Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Il sistema informativo di bilancio

diritto ed economia




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Il sistema  informativo di bilancio



Esistono due principali categorie di bilanci:

I bilanci di funzionamento, detti anche bilanci ordinari, fondati sull'ipotesi della continuità della gestione aziendale, quali i bilanci infrannuali(obbligatori per le socie 141f54b tà quotate in borsa) e il bilancio d'esercizio, compilato al termine di ogni periodo amministrativo che in genere coincide col 31/12 di ogni anno.

I bilanci straordinari, redatti in occasioni particolari della vita dell'impresa, come ad esempio: la cessione, la fusione, l'ingresso di nuovi soci ecc.





Il bilancio d'esercizio è il documento, redatto dagli amministratori al termine del periodo amministrativo, con cui si rappresenta la situazione patrimoniale e finanziaria dell'azienda e il risultato economico d'esercizio.

Esso viene inteso anche come rendiconto della gestione, cioè come documento che sintetizza le operazioni compiute dall'impresa nell'arco dell'esercizio amministrativo.

Il bilancio d'esercizio assume due importanti funzioni:

Una funzione conoscitiva, in quanto offre informazioni sull'andamento economico della gestione.

Una funzione di controllo, in quanto rappresenta lo strumento con cui gli amministratori sottopongono il proprio operato all'esame di chi ha loro assegnato l'incarico di governare l'azienda.

Un'impresa coinvolge molti soggetti che, direttamente o indirettamente, sono interessati alle sue vicende. Tali soggetti ottengono informazioni attraverso i documenti con i quali l'impresa stessa diffonde le comunicazioni richieste.

Tra tutti i documenti il bilancio è senza dubbio quello che maggiormente risponde alle esigenze conoscitive del pubblico.

Possiamo distinguere gli utilizzatori del bilancio in due grandi categorie:

I soggetti interni all'impresa, come il proprietario, i soci, i lavoratori dipendenti;

I soggetti esterni all'impresa, come i finanziatori, i clienti, i fornitori, ecc.


L'insieme dei prospetti che compongono il bilancio e i suoi allegati prendono il nome di sistema informativo di bilancio. Esso è quindi composto:

dal bilancio d'esercizio, formato a sua volta dallo Stato Patrimoniale, Conto Economico e Nota Integrativa, redatti secondo il codice civile;

dalla relazione sulla gestione;

dalla relazione dei sindaci;

dalla relazione della società di revisione;

e da altri documenti.

Le società le cui azioni sono quotate in borsa hanno l'obbligo di redigere una relazione semestrale sull'andamento della gestione in base ai criteri stabiliti dalla CONSOB .

Il bilancio d'esercizio deve essere trasmesso al collegio sindacale o alla società di revisione, se l'azienda è quotata in borsa, affinché possano essere predisposte le relative relazioni.

Esso con i suoi documenti accompagnatori deve poi essere depositato presso la sede sociale almeno 15 giorni prima dell'assemblea, affinché i soci possano prenderne visione. Entro 30 giorni dall'approvazione, una copia del bilancio deve essere consegnata presso l'Ufficio del registro delle imprese, affinché i soggetti interessati possano prenderne visione.

L'attuale normativa sul bilancio d'esercizio è stata stabilita con un decreto legislativo, che ha modificato numerose disposizioni del codice civile dando attuazione alla IV direttiva CEE in materia societaria.

Le attuali norme del codice civile hanno un'articolazione che va "dal generale al particolare" e stabiliscono:

la clausola generale, costituita dal principio di chiarezza della rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico.

i principi di redazione e la struttura dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico.

il contenuto dello Stato Patrimoniale, Conto Economico e della Nota Integrativa.

i criteri di valutazione degli elementi del patrimonio.




I criteri di valutazione degli elementi del patrimonio aziendale variano in relazione alla situazione al momento della redazione del bilancio.

Nell'impresa in funzionamento vi è una situazione di continuità operativa, infatti tutti i beni patrimoniali partecipano al processo produttivo cedendo in tutto o in parte la loro utilità.

Allo scopo di evitare comportamenti scorretti da parte degli amministratori, che possono essere tentati di sopravvalutare il patrimonio aziendale(annacquamento), o sottovalutarlo(riserve occulte), sono stati imposti dei vincoli giuridici e dei vincoli tecnici.

I vincoli giuridici consistono principalmente nelle disposizioni del codice civile riguardanti la redazione del bilancio.

I vincoli tecnici consistono nei principi contabili di generale accettazione, ossia nelle regole di comportamento che è necessario osservare per pervenire a una corretta rappresentazione della verità.

I principi di redazione sono:

principio della continuità dell'attività aziendale;

principio della prudenza;

principio della competenza;

principio della costanza;

principio della valutazione separata.


La revisione aziendale è l'insieme delle procedure di controllo con le quali si effettuano le verifiche del bilancio d'esercizio.

Distinguiamo la revisione legale da quella volontaria.

Per revisione legale si intende il ricorso alla società di revisione che rilascia un'apposita relazione sul bilancio.

La revisione è volontaria quando non deriva da norme che la impongono: in questo cosa essa può essere effettuata da:

personale indipendente, esterno all'azienda(la società di revisione)

personale dipendente, interno all'azienda.

La revisione effettuata da personale interno all'azienda ha come scopo la rilevazione di eventuali disfunzioni e la ricerca di miglioramenti da apportare.

Il revisore deve controllare che siano rispettati la legislazione civilistica i materia di bilancio e i principi contabili.

Al termine del processo di verifica la società di revisione deve esprimere, in una relazione, un giudizio professionale sul bilancio.

Il giudizio espresso dalla società di revisione può essere:

senza rilievi, quando il bilancio è stato redatto in conformità alle norme;

con rilievi, quando il bilancio, pur essendo attendibile, è però difforme alle norme;

negativo, quando il bilancio non rispetta le norme.









Privacy

Articolo informazione


Hits: 8099
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020