Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

ARCHITETTURA ROMANTICA - Inghilterra, Francia, Italia

architettura




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

ARCHITETTURA ROMANTICA


Inghilterra

Fin dalla metà del XVIII secolo la cultura inglese era aperta all'estetica dell'"esotismo" e del "pittoresco", a iniziare dai giardini, dove vegetazione, percorsi, acque ed elementi architettonici venivano composti sec 919j99j ondo criteri apparentemente casuali. In una simile atmosfera preromantici, le forme del gotico apparivano un'esaltazione della libertà inventiva, per di più legata alla tradizione culturale e sociale del paese. Il neogotico si sviluppò dapprima in Inghilterra, con il cosiddetto Gothic revival, movimento culturale che riguardò insieme le arti e la letteratura.

Lo stile neogotico prevedeva il recupero di elementi strutturali e decorativi delle architetture medievali. La civiltà medievale era massimamente valorizzata in quanto momento di massima affermazione del cristianesimo e origine delle culture nazionali: a partire da questi assunti storico-ideologici fu elaborato uno stile ritenuto adatto a esprimere i nuovi orientamenti nazionalistici e il fervore religioso della cultura romantica. Nel corso dell'800 il ricorso al gotico divenne sistematico e fece sì che molti edifici venissero con quello stile restaurati e rifatti. Il maggiore teorico dell'architettura neogotica fu Augustus Welby Pugin, che sostenne la superiorità dell'architettura medievale scaturita dalla civiltà cristiana rispetto a quella classica, prodotto di una civiltà pagana. In stile neogotico Pugin progettò numerosi edifici, tra cui il nuovo Palazzo del Parlamento inglese in collaborazione con Charles Barry (1840-1860, Londra), dopo che il vecchio edificio era stato distrutto da un incendio: evidente nel complesso architettonico è l'utilizzo di elementi propri dello stile gotico, quali pinnacoli, archi acuti, archi rampanti, archi e finestre lobati, pilastri compositi.




Francia

Gli studi sull'architettura e sulla pittura gotiche stimolarono il restauro di monumenti e opere medievali; l'architetto Viollet-Le-Duc dichiarò il gotico francese stile nazionale.

Viollet-le-Duc progettò e sovrintese ai restauri della città di Carcassonne e della sua cinta muraria, nonché della cattedrale di Notre-Dame di Parigi. Egli sostenne la teoria secondo la quale lo stile gotico, da lui proposto come stile nazionale, sarebbe il risultato dei tentativi di risolvere un problema di carattere ingegneristico: quello del collegamento degli archi a sesto acuto con le volte a costoloni.


Italia

Il linguaggio architettonico del primo 800 italiano fu ancora quello neoclassico; esso si andò però trasformando in quel classicismo romantico o "della Restaurazione" che richiedeva non più forme rigorose e magniloquenti per incarnare i rigori e i furori della Rivoluzione, quanto garbati esempi di un vivere confortevole e armonioso, improntato alla nuova etica della moderazione e della conservazione, tipica appunto delle società europee restaurate. Emblematico per comprendere la poliedricità del nuovo architetto romantico appare il caso del veneziano Giuseppe Jappelli. Nei numerosi parchi nel padovano che egli sistemò manifestò quell'indifferenza per uno stile ben determinato che fu propria dell'eclettismo romantico. Ne è un esempio il Giardino di Villa Treves: su un impianto di giardino all'inglese, continuamente variato nelle sue visuali grazie all'intrico dei sentieri e alla disposizione apparentemente casuale delle macchie arboree, l'architetto intervenne con costruzioni neogotiche, edifici classici, padiglioni in ferro e vetro. Jappelli anticipò quell'attenzione per le nuove tecniche costruttive e per i nuovi materiali, su cui ben presto si accenderanno le polemiche. La disponibilità a esperire stili differenti fu dimostrata dall'architetto anche negli edifici da lui progettati: a Padova realizzò il caffè Pedrocchi (dal 1817), in forme neoclassiche, e alcuni anni dopo gli accostò la pasticceria detta il Pedrocchino (1831-42) in forme gotiche. 









Privacy

Articolo informazione


Hits: 7876
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020