Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

La vita nova

dante


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

CANTO II
CANTO II - PERSONAGGI STORICI, SPIEGAZIONE
Marco Porcio Catone - Brevi cenni sulla vita e le opere, Le Orazioni, Origines, Le opere didattiche
Divina Commedia - Canto I, Inferno,Virgilio
De vulgari eloquentia
CANTO VI - PERSONAGGI STORICI - PARAFRASI
canto 1, 5, 6, 13
Le idee di Dante
INTRODUZIONE A "LA DIVINA COMMEDIA" DI DANTE ALIGHIERI a cura di Maria Adele Garavaglia
Dante Alighieri- La "Vita nuova" - Tanto gentile e tanto onesta

La vita nova

La prima opera organica di Dante, narrazione "fervida e passionata" del suo amore per Beatrice. Primo romanzo autobiografico della nostra letteratura, composto intorno al 1293 a pochi anni dalla scomparsa di Beatrice, la V. si compone di 25 sonetti, 4 canzoni, una stanza e una ballata intercalati da pagine di prosa. Il "libro de la memoria" è povero di avvenimenti: qualche incontro, qualche episodio di scarso valore concreto, ma quello che conta è la storia dei moti interiori, la mistica contemplazione della "visione angelica", evidenti premesse della Comme 212f51c dia.

Opera mista di versi e prosa di Dante Alighieri composta dopo la morte di Beatrice, probabilmente fra il 1992 ed il 1293, consiste in una raccolta di rime inserite in una trama narrativa di 42 capitoli. Questa ha la funzione sia di rievocare le occasioni in cui furono dettate le poesie, come di chiarirne la struttura e di svilupparne un vero e proprio commento, secondo un tipico procedimento medievale. Le rime, in tutto 31, sono solo una parte di quelle composte dal poeta, il quale radunando e ordinando poesie risalenti a tempi diversi e di varia ispirazione, si propose di creare un organismo unitario in cui venissero messi in luce i momenti essenziali di una originale autobiografia. Questa ha come centro ispiratore l'amore di Dante per Beatrice, dalla prima apparizione di lei quando aveva appena nove anni, al secondo incontro nove anni dopo, alla descrizione dei mirabili effetti operati dalla virtù di "questa gentilissima" sull'animo del poeta e su chiunque le fosse dinanzi, fino all'angoscioso preannuncio - attraverso una fantasia del delirio - della morte di lei e alla sua reale prematura scomparsa. La perdita di Beatrice getta il poeta in uno stato di profondo abbattimento, dal quale lo solleva per qualche tempo la figura di una "donna gentile", che si dimostra impietosita per il suo dolore. Ma Beatrice torna ad apparigli in sogno, circonfusa dalla gloria del Paradiso, e determina in Dante prima un grave rimorso per essersi allontanato dal pensiero della sua donna, e poi la decisione di non scrivere più di lei fino, a quando non sarà in grado di esaltarla come mai nessun'altra lo è stata.



La vita nova non è un'autobiografia in cui il poeta si sia proposto di riferire fedelmente avvenimenti ed esperienze della sua giovinezza, bensì il risultato di una elaborazione letteraria che ha liberamente usato dati o testimonianze (le poesie), per porre su un piano ideale e trasfigurare sia la donna amata che la storia spirituale di questo amore. Il quale è, in primo luogo, un sentimento concepito e descritto secondo le regole dell'amore cortese e perfettamente inserito nei modi dello stilnovismo; ma soprattutto l'elemento portante di una intensa esperienza dell'anima del poeta, che implica anche profonde aspirazioni morali e religiose. Solo così si spiegano alcune caratteristiche dell'opera. Innanzi tutto, l'atmosfera "un po' trasognata e astratta" in cui viene mantenuta la rievocazione; in secondo luogo, il carattere di vicenda esemplare attribuito all'esperienza del poeta, al punto da innalzarla al di là del semplice piano biografico e accostarla piuttosto ad un itinerario dell'anima, che può far presentire - seppure molto alla lontana - il processo di elevazione morale e religiosa che costituirà il filo conduttore della Commedia.

Di qui la funzione svolta dalla figura di Beatrice, la donna angelo degli stilnovisti "distruttrice di tutti i vizi e regina de le virtudi", che Dante contempla come "cosa venuta / da cielo in terra a miracol mostrare". Beatrice è sentita e descritta proprio come "intermediaria" fra il suo fedele e Dio, e perciò la Vita Nova "è paragonabile a un libretto di devozione.steso in un'aura mistica, a ricordo onore e gloria di una beata o santa". Infatti, ai mirabili effetti nobilitanti, che si irradiano dalla sua figura su coloro che la vedono, fa riscontro, nella visione premonitrice della morte che il poeta febbricitante si crea nella fantasia, la assunzione in cielo di Beatrice.




Un'esperienza siffatta nasce dunque sulla base di un amore di qualità particolare, fatto più di smarrimenti e di trepidazioni che di passione sensuale, e può essere narrato solo mediante un linguaggio che renda non tanto gi avvenimenti esterni, quanto invece le ripercussioni che si verificano nell'animo del poeta dinanzi alle apparizioni di Beatrice, che spirano leggiadri, incanto e - come dice il suo nome - beatitudine.

Perciò nella Vita Nova si alternano i sogni, le visioni, le estasi contemplative, i raccoglimenti solitari del poeta; perciò vi si trovano ripetutamente parole come miracolo, meraviglia e espressioni superlative, di comprende anche come lo stesso significato di "vita nova" oscilli fra "giovinezza" e vita "rinnovata".

La Vita Nova considerata dal punto di vista della realizzazione poetica, è un'opera diseguale, sia perché accoglie rime di celebrata bellezza accanto ad esercitazioni ancora acerbe e convenzionali, sia per il divario che esiste fra la prosa e le poesie. Infatti, mentre queste appartengono a momenti successivi della carriera poetica di Dante, la prosa mediante la quale, a conclusione di quell'esperienza, ne è stata tessuta la narrazione, è il frutto di una visione " retrospettiva " e più distaccata, risponde a u intento unitario e coordinatore, e mira a conseguire un ideale artistico in certo modo più meditato, ma anche di natura diversa sul piano della tecnica. La prosa della Vita Nova modellata sui ritmi e sulle variazioni sonore della prosa latina rimata, mentre crea l'atmosfera di devozione richiesta dalla "storia d'amore" realizza un andamento più piano ed omogeneo rispetto alle rime, e raggiunge più di una volta notevoli livelli di intensità poetica.








Privacy

Articolo informazione


Hits: 2294
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019