Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

FRESATRICI - CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI

tecnologia meccanica



FRESATRICI


CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI



Le fresatrici si distinguono principalmente per la disposizione dell' albero portafresa e per le possibilità di movimento della tavola portapezzo.

Si classificano in :


I Orizzontale

I

I Verticale

I



Fresatrice I Universale

I

I Per attrezzisti

I

I Speciale






























-Fresatrice orizzontale : impiega frese montate su un albero orizzontale. Serve per spianare e per eseguire scanalature o profilature rettilinee.

Il pezzo in lavorazione può essere mosso solamente nelle tre direzioni x, y, z, mediante lo spostamento della tavola portapezzo.

L' utensile caratteristico è la fresa a taglio periferico.





Per aumentare le possibilità di lavorazione delle fresatrici orizzontali sono disponibili teste verticali semplici o universali che permettono di eseguire lavorazioni che normalmente si effettuano con le fresatrici verticali.


- Fresatrice universale : è derivata della fresatrice orizzontale e differisce da questa per il gruppo di sostegno del pezzo. E' dotata di una piattaforma girevole disposta sulla slitta trasversale, che consente una grande varietà di lavorazioni.

La fresatrice universale è solitamente dotata dei seguenti accessori :

una testa universale a dividere (divisore), che permette di dare al pezzo un moto di rotazione o variazioni angolari ben definite;

- una contropunta, per il fissaggio di pezzi tra le punte, analogo a quello usato sul tornio;

- una testa porta-fresa verticale che può sostituire l'albero orizzontale. Questa testa può essere inclinata e quindi si possono eseguire accurate spianature di superfici inclinate.

Gli spostamenti che è possibile conferire al pezzo in lavorazione sono i tre moti di traslazione x,y,z e la rotazione del pezzo attorno all'asse z.

La presenza della piattaforma girevole rende la fresatrice universale meno robusta di una corrispondente fresatrice orizzontale di pari grandezza e costruzione.

La fresatrice universale serve per seguire svariate forme fresate come le eliche, le punte da trapano, gli alesatori, gli ingranaggi elicoidali, ecc..

Non sono adatte per produzioni in serie, ma per piccoli lotti.

- Fresatrice verticale : è fornita di un albero portafresa verticale inclinabile. Serve per spianare e per eseguire scanalature e profilature rettilinee o circolari.

La testa portafresa può ruotare fino a disporre l' asse del mandrino in posizione orizzontale. L' utensile caratteristico è la fresa a taglio periferico e frontale.

- Fresatrice per attrezzisti : sono macchine di piccola potenza estremamente versatili, che possono essere trasformate a seconda delle lavorazioni da eseguire, grazie alla loro struttura ed alle numerose attrezzature di cui sono dotate.

Sono impiegate per la fresatura di pezzi, anche molto complessi, come punzoni e matrici per stampi di ogni genere.

- Fresatrice speciale : é utilizzata per le lavorazioni in serie. E' studiata in modo da rendere automatico il ciclo di lavoro, limitando l' intervento dell' operaio a poche operazioni, e possibilmente al solo carico e scarico del pezzo ed all' avviamento della macchina.









ATTREZZATURE APPLICABILI ALLE FRESATRICI





Tavola circolare : è un apparecchio a dividere meccanico che spesso viene montato, oltre che sulle fresatrici, anche su trapani ed alesatrici.

Consente di ruotare la tavola portapezzo mediante lettura diretta in gradi, incisa sul bordo esterno della piattaforma.



- Tavola inclinabile : permette di orientare il pezzo, fissato superiormente, secondo un determinato angolo.




































LE PRINCIPALI LAVORAZIONI ALLA FRESATRICE





- Fresatura di superfici piane : può essere effettuata sia con frese a taglio periferico che con frese a taglio frontale.


- Fresatura di scanalature : possono essere eseguite sia con una fresa a tre tagli su una fresatrice orizzontale sia con una fresa a candela, detta anche a codolo, su fresatrice verticale.

Mediante la fresa periferica a tre tagli si ottiene una scanalatura con una finitura superficiale migliore, soprattutto sui fianchi in quanto la fresa a candela è più soggetta a sforzo di flessione.


Le scanalature laterali possono essere eseguite sia con una fresa a disco a tre tagli che con una fresa a candela. Il vantaggio della fresa a tre tagli è che si possono montare contemporaneamente due frese, opportunamente distanziate, per una lavorazione di due scarichi laterali uguali.

Si possono eseguire scanalature a T utilizzando frese speciali a T, montate sull' albero di una fresatrice verticale. La scanalatura a T può essere eseguita in una sola passata o in più passate se la fresa ha dimensioni minori della scanalatura.


- Fresatura di cave per chiavette o linguette : si usano frese cilindriche frontali a due taglienti, calibrate, che danno una larghezza della cava con tolleranza H7.


