Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
  • Architettura
    Biologia
    Diritto
    Economia
    Educazione fisica
    Filosofia Pedagogia Psicologia Religione Sociologia
    Generale
    Geografia
    Italiano
    Letteratura
    Marketing
    Medicina
    Scienze
    Storia
    Tecnica




Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Max WEBER (1864-1920) PENSIERO

sociologia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di


ALTRI DOCUMENTI

L'Italia del Duce - Società, cultura, famiglia, condizione femminile e costume sotto il "virile" regime fascista
L'IMMIGRAZIONE
Le conseguenze inattese della burocrazia nell'analisi di Robert Merton
Concetti e Pratica nelle Ricerca Sociale - Scelta e definizione del problema
SCIENZE SOCIALI - BREVE INTRODUZIONE SULLA FOLLIA NELLA STORIA.
Il COGNITIVISMO
COMTE - (1798-1857) - Il positivismo
Karl MARX (1818-1883): Contraddizione interna ai sistemi economici
Elisa = Prima Esercitazione I semestre
Glossario

Max WEBER

                                       (1864-1920)

PENSIERO
Centrale nel pensiero di Weber è l'esigenza di una approfondita riflessione sui metodi che dovrebbero consentire non soltanto alla sociologia, ma a tutte le scienze storico-culturali di rivendicare un autentico carattere scientifico.

Si tratta di elaborare robuste strutture log 444b17e iche che consentano alle scienze storiche e sociali di raggiungere risultati validi e verificabili.

A tale scopo è però anzitutto necessario chiarire che queste scienze sono avalutative, non possono decidere nulla circa i "valori", vale a dire circa le ragioni delle nostre scelte politiche, morali e religiose. Una scienza empirica non può mai insegnare a nessuno ciò che egli deve fare, ma può insegnargli soltanto ciò che egli può fare, in base ai mezzi a sua disposizione e alle condizioni storiche in atto. Politica e scienza risultano perciò distinte perché le scienze non possono fondare e determinare tali scelte politiche, morali e religiose. La razionalità è il metodo per comprendere e operare nelle situazioni storico-sociali in modo coerente.
La sociologia, considera le "uniformità di atteggiamento" umano che si realizzano nei fenomeni storici e sociali. Oggetto della sociologia sono proprio quegli "atteggiamenti umani che si riferiscono all'agire altrui". Per Weber dunque, a differenza del positivismo, non ci sono "fatti sociali" originari, e anteriori all'azione e intenzione dei singoli uomini, ma soltanto forme di "agire sociale", risultanti dall'atteggiamento di uno o più individui in rapporto all'agire di altri individui.
I "tipi ideali", vale a dire i concetti generali di certe realtà storiche e sociali (cristianesimo, capitalismo, ecc.; Stato, Chiesa, setta, ecc.) hanno un carattere utopico, poiché indicano dei modelli razionali a cui si deve comparare la realtà per poterla comprendere. Essi consentono alla scienza storica e sociale di connettere razionalmente i processi storici e sociali.
Weber però sottolinea anche la tendenza dei processi di razionalizzazione della vita a trasformarsi da mezzi in fini assoluti, rivoltandosi quindi contro l'uomo e trasformandosi perciò in irrazionalità. La razionalizzazione del mondo si profila quindi sempre più come un processo che chiude l'uomo in una sorta di "gabbia d'acciaio" creata da lui medesimo: il guadagno, divenendo capitale, da mezzo si trasforma in fine autonomo dotato di proprie leggi.
Alla responsabilità della persona davanti a se stessa si sostituisce quella del funzionario di fronte all'istituzione e si fa sempre più acuta la crisi dovuta al contrasto tra i criteri a cui l'uomo obbedisce come specialista, come professionista, e quelli a cui obbedisce come uomo.
A queste contraddizioni e crisi, provocate dalla razionalizzazione del mondo tipica della civiltà europea moderna, non è possibile sfuggire; si tratta di comprendere che la razionalità non è affatto l'opposto della libertà né questa libertà è una scelta irrazionale, poiché nessuno è mai così libero come colui che muove da un'esatta e consapevole conoscenza del rapporto tra fini e mezzi. Compito dell'uomo non è sperare in un impossibile arresto o inversione del processo di razionalizzazione, ma prenderne coscienza, al fine di muoversi al suo interno con la maggiore consapevolezza possibile dei motivi ultimi del proprio agire.

Weber si spinge ancora avanti nell'analizzare le condizioni necessarie al buon funzionamento del capitalismo. Oltre alla morale, indica quali fattori essenziali, lo Stato di diritto, cioè un sistema di leggi certe e affidabili, una burocrazia statale efficiente per applicarla.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2585
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019