Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Il candidato alla luce delle sue conoscenze ed esperienze, si soffermi su

pedagogia




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Il candidato alla luce delle sue conoscenze ed esperienze, si soffermi su:

  • L'adolescenza tra la fatica di crescere e la gioia di diventare adulti;
  • Il bisogno di comunicazione degli adolescenti;
  • La creazione di un'identità adolescenziale.

Nel 1900, prese corpo in occidente una vera e propria psicologia dell'età evolutiva, interessata ad elaborare teorie specifiche dello sviluppo. Nacque così, e venne studiata solo all'ora quella fase di vita chiamata adolescenza, compresa tra l'età infantile e quella adulta anche se ironicamente, si potrebbe dire che l'adolescenza si sa quando inizia ma non quando finisce , dato che sono in aumento i giovani che per motivi economici o di studio prolungano la permanenza in casa 111g61b dei genitori e la dipendenza da loro. In questa fase avviene così un rinvio artificiale, su basi sociali, della maturità. I giovani vengono esclusi dal sistema produttivo e riproduttivo. I primi medici, pedagogisti e psicologi fornirono la nozione dell'adolescenza come età critica della vita attribuendogli una consistenza e drammaticità superiore a quella reale. Oggi sappiamo che l'adolescenza non deve essere necessariamente una fase di crisi, ma anche che l'entrata nella maturità spesso implica ansie e frustrazioni date dai cambiamenti biologici del corpo e dal totale mutamento d'identità. Il disagio adolescenziale rappresenta ed interpreta un passaggio di transizione esistenziale verso un processo di autonomia ed un percorso di progressiva emancipazione dalle figure cardine della prima infanzia, non privo di arresti, di stasi, di drammatici regressi e rifiuti di crescita tramite trasgressioni, sconfessioni di norme e criteri precostituiti e confutazioni di punti di vista più o meno imposti. La percezione di inadeguatezza adolescenziale comporta la volontà di superamento dei modelli della fanciullezza, dei suoi affetti, delle sue norme, dei suoi tabù e divieti, ma anche degli agi, cercando, in opposizione, i continua apicali del rischio, della sfida contro qualsiasi tipo di ostacolo. Sul piano sessuale l'adolescente sperimenta l'abbandono del corpo infantile per acquisirne uno adulto. Compaiono i caratteri sessuali secondari e si raggiunge la maturità riproduttiva. Per alcuni ragazzi tutto ciò può essere sconvolgente perché si sentono impreparati e impotenti di fronte all'esplosione del loro corpo. La tempesta ormonale tipica di questa età può mettere a disagio perché la società chiede di controllare le proprie pulsioni sessuali, originando ansie e tensioni. Alcuni possono reagire cercando di nascondere la nascente sessualità per prolungare il più possibile la propria infanzia mentre altri possono esasperarla assumendo precocemente dei comportamenti e abbigliamento "da grandi" per sentirsi più adulti. L'adolescenza, oltre alla crescita corporea, è contrassegnata dalla definizione dell'identità, come già citato precedentemente. Il ragazzo abbandona lentamente il concetto di sé costruito sull'opinione dei genitori per sostituirlo ad una considerazione di sé derivata dai giudizi dei coetanei, per la quale sono di fondamentale importanza l'aspetto fisico, l'attrazione sessuale, l'intelligenza. L'adolescente può sentirsi valutato negativamente in alcuni di questi settori e ciò comporta inevitabilmente ansia, frustrazione o l'atteggiarsi in modo compensativo, nel tentativo di primeggiare in ambiti in cui si è considerati poco abili. Questa fase dello sviluppo mette a dura prova la comunicazione fra genitori e figli è la fase adolescenziale. La conflittualità tra i bisogni di autonomia e di protezione dell'adolescente si esprimono all'interno della famiglia attraverso nuove e diverse forme di comunicazione sia verbali come silenzi,aggressività verbale, aumento dei conflitti, provocazioni, che non verbali come modo di vestire e di atteggiarsi, rapporto con il cibo, modalità di gestire gli spazi personali. La fase dell'adolescenza caratterizzata da comportamenti che vanno dalla solitudine all'irrequietezza, dal rifiuto delle regole familiari (fino ad allora accettate) al rifiuto scolastico, dalle nuove richieste ed esigenze relative al desiderio di avere il motorino, di andare in discoteca, di non avere orari da rispettare, comporta delle irregolarità di condotta nel contesto familiare, che rischiano di compromettere in modo drastico la comunicazione all'interno della famiglia. La comunicazione fra genitori e figli può, quindi, diventare difficile, i genitori possono sentirsi insicuri, poco informati, e i figli possono sentirsi incompresi, non ascoltati, e non trovare argomenti da condividere con i genitori. Per i genitori è importante essere flessibili e cambiare le modalità comunicative adottate: mantenere il rapporto maturato con il figlio dall'infanzia rischia, infatti, di portare incomprensioni e continue ed esasperate richieste e provocazioni da parte del ragazzo, con il rischio di compromettere il dialogo e di rompere i rapporti. L'ingresso nell'adolescenza comporta anche il perfezionare la capacità di ragionare in astratto, sapere valutare differenti ipotesi, valutare le conseguenze di una scelta.. Queste abilità sono presenti anche prima dei dieci anni, ma dopo i dodici anni la persona acquisisce la consapevolezza delle potenzialità del proprio pensiero, lo valorizza, vi riflette. Il raggiungere la capacità di riflettere sul proprio pensiero e su quello degli altri permette al giovane di prendere in considerazione idee differenti dalle proprie e la qualità delle relazioni muta, venendo meno il carattere egocentrico dell'epoca infantile. Eventuali successi in ambito cognitivo, quali buoni risultati scolastici, aiutano l'adolescente a rafforzare la propria autostima. La capacità di pensare a differenti possibilità rispetto alla situazione presente fa sì che l'adolescente possa diventare piuttosto critico nei confronti della sua realtà, immaginando soluzioni di vita ideali. Spessa questa possibilità non coincidono con i progetti delle figure di riferimento del giovane, ma è attraverso queste capacità di pensiero che s'inizia a sviluppare la propria individualità. La possibilità di pensare in astratto permette al giovane di fare i primi progetti per il futuro, immaginarsi "da grande" e prendere le prime decisioni importanti, quali la scelta della scuola o del lavoro. La maturazione dell'individuo è un processo molto lungo che dura l'interezza della vita e non si esaurisce con il termine dell'adolescenza.










Privacy




Articolo informazione


Hits: 1243
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2021