Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

SUDDIVISIONE CAVITA' TORACICA, MEDIASTINO, CAVITA' PERITONEALE E PERITONEO, SUDDIVISIONE CAVITA' PERITONEALE

anatomia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di


ALTRI DOCUMENTI

Sistema nervoso - TRONCO ENCEFALICO, PONTE, CERVELLETTO, TELENCEFALO
Fegato - Segmentazione epatica - FUNZIONI
Libro di riferimento: "Wheater Istologia e Aatomia microscopica"
Apparato cardiocircolatorio - CIRCOLAZIONE, Circolazione venosa
L'APPARATO CIRCOLATORIO, Il cuore, Il sistema arterioso, Il sistema venoso
Dotto Toracico
CARATTERISTICHE GENERALI - CUORE
Il rene
APPARATO CIRCOLATORIO LINFATICO - VASI LINFATICI, LINFONODI

SUDDIVISIONE CAVITA' TORACICA

MEDIASTINO: delimitato sui due lati dalla pleura parietale mediastinica, in avanti dallo sterno e dalle cartilagini costali, posteriormente dai corpi delle vertebre toraciche, in alto dall'apertu 838h71i ra superiore del torace e, inferiormente, dal muscolo del diaframma.

superiore: situato dal manubrio dello sterno, in avanti, e dalle prime quattro toraciche indietro. Contiene:

 -timoèfino alla pubertà, dopo i suoi residui e alcuni linfonodi nell'adulto

 -vene anonime destra e sinistraèsi formano dalla confluenza delle vene giugulare interna e succlavia destra e sinistra



 -vena cava superioreècon il tratto extrapericardico che si forma dalla confluenza delle vene brachiocefaliche a livello della I cartilagine costale destra

 -arco aorticoèe radici dei tre rami che originano, da destra a sinistra sono l'arteria anonima, la carotide comune sinistra e l'arteria succlavia sinistra

 -nervi vaghi destro e sinistroèpassano posteriori alle rispettive arterie sternoclavicolari e alla vene anonime, per raggiungere il mediastino superiore, dove generano i nervi laringei ricorrenti, i cardiaci, i tracheali ed esofagei

 -nervi frenici destro e sinistroèraggiungono il diaframma dopo aver attraversato longitudinalmente la cavità toracica. Superiormente decorrono nel mediastino superiore, inferiormente fra la pleura parietale mediastinica e il pericardio fibroso del lato corrispondente, passando davanti al peduncolo polmonare

 -plesso cardiacoèsituato con la parte superficiale davanti al peduncolo polmonare

 -tracheaètermina nel mediastino superiore suddividendosi nei bronchi di destra e sinistra a livello dell'angolo sternale

 -esofagoèin rapporto, a sinistra con l'arco aortico, anteriormente con la trachea, posteriormente con le prime quattro toraciche

 -dotto toracicoèsi sposta progressivamente verso sinistra dirigendosi obliquo verso la VI cervicale

inferiore: si divide in

¤anteriore: situato tra il corpo esterno, in avanti, e il pericardio indietro. Contiene il connettivo lasso in cui sono immersi i linfonodi, rami dell'arteria toracica interna, i legamenti sternopericardici e parte del timo o i suoi residui

¤medio: contiene il cuore avvolto dal pericardio, l'aorta ascendente, il tratto intrapericardico della vena cava superiore, la parte terminale della vena azygos che si apre nella cava superiore, i due bronchi principali, il tronco polmonare e i suoi rami (arteria polmonare dx e sn, vene polmonari dx e sn, nervi frenici, parte profonda del plesso cardiaco)

¤posteriore: delimitato in avanti dl pericardio, inferiormente e avanti dal diaframma e indietro dalla colonna, nel tratto tra la IV e la XII toracica. Contiene:

 -aorta toracicaècontinuazione dell'arco dell'aorta. Inizia dalla T4 e scende nel mediastino posteriore decorrendo a sinistra i corpi delle toraciche. Scendendo si porta verso il piano mediano. In rapporto a sinistra con la pleura mediastinica e a destra con il dotto toracico e la vena azygos. Termina alla T12

 -dotto toracico dotto linfatico principale. Inizia dalla cisterna del chilo, attraversa l'orifizio aortico del diaframma, decorre nel mediastino posteriore a ridosso delle ultime sette toraciche. A livello della T5 e T6 va a sinistra dietro l'esofago e raggiunge il mediastino superiore e termina nel punto d'unione della giugulare interna con la succlavia sinistra

 -esofago si estende tra la T6 e la T12 per continuare con lo stomaco. Nel torace occupa il mediastino superiore poi il mediastino posteriore e a livello della T10 attraversa l'orifizio del diaframma con i nervi vaghi

 -nervi vaghi sotto la biforcazione tracheale forniscono rami alle arterie dei bronchi e polmoni e si anastomizzano e con i rami del simpatico toracico a formare il plesso esofageo

 -vena azygos origina nell'addome come continuazione della vena lombare ascendente destra, attraversa il diaframma e decorre nel mediastino posteriore a destra dei corpi vertebrali. Sbocca nella cava superiore del mediastino medio

 -vena emiazygos nasce a livello dell'addome come continuazione della vena lombare ascendente sinistra, attraversa il diaframma e decorre nel mediastino posteriore a sinistra dei corpi vertebrali, a livello T7 e T8 passa dietro all'aorta e al dotto toracico e sbocca nella azygos

