Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

L'EDUCAZIONE NELLA GRECIA ANTICA

storia




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

L'EDUCAZIONE NELLA GRECIA ANTICA


l'educazione era molto diversa a Sparta e ad Atene:

-ad Atene, lo scopo dell'educazione dei giovani era produrre cittadini addestrati nelle arti e prepararli per la pace e la guerra. Le ragazze non andavano a scuola, ma molte imparavano a leggere e scrivere a casa, nel conforto del loro cortile. Fino all'etÓ di 6 o 7 anni, i ragazzi imparavano a casa dalla madre o da uno schiavo maschio. Dall'etÓ di 6 anni fino ai 14 andavano ad una scuola elementare di quartiere o ad una scuola privata. 131d31b I libri erano molto costosi e rari, cosý i pochi disponibili per la scuola erano letti ad alta voce e gli allievi dovevano imparare tutto a memoria.  I ragazzi usavano tavolette di scrittura e regoli. Nella scuola elementare, dovevano imparare due cose importanti: i versi di Omero, il poeta dell'Iliade e dell'Odissea e suonare la lira. Il loro insegnante, che era sempre un uomo, poteva  scegliere liberamente materie  supplementari da insegnare. Spesso si sceglievano teatro, retorica, politica, arte, lettura, scrittura, matematica, ed un altro strumento musicale molto popolare: il flauto.
Dopo le elementari alcuni ragazzi seguivano corsi di studio superiori per quattro anni. Al compimento del 18░ anno di etÓ entravano nella scuola militare per altri due anni, a 20 anni conseguivano la laurea.

-a Sparta lo scopo dell'educazione giovanile era di creare i presupposti per un esercito forte e disciplinato.



Quando nascevano i bambini a Sparta, i soldati  Spartani venivano in casa e controllavano il bambino. Se il bambino non appariva sano e forte, l'infante veniva portato via, e lasciato  a morire su una collina a meno che non fosse stato raccolto da qualcuno dei Perieci o degli Iloti.  I bambini che passavano questo esame erano assegnati a una fratellanza o sorellanza, di solito la stessa a cui appartenevano il padre o la madre.


I ragazzi di Sparta venivano mandati alla scuola militare all'etÓ di 6/7 anni e vivevano si addestravano e dormivano negli alloggi della loro fratellanza. A scuola insegnavano loro  capacitÓ di sopravvivere e altre abilitÓ necessarie ad essere un grande soldato. I corsi erano molto duri e spesso dolorosi. Anche se agli studenti insegnavano a leggere e scrivere, queste abilitÓ non erano molto importanti per lo Spartano antico. I maschi spartani all'etÓ di 18 o 20 anni dovevano superare una prova difficile di capacitÓ di adattamento, abilitÓ militare e  abilitÓ di comando. Ogni maschio spartano che non passava questi esami diventava un perioikos. (al perieco era permesso di avere proprietÓ, praticare il commercio, ma non poteva esercitare diritti politici e non era considerato cittadino). Se invece superava la prova diventava cittadino a pieno diritto e soldato di Sparta. Ai cittadini di Sparta non era permesso maneggiare i soldi, questo era compito dei perieci. I soldati spartani trascorrevano la maggior parte della loro vita con i loro compagni d'arme. Mangiavano, dormivano, e continuavano ad addestrarsi nei loro alloggi di fratellanza. Anche se si sposavano, non vivevano con le loro mogli e famiglie. Vivevano negli alloggi. Il servizio militare terminava all'etÓ di 60 anni. All'etÓ di 60 anni, un soldato di Sparta poteva andare in pensione, e poteva vivere in casa con la famiglia. A Sparta le ragazze andavano a scuola all'etÓ di 6/7 anni.á Anche loro vivevano, dormivano e si addestravano negli alloggi della loro sorellanza. Non si sa se la scuola femminile fosse crudele e dura come quella maschile, comunque alle ragazze erano insegnate lotta, ginnastica e abilitÓ di combattimento. Alcuni storici credono che le due scuole fossero molto simili, e che si tentava di addestrare le ragazze come si addestravano i ragazzi. Gli Spartani credevano che giovani donne forti avrebbero prodotto bambini forti. All'etÓ di 18 anni, se una ragazza di Sparta superava le sue prove di adattamento, abilitÓ, e coraggio le veniva assegnato un marito e le era permesso di tornare a casa. Se falliva perdeva i suoi diritti di cittadina, e diventava una dei perieci. A Sparta, le donne cittadine erano libere di muoversi e godevano di molta libertÓ; come i loro mariti non vivevano in casa. Nessun capolavoro di arte o di architettura uscirono da Sparta, ma gli Spartani ebbero una forza militare che terrorizzava i nemici.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 23779
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020