Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

VERSO IL DUOPOLIO (1981 - 1986)

marketing


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

VERSO IL DUOPOLIO (1981 - 1986)


1. MUNDIALITO

Nel 1980 per la prima volta le partite della nazionale vanno in onda su una tv privata: Canale 5. L'Uruguay aveva organizzato un torneo fra le nazionali che avevano vinto 121g69b almeno un campionato del mondo, che prende il nome di Mundialito. L'Eurovisione non ne acquista i diritti tv, ma lo fa la Fininvest.


2. LE TV DI RIZZOLI E RUSCONI

Rizzoli crea nel 1980 il network PIN, e inizia a trasmettere in tutta Italia il tg "Contatto" diretto da Costanzo.

L'esperienza di Contatto è totalmente illegale, superava i confini locali, usando di nascosto dei ponti radio. Come unica accortezza, trasmettevano i programmi sfalsandoli di una decina di minuti. È una PROVOCAZIONE!

Nell'81 "Contatto" viene chiuso: è il colpo mortale per la Rizzoli, che era stata coinvolta nello scandalo della Loggia P2. Il Corriere della sera è salvato dalla Fiat e dalla Montedison, Tv sorrisi e canzoni da Berlusconi.




Rusconi nel 1982 inaugura il network Italia 1, che presto è venduto alla Fininvest per difficoltà economiche.


3. LA MONDADORI E RETE 4

In questi anni, a differenza del 1976-1980, la costituzione di circuiti nazionali taglia fuori le emittenti più deboli che non hanno capitali adeguati.

La Mondadori ha più successo di Rizzoli e Rusconi: nel 1981 fonda Rete 4, tv raffinata che ingaggia nomi come Enzo Biagi, lancia il Maurizio Costanzo Show e acquista serial americani come "Dynasty".

Già nel 1984 Rete 4 vacilla, e viene presto venduta a Silvio Berlusconi.

IL 1984 Può  ESSER CONSIDERATO L'ANNO DI INIZIO DEL DUOPOLIO TV


4. IL PALINSESTO DEI NETWORK

I network italiani si ispirano al modello della tv americana e costituiscono un fattore importante di internazionalizzazione del gusto.

  • Fino al 1980 la tv iniziava a trasmettere alle 12.30. La prima ad anticipare le trasmissioni è la Fininvest (la Rai solo nell'86). Trasmissioni al mattino:
    • 1981: Canale 5 "Buongiorno Italia"
    • 1982: Canale 5 "il pranzo è servito" condotto da Corrado
  • In Tv si trasmettono sempre più film americani e cartoni animati giapponesi
    • Fiction americane come Dallas e Dynasty
  • Il palinsesto diventa orizzontale: uguali cadenze di appuntamenti seriali in ogni giorno lavorativo
    • Programmazione a striscia: fra un telefilm e una soap si insinuano anche appuntamenti brevi e concentrati come uno spot, per evitare lo zapping
    • Contro-programmazione

5. LA PUBBLICITA' COME MOTORE

La pubblicità ed in particolare il lavoro di Publitalia, ha costituito il vero motore della tv, assicurando il suo sviluppo nel comparto commerciale e indirettamente in quello pubblico. Esso ha garantito che la tv commerciale potesse nascere e crescere senza abbattere la sua concorrenza pubblica, il che sarebbe stato impossibile, ma anzi creando un cartello duopolistico che si finanziava con l'afflusso crescente di risorse pubblicitarie: nel 1980-1980 gli investimenti pubblicitari si moltiplicano per 6.


6. NEGLI ANNI OTTANTA



Nel quadro del Pentapartito matura negli anni 80 l'amicizia esplicita fra Craxi e Berlusconi.

Intanto il Parlamento continua ad elaborare progetti di legge per le televisioni, senza mai trovare un accordo.

La politica tv si svolge dunque su due piani:

  1. Un'arena molto pubblicizzata in cui si discute di una sempre imminente legge
  2. Un piano più opaco in cui si discute del canone e del "tetto" pubblicitario.

Intanto, l'assenza di una legge permette a berlusconi di consolidare il suo network tv.


7. LA GUERRA DEI PUFFI

1984: i pretori di Roma Torino e Pescara vietano la ripetizione del segnale Fininvest che avviene senza cautele tramite l'interconnessione di ponti radio. Non sono vietati i programmi in sé, ma la ripetizione in contemporanea di quelli dei network. Al posto dei programmi, la fininvest trasmette l'immagine di un cartello in cui è scritto che "per ordine dei pretori i programmi non vanno in onda". È la rivolta!

Craxi scende a patti, e approva un decreto legge che autorizza temporaneamente l'interconnessione per 6 mesi (per la fininvest) e un decreto che ripristina quasi tutto il potere che il direttore generale aveva perso con la legge del 75 (per la Rai).

Il decreto fu approvato e divenne la LEGGE 10 DEL 1985: complessa manovra politica che teneva conto sia della Fininvest che della Rai, ma non dell'emittenza privata, perché l'autorizzazione a usare gli impianti per l'interconnessione riguardava quelli che già li avevano, non gli eventuali nuovi venuti.

Rappresentò una stabile regolamentazione dell'etere in senso duopolistico, che andava molto oltre il dichiarato carattere provvisorio.


8. LA MISURAZIONE DELL'ASCOLTO TV

Tradizionalmente la Rai faceva una misurazione qualitativa del gradimento, ma negli anni 80 diventa necessaria una misurazione quantitativa: 1984 costituzione dell'auditel

E' stata una delle poche azioni concordate in modo trasparente dal duopolio, costituendo la funzione arbitrale della competizione sull'ascolto.


9. IL DUOPOLIO CERTIFICATO

I primi risultati creano sconcerto: mostrano come l'erosione di pubblico della Rai avesse raggiunto proporzioni allarmanti.

I dati auditel mostravano anche che il sistema tv italiano aveva già allora conseguito un assetto duopolistico destinato a durare nel tempo. Insieme rai e Fininvest totalizzavano il 90% dell'ascolto nel prime time. I due eterni duellanti hanno insieme impedito la nascita di un terzo polo e risotto gli spazi per le altre tv nazionali e locali.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1381
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020