Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

I SUONI DEL LINGUAGGIO

lingue


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Zola, Emile (Parigi 1840-1902)
Wordsworth and the romantic period
William Shakespeare
Charles Baudelaire - Les Fleurs du mal
CHARLES BAUDELAIRE - LES FLEURS DU MAL (1857)
Boileau a consacré toute son activité à la littérature
Semiotica - Fonetica, Fonologia, Fonotassi
I SUONI DEL LINGUAGGIO

I SUONI DEL LINGUAGGIO

Polmonare egressivo= polmoni-bronchi-trachea-glottide-laringe-cavità orale o nasale

Diversi punti di articolazione a seconda degli organi coinvolti

CONSONANTI

OCCLUSIVO: I due articolatori si toccano e bloccano temporaneamente il flusso dell'aria- pero,bacio,tana,dono,coro,gara.

FRICATIVI: Gli articolatori sono estremamente vicini ma non si toccano così passa poca aria-vapore,sapore.

SIBILANTI: Hanno le caratteristiche delle fricative ma viene emesso una sorta di sibilo-salto,sbarra.

AFFRICATI: Si ha un contatto degli articolatori come nelle occlusive, si ha poi un graduale 757c29h distacco-acino,regina,stazione.

NASALI: Il velo (parte posteriore della lingua) è abbassato e permette così che l'aria fluisca attraverso il naso-mare,invidia,nave.

CONSONANTI LIQUIDE:

LATERALI: Si ha un'ostruzione del flusso nella parte centrale della boccafacendo fluire il flusso ai lati della lingua-lilla,elle,gli.



VIBRANTI: Si ha la vibrazione di uno degli organi  della cavità orale contro un altro organo

OSTRUZIONE INTERMITTENTE DELL'ARIA  e può essere  polivibrante o monovibrante-raro,caro,erre.

APPROSSIMANTI o SEMICONSONANTI: Si ha un avvicinamento dell'organo all'altro senza però produrre turbolenza nella cavità orale- uomo,ieri.

VOCALI: L'articolazione delle vocali è classificata a seconda della:

  1. POSIZIONE DELLE LABBRA:
    1. ARROTONDATE(vocali arrotondate-muro,molo.)
    2. o DISTESE (non arrotondate- fine,avi,elmi)
  2. POSIZIONE DELLA LINGUA SULL'ASSE VERTICALE(posizione di riposo)
    1. MEDIA: Posizione di riposo
    2. ALTA: Posizione più alta di quella di riposo (i,o)
    3. BASSA: Posizione più bassa a quella di riposo (a)
  3. POSIZIONE DELLA PARTE PIÚ ALTA DELLA LINGUA SULL'ASSE ORIZZONTALE:
    1. CENTRALE: Posizione di riposo (a)
    2. ANTERIORE: Posizione più avanzata (i,e)
    3. POSTERIORE: Posizione più arretrata (o,u)

ANALISI DEI SEGMENTI IN TRATTI DISTINTIVI

  1. La parola è divisa in segmenti (vocali, consonanti,semiconsonanti) che non sono i primitivi della fonologia ma sono derivati da un insieme di proprietà dette TRATTI.

I tratti hanno due funzioni:

CLASSIFICATORIA e

COMPOSIZIONALE (le caratteristiche che formano un evento articolatorio simultaneamente)

  1. Ogni segmento è caretterizzeto da un FASCIO DI TRATTI  NECESSARI E SUFFICENTI A DESCRIVERLO IN MODO CHIARO
  2. I tratti esprimono anche quali segmenti possono combinarsi fra loro e quali no-RESTRIZIONI FONOSINTATTICHE.

I TRATTI DISTINTIVI

·        Ci sono due tipi di tratti:BINARI e N-ARI anche se tutti i tratti devono essere binari, cioè con due soli valori. Per rendere così binaria una distinzione n-aria si devono introdurre altri tratti.

TRATTI PRINCIPALI

+ SILLABICO: Sono il nucleo della sillaba (vocali)

-SILLABICO: Sono i margini della sillaba (consonanti e semiconsonanti)

+CONSONANTICO: Si ha una maggiore restrizione della bocca (consonanti)

-CONSONANTICO: Non si ha una restrizione della bocca (vocali e semiconsonanti)

Sillabico

Consonantico

Consonanti

-

+

Vocali

+

-

Semiconsonanti

-

-

 

+SONORANTE: La pressione dell'aria nella cavità orale è uguale a quella esterna(vocali,semiconsonanti,liquide,nasali)

-SONORANTE: La pressione interna è superiore a quella esterna (ostruenti-P)

MODIFICAZIONE DEL FLUSSO DELL'ARIA NELLA GLOTTIDE

+SONORO: Le corde che sono ravvicinate vengono fatte vibrare dal flusso dell'aria (vocali,semiconsonanti,consonanti liquide e nasali)

-SONORO:Le corde vocali sono separate e non vibrano (rimanenti consonanti)

CAVITÁ ORALE E CAVITÁ NASALE

+NASALE: Il velo (palato molle) si abbassa così l'aria fluisce attraverso la cavità nasale

-NASALE: Il velo è alzato così il passaggio nasale è precluso

+RILASCIO RITARDATO: Ci sono due fasi: l'aria è trattenuta nella cavità orale e poi viene rilasciata (consonanti affricate)

-RILASCIO RITARDATO: Non ci sono queste due fasi

+LATERALE: Il flusso dell'aria è impedito nella zona centrale della cavità orale ma non ai lati (l)

-LATERALE: Il flusso non è limitato ai lati

PUNTO DI ARTICOLAZIONE

Tra consonanti

Riguardano il punto in cui avviene la massima costrizione del flusso

+CORONALE: La corona (parte anteriore della lingua) è alzata dalla posizione neutrale

-CORONALE: La corona è in posizione neutrale.

