Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Analisi della città e del territorio

architettura




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di



Corso in  Analisi della città e del territorio 01ABQ


Seminario                             n° 01


Saggio   P. BAIROCH (1992), Storia della città. Dalla

Proto-urbanizzazione all'esplosione urbana del Terzo Mondo, Milano, Jaca Book, pp.9-65


Data 25.02.2001





AUTORE

Paul Bairoch, (1930-1999) è stato uno dei più illustri studiosi di storia economica di questo secolo.

Studiò a Parigi e a Bruxelles.

Nel 1956 iniziò a fare ricerche nel campo dello sviluppo economico dapprima all'École pratique des hautes études di Parigi e al Budget and Research Department dell'American Joint Distribution Committee di Ginevra per uno studio sulla Francia e poi dal 1959 al 1966 all'Istituto di Sociologia dell'Université libre di Bruxelles per studi a livello regionale e internazionale.

Fu professore associato presso l'Université libre di Bruxelles; dal 1967 al 1969 fu consigliere economico al GATT di Ginevra. Divenne professore all'Università di Bruxelles, a quella di Parigi e di Montreal. e fu direttore del Dipartimento di Storia Economica dell'Università di Ginevra per due volte e del Centre d'historie économique internazionale di Ginevra.


OPERE

È l'autore di una quindicina di volumi e di un centinaio d'articoli.

Tra le sue opere: Révolution industrielle et sous-développement, SEDES, Paris, 1963 (trad. it.: Rivoluzione industriale e sottosviluppo, Einaudi, Torino, 1967); (con G. THORN) La formation des prix des fruits, légumes et produits laitiers, Institut de Sociologie, Bruxelles, 1964; Diagnostic de l'évolution économique du Tiers-Monde, 1900-1966, Gauthier-Villars, Paris, 1967; Agriculture and the Industrial Revolution, Collins, London, 1969; Le Tiers-Monde dans l'impasse, Gallimard, Parigi, 1971 (trad. it.: Lo sviluppo bloccato: l'economia del Terzo Mondo tra il 19° e il 20° secolo, Einaudi, Torino, 1976); Commerce extérieur et développement économique de l'Europe au XIX siècle, Mouton, Paris-La Haye, 1976; Taille de villes, conditions de vie et développement économique, Ècole des hautes études en sciences sociales, Paris, l977; De Jéricho à Mexico. Villes et économies dans l'histoire, Gallimard, Paris, 1985 (trad. it.: Il fenomeno urbano nel terzo mondo, Harmattan, Torino, 1997); Cities and Economic Development. From the Dawn of History to the Present, The University of Chicago Press, Chicago, l988; Economics and World History: Mythes and Paradoxes, The University of Chicago Press, Chicago, 1993 (trad. it.: Economia e storia mondiale: miti e paradossi, Garzanti, Milano, 1996); Victoires et deboires: histoire économique et sociale du monde du XVIe siècle a nos jours, Gallimard, Paris, 1997 (trad. it.: Storia economica e sociale del mondo: vittorie e insuccessi dal 16° secolo a oggi, Einaudi, Torino, 1999). Ha diretto (con P. ANDERSON, M. AYMARD, W. BARBERIS e C. GINZBURG) la Storia d'Europa Einaudi.





IL LIBRO

La narrazione è condotta con stile impeccabile ma al tempo stesso piacevole alla lettura.

Questa storia dell'urbanizzazione del mondo conduce il lettore in un viaggio affascinante che va dalla rivoluzione dell'agricoltura dell'età neolitica (che vede il passaggio da un'economia basata sulla pesca e sulla caccia a un'economia basata sull'agricoltura, passaggio fondamentale per la nascita del fenomeno urbano ) alla nascita delle grandi metropoli dopo le guerre mondiali.



Secondo Bairoch, la diversità e la molteplicità dei fattori storici specifici di ciascuna società impediscono che si attui un unico modello di sviluppo. La storia della nascita delle città è la risultante di innumerevoli fattori (macchinismo, guerre, crescita economica, disparità fra le regioni, ineguale ripartizione delle ricchezze ecc.) e, soprattutto, cambia notevolmente col cambiare della periodizzazione storica.

Così egli decide di dividere la trattazione in quattro parti:

La prima, tratta del periodo dal 5000 a.C. al 2700 a.C. che è definito della proto-urbanizzazione e interessa tutto il mondo con la nascita del fattore urbano ma non ancora con la nascita delle città.

La seconda va dal 2700 a.C. con la nascita delle prime civiltà urbane e termina nel 1700 d. C. per il venirsi a creare di una nuova situazione: la rivoluzione industriale.

La terza parte comincia con la rivoluzione industriale e riguarda tutti i paesi che vengono ad essere coinvolti da questo fenomeno. Come la rivoluzione neolitica quella industriale è stata una tappa fondamentale dell'urbanizzazione e anch'essa trova le sue radici in una componente agricola. I cambiamenti storici avvengono grazie a «rotture fondamentali» nella storia dell'umanità, nessuna delle quali però - con la sola eccezione della nascita dell'agricoltura nel Neolitico - ha altrettanto profondamente inciso quanto la rivoluzione industriale, la «madre del mondo attuale», responsabile tanto della sua ricchezza quanto della sua miseria. Bairoch sottolinea poi l'emergere delle megalopoli analizzando i dati che vedevano prima dello scoppio della prima guerra mondiale solo otto città con più di 2.000.000 di abitanti e dalla seconda guerra mondiale la quantità innumerevole di metropoli che si sono venute a creare nei paesi sviluppati.

La quarta parte, infine, tratta di quella che è stata definita l'inflazione urbana del Terzo Mondo che, interessando i due terzi della popolazione mondiale, viene trattata come una tappa a sé stante.


Il testo è ricco di dati statistici aggiornati, informazioni e di dati numerici delle popolazioni di quasi tutti i paesi del mondo e dell'incremento dell'agricoltura che ha portato come conseguenza la Rivoluzione Industriale, ha un apparato di tabelle sui vari aspetti dei processi demografici ed economici che vengono trattati e che sono alla base delle considerazioni che costituiscono il trattato.


Per la trattazione di questo saggio Bairoch ha attinto a svariate fonti: in parte testi già scritti da lui e in parte testi originali di altri autori.







Privacy




Articolo informazione


Hits: 1643
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2021