 -porzione toracica catena simpatico i tronchi simpatici e i gangli sono in continuità con i tronchi simpatici cervicali e lombari; decorrono nel mediastino a ridosso delle teste delle coste nelle parte superiore del torace, vicino alle articolazioni costovertebrali nella parte media e ai lati del corpo delle vertebre in quella inferiore

 -nervi splancnici toracici grande, piccolo e minimo, costituiti da fibre pregangliari ortosimpatiche che attraversano il diaframma e terminano nei gangli prevertebrali dell'addome. Forniscono l'innervazione simpatica a maggior parte dei visceri addominali




CAVITA' PERITONEALE E PERITONEO

Il peritoneo è una membrana sierosa estesa e continua:

peritoneo parietale nelle porzioni in cui riveste la parete addominale

peritoneo viscerale quando ricopre i visceri

La cavità peritoneale è lo spazio compreso tra il foglietto parietale e quello viscerale, virtuale poiché gli organi sono a stretto contatto. Contiene una piccola quantità di liquido che forma un velo sottile con funzioni lubrificanti sulla superficie dei visceri e la parete addominale interna, favorendo i movimenti degli organi

organi peritoneali: ricoperti dal peritoneo viscerale

organi extraperitoneali o retroperitoneali: si trovano fra il peritoneo parietale e la cavità addominale

Il peritoneo forma dei sistemi di connessione fra organi diversi o fra gli organi e la parete addominale attraverso:

mesi: costituiti da un doppio foglietto peritoneale che parte dall'organo peritoneale e raggiunge la parete dell'addome. I mesenteri contengono nel loro spessore vasi sanguiferi e linfatici, nervi, linfonodi e tessuto adiposo. I visceri sono dotati di mesentere sono mobili a seconda della sua lunghezza.

omenti: costituiti dal doppio foglietto peritoneale che unisce organi vicini

 -piccolo omento si dispone fra la piccola curvatura gastrica e la parte prossimale del duodeno da un lato e il fegato dall'altro

 -grande omento piega peritoneale, sulla grande curvatura dello stomaco e sul margine inferiore della prima parte della porzione superiore del duodeno, che scende nello spazio fra le anse intestinali e la parete anteriore dell'addome formando una specie di grembiule che si ripiega indietro su se stesso e risale per inserirsi sul margine inferiore del colon trasverso. I foglietti anteriori discendenti si fondono con i foglietti posteriori ascendenti obliterando quello indicato come recesso inferiore della borsa omentale. I margini inferiore e laterali sono liberi, può spostarsi in base ai movimenti peristaltici delle anse intestinali

legamenti peritoneali: costituiti da pieghe peritoneali a doppio foglietto, come il legamento falciforme, che unisce il fegato alla parete addominale anteriore e alla superficie inferiore del diaframma.

SUDDIVISIONE CAVITA' PERITONEALE: può essere suddivisa in due compartimenti

grande cavità peritoneale: si estende dal diaframma alla pelvi, il mesocolon trasverso è la piega peritoneale che contiene il colon trasverso e lo lega alla parete addominale posteriore, divide la cavità in un compartimento sovramesocolico che contiene stomaco, fegato e milza; e uno sottomesocolico, che contiene l'intestino tenue e il colon ascendente e discendente, si trova dietro al grande omento ed è suddiviso dal mesentere del tenue nel sottomesocolico destro e sinistro. I compartimenti comunicano tramite le docce paracoliche, lungo il margine mediale e laterale del colon discendente.

piccola cavità peritoneale o borsa omentale: situata dietro lo stomaco e il piccolo omento, presenta un recesso superiore limitato in alto dal diaframma e dal foglietto posteriore del legamento coronario del fegato. Il recesso inferiore si insinua fra le pagine del grande omento , spesso fuse tra loro. Comunica con la grande cavità tramite il forame epiploico delimitato anteriormente dal margine libero del piccolo omento, che contiene il dotto coledoco, l'arteria epatica e la vena porta; posteriormente dalla vena cava inferiore; superiormente dal processo caudato del lobo caudato del fegato; inferiormente dalla prima porzione del duodeno.

ASPETTO SUPERFICIALE INTERNO: la superficie interna della parete antero-laterale dell'addome, ricoperta dal peritoneo, presenta un'importante punto di riferimento, l'ombelico, che consente di dividerla in due porzioni:

sovraombelicale percorsa dalla piega peritoneale che parte dall'ombelico e va in alto e indietro per raggiungere il fegato, di cui costituisce il legamento falciforme. Il margine libero contiene il legamento rotondo del fegato, che collega l'ombelico con la faccia epatica viscerale

sottombelicale presenta cinque pieghe ombelicali

 -piega ombelicale mediana, dall'apice della vescica urinaria all'ombelico e va in alto e indietro per raggiungere il fegato, che collega l'ombelico con la faccia epatica viscerale

 -due pieghe ombelicali mediali, da pareti laterali della vescica all'ombelico e rivestono legamenti ombelicali medi, contengono residui fibrosi delle arterie ombelicali

 -due pieghe ombelicali laterali, si dirigono in alto e medialmente e rivestono i vasi epigastrici inferiori e li contengono

Fanno capo all'ombelico con quattro cordoni fibromuscolari, residui di condotti persi durante lo sviluppo dell'embrione e del feto. La presenza di pieghe determina sei depressioni:

 -due fossette sopravescicali, tra le pieghe mediana e media

 -due fossette inguinali mediali, tra le pieghe media e laterale

 -due fossette inguinali laterali, lateralmente alle pieghe inguinali laterali







Privacy

Articolo informazione


Hits: 10796
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2018