- Fresatura di ruote dentate a denti diritti : in generale le ruote dentate sono costruite mediante macchine utensili denominate "dentatrici". Per lavorazioni in piccola serie con precisione costruttiva limitata, si può ricorrere alla fresatrice universale dotata di divisore. Si usano le frese a profilo costante, che hanno la stessa forma del vano della ruota da costruire, dette frese modulari (tab. UNI4501).

Il dente di fresa, affilato secondo piani radiali successivi, mantiene, ad ogni affilatura, il medesimo profilo. Si deve utilizzare il divisore per consentire uno spostamento angolare preciso.

Per costruire le ruote dentate di qualsiasi modulo e numero di denti, bisognerebbe disporre di un numero infinito di frese. In pratica, i moduli adottati sono 33 e con la medesima fresa modulare si costruiscono ruote dentate con un numero di denti variabile in un dato intervallo.


- Fresatura di cremagliere : allo scopo si utilizza una testa portafresa che fa ruotare la fresa stessa attorno ad un asse parallelo alla tavola portapezzo.

Il moto di alimentazione viene impresso trasversalmente alla tavola sino a ricavare un vano completo della cremagliera, dopo di che, bisognerà spostare longitudinalmente la tavola di una quantità pari al passo della cremagliera.


- Fresatura di camme : la camma è una piastra con profilo variamente sagomato, utilizzata per realizzare movimenti automatici di organi meccanici.

Le camme impiegate su macchine automatiche sono caratterizzate da tratti di profilo diversi, a seconda della fase di lavoro che devono comandare. Possono essere inoltre utilizzate per comandare l' apertura e la chiusura delle valvole di aspirazione e scarico dei motori endotermici, come dispositivi di chiusura o bloccaggio, ecc.

Le camme vengono solitamente costruite con una fresatrice universale dotata di divisore.


- Fresatura elicoidale : si utilizza allo scopo una fresatrice universale attrezzata con apparecchio divisore.

Per eseguire una scanalatura elicoidale è necessario che al pezzo siano conferiti contemporaneamente un moto di rotazione attorno al proprio asse ed un moto di traslazione nella direzione dell' asse stesso. Ne consegue un moto di avanzamento elicoidale. Occorre inoltre ruotare la tavola portapezzo di un' angolo pari all' inclinazione dell' elica.

Una scanalatura elicoidale può essere eseguita con una fresa a disco o con una fresa a codolo.

La fresa a disco non permette di ottenere i fianchi tra loro paralleli e deve essere scelta di diametro più piccolo possibile per inserirsi meglio nella curva della scanalatura. Con una fresa a candela invece si ottiene sempre una scanalatura con i fianchi tra loro paralleli.


- Fresatura di ruote dentate cilindriche a denti elicoidali : gli ingranaggi elicoidali offrono molti vantaggi rispetto a quelli a denti diritti e trovano impiego sempre maggiore nelle costruzioni meccaniche.

Diversamente dagli ingranaggi a denti diritti, nei quali i denti entrano in presa simultaneamente su tutta la loro lunghezza e si trovano così sottoposti istantaneamente al carico totale, i denti elicoidali entrano in contatto gradualmente ed il carico è applicato con azione progressiva. Inoltre i denti, contemporaneamente in presa, sono più di uno ed il carico risulta così ripartito su più denti.

A parità di modulo, gli ingranaggi elicoidali possono trasmettere una maggiore potenza rispetto a quelli a denti diritti, con un funzionamento più dolce e meno rumoroso.

Un' inconveniente della dentatura elicoidale è rappresentato dalla spinta assiale, dovuta appunto all' inclinazione dei denti; per neutralizzarla si ricorre ad appositi cuscinetti di rotolamento reggispinta.

La costruzione di una ruota a denti elicoidali è inoltre più costosa di una a denti diritti.

Per quanto riguarda la fresa, questa deve essere scelta in base alla sezione normale del vano tra i denti.

La costruzione di una ruota dentata cilindrica a denti elicoidali è realizzata analogamente alle fresature elicoidali.


- Fresatura di "vite senza fine - ruota a denti elicoidali" : questo accoppiamento è impiegato per la trasmissione del moto tra alberi perpendicolari tra loro e nei casi in cui si richieda una notevole riduzione di velocità.

La vite senza fine può essere a uno o più principi: ad ogni giro fa spostare la ruota elicoidale accoppiata di uno o più denti.

Per l' esecuzione della vite senza fine si può utilizzare il tornio o una fresatrice universale.

In quest' ultimo caso si usa una fresa a disco per cremagliere a fianchi diritti, opportunamente inclinata secondo l' inclinazione dell' elica.

Le ruote elicoidali per viti senza fine possono essere ottenute con macchine dentatrici o su fresatrici universali, con l' impiego di frese creatrici.






Privacy




Articolo informazione


Hits: 7271
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2024