La corona può essere alzata  o verso i denti (t,d,) o verso la cresta alveolare (l)

+ANTERIORE:Si ha una costrizione nella zona alveolare o davanti ad essa (t)

-ANTERIORE: Si ha una costrizione dietro la regione alveolare (k)

POSIZIONE DELLE LABBRA

+ARROTONDATO: Le labbra sono protese in avanti (u,o)



-ARROTONDATO: Le labbra sono distese (a)

L'ACCENTO

L'accento è un fenomeno soprasegmentale ed ha tre caratteristiche:

INTENSITÁ-una sillaba accentata è più forte di una non accentata

LUNGHEZZA-dura più a lungo

ALTEZZA TONALE-le corde vocali vibrano con maggiore frequenza

I  diversi gradi di accentuazione di un enunciato ne caratterizzano il CONTORNO RITMICO

TONO

La frequenza  della vibrazione delle corde vocali determina l'altezza tonale di un suono: + frequenza= + acuto.

L'altezza tonale varia a seconda dell'età,sesso.

L'italiano non è una lingua tonale

La successione di toni in un enunciato ne costituiscono laMELODIA

LUNGHEZZA

MARCATEZZA

FENOMENI FONOLOGICI

Un  fenomeno fonologico si ha nei casi in cui non si ha corrispondenza fra il fonema nella rappresentazione astratta e l'elemento fonetico nella realtà fisica.

Questi fenomeni possono essere più o meno produttivi ovvero possono presentarsi in modo automatico oppure essere attivi solo in un certo caso.

a.       Cambiamento di alcuni tratti sotto l'influenza di  tratti di segmenti vicini

b.      Cambiamento dell'intero segmento (cancellazione,inserzione)

c.       Fusione dei tratti di due segmenti adiacenti

d.      Cambiamento di alcuni tratti segmentali o di elementi soprasegmentali

e.       Modificazione contorno accentuale o tonale

ASSIMILAZIONE

Un segmento assume lo stesso valore, per uno o più tratti, di quello adiacente.

Si ha quando si l'anticipazione dell'articolazione di un suono che segue.

ASS.ANTICIPATORIA: Si ha l'assunzione di uno o più tratti assumendo delle caratteristiche

ASS.PRESERVATIVA: Si prolunga l'articolazione del suono che precede

ASS.BIDIREZIONALE: Si ha un'influenza (allo stesso modo)di due suoni uno precedente e uno seguente

ARMONIA VOCALICA E CONSONANTICA

Si ha un fenomeno di assimilazione tra segmenti non adiacenti e questo capita esclusivamente tra vocali o tra consonanti. In altre lingue può essere un fenomeno produttivo

METAFONIA

Assimilazione progressiva della vocale accentata  alla vocale seguente di un suffisso

DISSIMILAZIONE

Due segmenti diventano più dissimili tra loro in certi contesti (culture-cultural,colony-colonial)

CANCELLAZIONE

Il fine della cancellazione è quello di semplificare la struttura sillabica

a.       Quando viene aggiunto un suffisso ad una parola, e si trovano così due vocali adiacenti (NESSO VOCALICO) si ha la cancellazione della vocale che precede il prefisso (tavolo+ino-tavolino

b.      Si può avere la cancellazione della vocale finale di una parola sotto l'influsso della successiva (lo albero-l'albero)  

c.       TRONCAMENTO= è la cancellazione facoltativa di una [e] o una [o] non accentata finale di parola se la parola seguente comincia per vocale.(andare-andar,sono-son)

d.      CANCELLAZIONE CONSONANTICA

INSERZIONE

Il fine di questo fenomeno è quello di semplificare un nesso consonantico malformati inserendo una vocale

COALESCENZA

è la fusione di due segmenti in un unico segmento, il segmento che ne risulta condivide alcuni tratti con ognuno dei segmenti originari.

La coalescenza ha il fine di eliminare il nesso consonantico/vocalico fondendo le due consonanti/vocali in un'unica consonante/vocale.




                                                                                                                                        

                                                                                                                                        

GRADI DI RESTRINGIMENTO DELLA CAVITÁ ORALE

PER LE VOCALI:

+ALTO: il corpo della lingua è alzato rispetto alla posizione di riposo

-ALTO: Senza tale movimento

+BASSO: Il corpo della lingua è abbassato rispetto alla pos. Di riposo

-BASSO: Senza tale movimento

+ARRETRATO: Il corpo della lingua è retratto rispetto alla pos. Di riposo

-ARRETRATO: Senza tale movimento

MODO DI ARTICOLAZIONE

+CONTINUO: Si ha una costrizione della cavità orale facendo fluire il flusso all'esterno (il suono è prolungato nel tempo)

-CONTINUO: Si ha un blocco totale del flusso (p,g)

 







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1838
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019