Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LABORATORIO DI CAD

tecnologia




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

LABORATORIO DI CAD


APPUNTI

Il modello che useremo, da aprire prima dell'inizio della sessione di lavoro, durante quest'anno è ACADISO.DWT



Alcuni comandi che ci potranno essere utili e che riprenderemo in seguito:


comando  "TRIM" : per tagliare





comando  "CIRCLE" : per disegnare un cerchio

comando  "LINE" : per disegnare un segmento

comando  "SPLINE" : per disegnare una linea curva


il metodo di disegno con il CAD è subentrato ormai da tempo come tecnologia di supporto per il disegno tecnico di progettazione in moltissimo ambiti (arredamento, modulistica, ed è utilizzato per la progettazione di strade, ponti, viadotti, impianti elettrici e idraulici, architettura generale, costruzioni aeronautiche, impianti chimici, ecc.).

in commercio sono disponibili svariati software prodotti da varie aziende; si 141c28b riconducono tutti ormai ad analoghi protocolli di lavoro.

Il disegno in CAD viene eseguito usando il sistema di riferimento degli assi cartesiani (X;Y;Z). tutti i software CAD (tranne quelli appositamente ridotti) consentono ormai il disegno in 3 dimensioni. Noi lavoreremo quest'anno, come primo approccio, in ambito bidimensionale, operando quindi sul pinao cartesiano (X;Y). Useremo il software AUTOCAD, prodotto dalla AUTODESK.


METODO DI LAVORO

Impareremo i comandi in inglese perché con questo accorgimento potremo cavarcela in moltissime situazioni.

In ogni versione il software è commercializzato sia in lingua locale che in inglese (a scelta dell'acquirente). Il software venduto in italiano accetta sia i comandi in italino che in inglese; il comando in inglese deve essere preceduto dal byte UNDERSCORE.

Una cosa analoga avviene per i software venduti in altri paesi. Ciascuno di essi funziona sia in lingua locale che in inglese.


AVVIO DEL PROGRAMMA

Molte applicazioni nel momento in cui vengono eseguite ("lanciate"), leggono le informazioni, prima di presentarle all'utente, che sono in un file modello/prototipo. Il modello contiene le informazioni relative all'aspetto in cui l'applicazione si presenta all'utente.

Anche AUTOCAD prevede l'uso di un modello che l'utente potrà e dovrà scegliere. Molti modelli sono già forniti dall'azienda produttrice del software; sceglieremo opportunamente fra quelli disponibili. È possibile creare dei modelli personalizzati che contengono elementi a noi utili in quella specifica sessione di lavoro.


All'inizio di questo corso useremo un modello chiamato ACADISIO.DWT, come già specificato precedentemente.

Lavoreremo principalmente con due grandi categorie di files:


MODELLI che hanno estensione .DWT; questa estensione deriva da DRAWING TEMPLATE

DISEGNI che hanno estensione .DWG; questa estensione deriva da DRAWING GRAPHIC

I disegni che eseguiremo saranno salvati con estensione .DWG


ASSEGNAZIONE COMANDI

I comandi per eseguire le carie operazioni possono essere assegnati in uno dei seguenti nomi:


voci di menù a tendina con sottovoci;

pulsanti rapidi, in ogni applicazione i pulsanti      rapidi sono "raggruppati" in modo omogeneo su specifiche barre degli strumenti. Ciascuna barra degli strumenti è inseribile/disinseribile e spostabile a piacere grazie alla voce di menù "visualizza/barre degli strumenti";

digitazione/scrittura di comandi sulla linea di comando.


L'ultimo metodo, anche se apparentemente più impegnativo, ci consente di cavarcela con qualunque versione di AUTOCAD ed anche con altri software di CAD reperibili in commercio. La sintassi dei comandi è ormai standardizzata ed uniforme. Può cambiare invece l'interfaccia grafica, la collocazione delle voci di menù e sotto-menù ed ancora la simbologia riportata su ogni pulsante.

Noi lavoreremo principalmente usando il 3° criterio.


MODO EMPIRICO E MODO ANALITICO

Possiamo usare due criteri per disegnare. Di volta in volta informeremo il programma, in modo quasi sottinteso, qual è il criterio prescelto.


Il modo empirico consiste nel disegnare o compiere altre operazioni usando il mouse per la posizione del puntatore. Le varie posizioni saranno comunque sempre conosciute dal programma il quale ad ogni intervento dell'utente "cattura" le coordinate in tempo reale.

Il modo analitico consente all'utente di definire i vari parametri digitando i valori numerici o logici richiesti.

Per disegnare un segmento abbiamo diverse possibilità:


modo totalmente empirico: ambedue i punti estremi vengono individuati dall'utente con il moto del mouse;



modo totalmente analitico: ambedue gli estremi vengono individuati dall'utente con l'assegnazione delle coordinate o altri parametri idonei (SNAP AD OGGETTO);

modo misto: l'utente individua uno dei due punti in modo empirico e l'altro in modo analitico.

Nel modo analitico possiamo disegnare un segmento in uno dei seguenti tre modi possibili:

coordinate assolute;

coordinate

coordinate polari relative.

