Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

PARASSITOLOGIA - CARATTERISTICHE DEI PROTOZOI

medicina




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

PARASSITOLOGIA


Parassitismo: Simbiosi antagonista.

MONOXENO: In una sola specie

ETEROXENO: In più ospiti

OSPITE DEFINITIVO: Riproduzione sessuata del parassita

OSPITE INTERMEDIO: Sviluppo larvale

VETTORE:

Opportunista:

Organismo che può provocare una malattia più grave 313c25d solo in un ospite immunocompetente, sfruttando la diminuita reazione immunologica.

Forme opportunista correlate all' AIDS e ad altre situazioni di immunnosoppressione:..........

IN ITALIA: Ichinococcosi; Leishmanios

Specie:

Gruppo di popolazioni riproduttivamente isolate che si scambiano un patrimonio genetico comune con progenie feconda.

Questo criterio non è applicabile ai parassiti di cui non si conosce la fase sessuata.



PROTOZOI                                                  Metazoi


Subphylium  mastigophora ( flagellati) Ematodi

Subphylium sarcodina ( Amoebae)  Platelminti

Subphylium sporozoa Artropodi

Subphylium microspora

Subphylium ciliospora

Phylum importanti in parassitologia:

Sarcomasticogophora

Sporozoa

Microspora mixozora

Ciliophora

La classificazione è basata su un'ampia gamma di correttori:

Variazioni dei cicli biologici

Differenze strutturalu, biochimiche, molecolari.

ESISTONO PROTOZOI:

Parassiti obbligati

Anfizoici : non sono sempre parassiti, a seconda delle situazioni ambientali. (es.amebe anfizoiche = la negeria invade il sistema nervoso).



Caratteristiche dei protozoi


Unicellulari.

Eucarioti.

Eterotrofi.

Hanno una distribuzione ubiquitaria.

Sono soprattutto parassiti.

Le dimensioni sono nell'ordine dei mm.

Nucleo sferico con membrana a due strati.

Citoplasma suddiviso in: ectoplasma ed endoplasma.

Presenza di vacuoli.

Formazione di parete cistica.

Presenza di organi di locomozione: flagelli, ciglia, pseudopodi.

Presenza di glicocalice.

Diverse fasi di sviluppo: stadio trofico, stadio cistico.

Nutrizione per fagocitosi o pinocitosi.

Riproduzione asessuata e sessuata (negli sporociti assicura variabilità genica ed accettabilità).

Per:

Fecondazione (fusione permanente di 2 cellule e formazione di uno zigote).



Coniugazione (fusione temporanea di due cellule con scambio di materiale nucleare).

Scissione binaria ( divisione di una cellula madre in due).

Endogenia ( due cellule figllie nella cellula madre).

Scissione multipla schizogenica e sporogenica ( dopo la fase sessuata).


CARATTERISTICHE DEL PHYLUM SARCOMASTIGOPHORA

Amebe e flagellati


Subphylium mastigophora (flagellati)

Flagellati intestinali e urogenitali ( più primitivi).

Emoflagellati (più evoluti, polimorfismo diversa forma)

Stadi di sviluppo: trofozoide, cisti.

Riproduzione per scissione binaria (asessuata).

Trasmissione attraverso cisti (ciclo diretto) o attraverso un vettore attivo (dixeno, insetti ematofagi).

Contaminazione: oro - fecale, contatto diretto.


Subphylium sarcodina (amebe)

Anche localizzazione intestinale o extra intestinale (anfizoiche).

Presenza di ciglia.

Due tipi di nucleo: macronucleo, micronucleo.

Riproduzione per scissione binaria trasversale.

Processi sessuali durante la coniugazione.

Nutrizione: citostoma o pinocitosi.

Trasmissione attraverso trofozoiti o cisti

Localizzazione intestinale: possibile infezione tissutale (letale).

Patologia rilevante negli immunodepressi.

Tipiche zoonosi.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 3112
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020