Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LA MAGISTRATURA - I PRINCIPI COSTITUZIONALI DELLA MAGISTRATURA

diritto


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

L'articolo 29 parla della famiglia.
PETITION OF RIGHTS (1628)
I FATTI E GLI ATTI GIURIDICI - LE ORGANIZZAZIONI
IL RAPPORTO DI LAVORO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
EUROPA UNITA: dalla nascita a Maastricht
STATO = territorio, popolo, apparato (che esercita il potere politico).
RAPPRESENTANZA
LA FILIAZIONE - La filiazione legittima - Legittimazione dei figli naturali
INTERROGAZIONE DI DIRITTO LE GARANZIE COSTITUZIONALI - I DIRITTI E I DOVERI DEI CITTADINI
LA PROPRIETÀ

LA MAGISTRATURA

La Magistratura rappresenta il potere giudiziario e costituisce un organo autonomo e indipendente da ogni altro potere. Secondo il Principio di legalità i  giudici sono soggetti soltanto alla legge, in quanto essi la interpretano e non la creano. Il loro compito è infatti quello di risolvere le controversie tra i vari soggetti applicando il Diritto; essi  decidono  in modo imparziale tramite sentenze.

L'indipendenza del giudice può essere:

Ø     ESTERNA ® nei confronti degli altri poteri. Per assicurare questa indipendenza è stat 818i88i o istituito un organo di autogoverno dei Giudici: Il Consiglio superiore della Magistratura. Tale organo è presieduto dal Presidente della Repubblica ed è composto da 33 membri, di cui 20 sono eletti dalla Suprema Magistratura amministrativa, 10 dal Parlamento in seduta comune e 3 di diritto. IL C.S.M. dura in carica 4 anni e i suoi membri non possono essere immediatamente rieletti. Esso non è un organo giudicante, poiché non emette sentenze. Decide tutte le questioni riguardanti la vita professionale dei Giudici (assunzioni, assegnazioni alle diverse sedi, conferimento delle funzioni, trasferimenti) e sulle loro sanzioni disciplinari nel caso in cui abbiano violato il dovere di correttezza nell'esercizio delle loro funzioni. I poteri che ora spettano al C.S.M. una volta venivano esercitati dal Ministro della Giustizia, il quale adesso è responsabile della buona organizzazione della giustizia. Ha inoltre il potere di formulare nuove proposte al C.S.M.



Ø     INTERNA ® a differenza della Pubblica amministrazione dove c'è una forte gerarchia, nella Magistratura ogni giudice è uguale all'altro. La loro distribuzione è per gradi ma ognuno è sullo stesso piano, distinguendosi esclusivamente per la diversità di funzioni. Una volta divenute definitive, le sentenze hanno la stessa efficacia, qualunque sia il giudice che l' ha pronunciata. Le sentenze definitive sono quelle sentenze contro le quali non si può più ricorrere se non lo si è fatto entro 30 - 60 giorni dalla pubblicazione. Dopodiché passano in giudicato.

Ad eccezione della provincia di Bolzano, per entrare nella Magistratura nazionale, viene effettuato un concorso nazionale. Vengono eletti tramite concorso infatti i Magistrati Togati ( di Carriera), ma  fanno invece eccezione i Magistrati Onorari che si dividono in tre distinte categorie:

Ø     Giudici di pace, che risolvono le cause civili di minore entità. Vengono ammessi per graduatoria:

Ø     I Giudici destinati ai Tribunali dei minori;

Ø     I Giudici popolari, che sono dei semplici cittadini con un titolo di studio di scuola media inferiore o superiore, che entrano a far parte, per estrazione a sorte, nella Corte d'assise.

I Giudici sono inamovibili, non possono cioè essere sospesi dal servizio, trasferiti né destinati ad altre sedi o funzioni se non per  decisione del C.S.M. o con il loro consenso.

Esistono due tipi di Magistratura:

1.     MAGISTRATURA ORDINARIA composta dai giudici ordinari. Si divide in Civile e Penale;

2.     Magistratura speciale composta dai giudici speciali, la quale esisteva prima della Costituzione. Esistono ancora oggi ma non possono essere istituiti nuovi giudici speciali. La Magistratura speciale può essere di tre tipi:

Ø     AMMINISTRATIVA, che comprende il Consiglio di Stato e il T.A.R.;

Ø     "contabile", della quale fa parte la Corte dei conti;

Ø     MILITARE, composta dai Tribunali militari che hanno il compito di giudicare i reati compiuti dai militari;

Ø     TRIBUTARIE, che giudicano le controversie tra il fisco e i contribuenti, come ad esempio il Tribunale delle acque.

I PRINCIPI COSTITUZIONALI DELLA MAGISTRATURA

 

ART. 24 Cost.




Da questo articolo si possono enucleare 2 diritti:

1.     DIRITTO ALL'AZIONE GIUDIZIARIA, secondo il quale tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti;

2.     DIRITTO ALLA DIFESA, secondo il quale tutti hanno il diritto di potersi difendere tramite un'assistenza tecnica. Generalmente non è ammessa l' autodifesa, a meno che non sia un avvocato a richiederla. Esistono 3 tipi di difesa:

Ø     Difesa volontaria, se il soggetto sceglie il suo difensore;

Ø     Difesa d'ufficio, quando il soggetto non si attiva  per scegliere il suo difensore e gliene viene assegnato uno d'ufficio;

Ø     Gratuito patrocinio, quando la difesa viene pagata dallo Stato ai soggetti ritenuti poco abbienti.

Recentemente, soprattutto nel penale si è data più importanza a questo diritto, passando da un sistema di tipo inquisitori ad uno di tipo accusatorio. Se prima era il giudice a condurre le indagini, raccoglieva le prove, si faceva quindi un'idea di colpevolezza e lo giudicava, oggi non è più così. Oggi sono l'accusa e la difesa a partecipare alle fasi preliminari per poter garantire la parità tra le parti, lasciando al giudice il solo potere di giudicare l'imputato.

ART. 25 Cost.

Da questo articolo è possibile enucleare due principi:

1.     PRINCIPIO DEL GIUDICE NATURALE, secondo il quale in base ai criteri stabiliti dai due Codici viene automaticamente determinato il Giudice competente per la risoluzione di una causa, la quale non gli può essere tolta. I criteri secondo i quali si basa il Codice Civile sono il territorio, il valore economico, la materia e il grado; quelli del Codice Penale invece sono il territorio, la materia, il grado e la pena.

2.     PRINCIPIO DI LEGALITA', secondo il quale nessuno può essere punito per un reato non stabilito dal Codice.

 

ART. 111 Cost.

Tale articolo contiene i principi del Çgiusto processoÈ e cioè:

1.     ogni processo deve essere svolto nel contraddittorio e in condizioni di parità tra le parti, davanti ad un giudice imparziale e in tempi brevi;

2.     nel processo penale, l'accusato deve essere tempestivamente avvertito per mezzo di un avviso di garanzia, per permettergli di predisporre la sua difesa;

3.      







Privacy

Articolo informazione


Hits: 14220
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019