COORDINATE ASSOLUTE

Il primo criterio prevede che le coordinate di uno o più punti siano assegnati nel classico modo delle coordinate cartesiane. Siccome lavoriamo in 2D, i valori delle coordinate di un punto saranno così espresse: ascissa, ordinata (X;Y). L'elemento di separazione è la virgola   ad esempio: 40,30

COORDINATE RELATIVE

Il secondo criterio chiama in causa la parola "relativo" che significa "rapportato a qualcosa di già esistente".

Nel caso delle coordinate relative si deve far riferimento al primo punto della sequenza il quale dovrà essere espresso obbligatoriamente con le coordinate assolute. Solamente quelle successive potranno essere relative al primo punto esistente.

Le coordinate relative esprimono incrementi (positivi o negativi) di coordinate immediatamente precedenti.

ESERCIZIO

Scrivere la sequenza per disegnare la seguente figura:

40 25



50

(35; 40)

la sintassi generale del parametro è :

@incremento dell'ascissa, incremento dell'ordinata


COORDINATE POLARI RELATIVE

Esse, oltre ad avere un precedente punto a cui fare riferimento analogamente alle coordinate relative, consentono di disegnare uno o più segmenti di cui si conosce la lunghezza fisica e l'angolo che si forma con una parallela dell'asse X passante per il punto di riferimento, nella direzione dell'ascisse crescenti.

ESERCIZIO

Scrivere la sequenza per disegnare la seguente figura:



scrivere la sequenza per disegnare la seguente figura con il metodo delle coordinate polari relative. Tutti gli angoli sono di 90°.





INIZIO SESSIONE DI LAVORO

È opportuno compiere alcune operazioni a noi utili per iniziare una sessione di lavoro.

Quella che segue è una sequenza di operazioni da compiere prima di iniziare una sessione di lavoro che aiuteranno, durante l'apprendimento nell'utilizzo di AUTOCAD, ad imparare più facilmente comandi utili in alcuni casi che potranno presentarsi durante l'utilizzo di questo programma:


scelta del prototipo/modello;

eliminazione dei valori decimali dei millimetri eseguendo il comando SNAP con parametro 1;

disabilitazione degli SNAP AD OGGETTO eseguendo il comando DDOSNAP e ciccando sul pulsante CLEAR ALL;

ridimensionamento del puntatore eseguendo il comando PICKBOX; (parametro consigliato: 7)

ridimensionamento del foglio di lavoro con il comando LIMITS. (parametri consigliati per il vertice inferiore sinistro: -100,-100   parametri consigliati per il vertice superiore destro: 400,400)

la sequenza sopra esposta dovrà essere obbligatoriamente eseguita all'inizio di ogni sessione di lavoro (per i lavori del L.S.T. "I.Porro")


ESERCIZIO

Scrivi le sequenze per disegnare le seguenti figure:


ORTOGONALITÀ - ORTHO

Quando si disegnano segmenti in modo empirico, la sensibilità del mouse è così elevata che è probabile non riuscire a disegnare segmenti esattamente orizzontali o verticali. È possibile ovviare a questo inconveniente grazie al comando ORTHO (on/off) il quale consente di accendere/spegnere l'ortogonalità, cioè la tracciatura di segmenti perfettamente paralleli o perpendicolari agli assi X e Y. L'interruttore logico ORTHO ha validità solo per il modo empirico.

L'uso del modo analitico o degli SNAP AD OGGETTO ha la precedenza sull'ortogonalità abilitata. Generalmente è presente un pulsante rapido in basso.


CONSIDERAZIONI GENERALI

è obbligatorio disegnare sempre in scala 1:1. Con opportuni accorgimenti potremo ottenere ingrandimenti e riduzioni sia sul monitor che in fase di stampa;

è considerato errore gravissimo disegnare oggetti parzialmente o totalmente sovrapposti.

Per oggetto si intende segmenti, circonferenze, archi di circonferenza, polilinee.

È ammesso invece l'intersecazione di oggetti.


CIRCONFERENZE - CIRCLE

Ricordiamo che non è possibile disegnare cerchi, ma solo circonferenze. Dobbiamo prestare attenzione alla corretta traduzione di CIRCLE.

È possibile disegnare circonferenze usando uno dei quattro metodi messi a disposizione dal comando:

CENTRO E RAGGIO: questo metodo si presenta per default e chiede all'utente di assegnare le coordinate del centro e la lunghezza del raggio. Ambedue possono essere assegnati in modo empirico, analitico o con gli SNAP AD OGGETTO. Se si scieglie il modo analitico si potranno usare solo coordinate assolute.

I seguenti metodi invece non si presentano per default ma devono essere scelti in modo specifico.

TRE PUNTI (3P): il programma chiede all'utente di individuare tre punti non allineati sfruttando il seguente teorema: "per tre punti non allineati ed appartenenti allo stesso piano passa una sola circonferenza". I tre punti possono essere assegnati in modo empirico, analitico o con gli SNAP AD OGGETTO. Scegliendo il modo analitico si possono usare indifferentemente tutti i tipi di coordinate per il secondo ed il terzo punto.

DUE PUNTI (2P): questo metodo chiede di individuare due punti la cui distanza è pari al diametro della circonferenza









Privacy

Articolo informazione


Hits: 2170
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020