo, e naturalmente gli ovini vengono sfruttati anche per le carni. Ingente è pure il numero dei bovini che va aumentando sempre di più. Un certo rilievo hanno la pesca dei crostacei e la caccia alla balena. Il sottosuolo è ricchissimo non solo d'oro, per il quale il Paese è diventato famoso e che ancor oggi dà una produzione che colloca l'Australia al settimo posto tra i produttori mondiali, ma anche di molti altri minerali, dal manganese all'antimonio, al tungsteno, all'uranio, al carbone, al nichel e al rame. Importanza particolare ha l'estrazione dello stagno, del ferro, dello zinco, della bauxite e del piombo, dei quali l'Australia è tra i massimi produttori mondiali. Non mancano il petrolio e il gas naturale. L'industrializzazione , anche se relativamente recente, è molto avanzata: numerose sono le industrie che lavorano prodotti agricoli e zootecnici (conservazione delle carni, industrie tessili e zuccherifici), ma da alcuni decenni si sono affermate anche la siderurgia, la metallurgia, l'industria meccanica (soprattutto aeronautica e automobilistica) e la chimica. L'espansione dell'industria è continua e progressiva, e parallelamente si fa ogni sforzo per aumentare la produzione di energia elettrica, che è tratta in gran parte da fonti termiche, cercando di sfruttare al massimo tutte le risorse idriche. Il commercio con l'estero è molto attivo, e si esportano merci per un valore assai superiore a quello delle merci importate: i porti maggiori sono quelli di Sydney, Melbourne, Fremantle, Newcastle, Adelaide, Brisbane. Le comunicazioni interne, ferroviarie e stradali, non sono ancora sufficientemente sviluppate; data la vastità del Paese, è molto usato il trasporto aereo.






Privacy




Articolo informazione


Hits: 1816
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024