Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Italia dal 1945 al 1980

storia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Italia dal 1945 al 1980


Dopo la guerra e il fascismo, vanno al governo tutti i partiti che hanno fatto la resistenza.


I risultati più importanti di questa collaborazione tra i partiti antifascisti sono il referendum monarchia/repubblica nel '46 e la Costituzione, che dà un grande ruolo al parlamento e scarso peso alle singole persone (capi dello Stato e del Governo).

Venendo da una dittatura era comprensibile, ma così si punta tutto sui partiti: da allora la gente non ha mai scelto il capo del governo.

Oggi si possono scegliere sindaco e presidenti di Provincia e di Regione.


Nel '47 il clima della guerra fredda comincia a farsi sentire e PCI e PSI ven 636b15g gono estromessi dal governo.

Il presidente era De Gasperi, democristiano.


Nel 1948 si vota: bianco o rosso.

Clima terrificante.

Alla vigilia delle elezioni, il papa scomunica i comunisti.

Stravince la DC con il 48% dei voti.

Da questo momento la DC governerà fino al 1992, con la collaborazione dei partiti minori.


Dagli anni '60 anche il PSI passa con la DC.

Si parla di centro-sinistra. Prima era centrismo.

All'opposizione, rimane solo il PCI.


La politica della DC era di ricostruzione economica e materiale dell'Italia: autostrade, ferrovie, infrastrutture...

Negli anni '50 viene favorita l'industrializzazione al nord.

Molti meridionali emigrano perché l'agricoltura non rendeva più e le industrie erano al nord.

Molti emigrano in America.

Qualunque protesta sociale veniva repressa dalla polizia.

Dietro ognuna, ci si vedeva il comunismo.

Scuola media obbligatoria.

Scolarizzazione di massa che apre gli occhi a molta gente.

L'Italia rimane profondamente divisa in classi, e i poveri cominciano e capirlo e a vedere le ingiustizie.


Il miracolo economico degli anni '60 ha aggravato i conflitti sociali.

Industria al nord e emigrazione dal sud.

I ricchi sono sempre più ricchi e il miracolo è permesso anche dai bassi salari degli operai italiani.

La maggiore cultura aveva creato grandi aspettative.

Alla fine degli anni '60 queste tensioni esplodono.

1968: gli studenti si scontrano con la polizia.

1969: autunno caldo - gli operai occupano le fabbriche.


Aumentano i voti ai partiti di sinistra: volontà di cambiamento.

Il PCI era stato sorpreso e scavalcato dai contestatori: nascono nuovi partiti di sinistra più radicali.

Da parte dei conservatori avanza la richiesta di riportare l'ordine.

Lo stato reagisce con violenza. Polizia con bastoni e gas.

Negli anni '70 lo scontro tra destra e sinistra diventa tragico.




Cominciano le stragi.

I -          1969: banca a Milano

1974 a Brescia;

due stragi sui treni

Ultima - 1984: stazione a Bologna


STRATEGIA DELLA TENSIONE

Non è facile attribuire le responsabilità di queste stragi.

Si dice che qualcuno avrebbe voluto creare in clima di panico per far tornare la dittatura, in uomo forte o un corpo militare: forse i servizi segreti (P2 - Licio Gelli, parte della massoneria; Cossiga parla di Gladio, che avrebbe preso le armi se alle elezioni avessero vinto i comunisti).






A sinistra nascono le BRIGATE ROSSE (terrorismo di sinistra) per vendicare le stragi fatte con le bombe.

Predicavano la lotta armata: violenza mirata, contro politici, capitalisti, magistrati, giornalisti -Montanelli, prof. universitari.


1978: viene rapito ALDO MORO, segretario della DC.

Per due mesi in una "prigione del popolo", senza che polizia e carabinieri lo trovassero.

Viene ucciso, ma è la fine del terrorismo, perché il popolo ha isolato i terroristi.

Alla manifestazione in piazza contro questo delitto, centro e sinistra sono insieme.

Viene formato il governo Andreotti, per il quale vota anche il PCI, per rimanere uniti contro il terrorismo.


GOVERNO DI UNITA' NAZIONALE



GLI ANNI '80: DAGLI HIPPIES AGLI YUPPIES


sono stati chiamati gli anni del riflusso: reazione contraria al '68 a gli anni '70, ritorno del disimpegno.

Importanza del denaro, della carriera, della formazione personale.

Ritorno al privato, come mondo dell'economia e come mondo personale (individualità).


In comune c'è l'anticonformismo, l'individuo continua a rivendicare i sui diritti.

Edonismo, divertimento.

Ci si stacca dalla politica.


Il ritorno al privato (liberismo) vede due personaggi chiave politici:

REAGAN negli USA e la THATCHER in Inghilterra.

Smith: "Se ognuno segue il proprio utile, fa il vantaggio di tutta la nazione"


In Italia governa sempre la DC, e emerge una figura alternativa nella stessa maggioranza: CRAXI.

Era la figura più moderna e spregiudicata, non legata alla Chiesa.

Capo del governo per 4 anni.


Nel '92, con "mani pulite", si scopre che il craxismo era un modo della politica per controllare l'economia e incassare tangenti, ai danni degli imprenditori che dovevano pagare per poter proseguire l'attività economica.


Appena questa corruzione è emersa, alle elezioni successive ('94), i partiti di governo che avevano governato per 40 anni spariscono.

Si crea un grande vuoto al centro, riempito dalla discesa in campo do BERLUSCONI, che ha creato da zero FORZA ITALIA (elettorato moderato).


La politica italiana si trasforma completamente.

- Si creano due coalizioni: POLO e ULIVO

- Nasce la necessità di scegliere direttamente i governanti, e non fare votare solo per il partito in generale.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2210
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020