Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LE RETI

informatica


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di

LE RETI: (unità 3)


1960 anno in cui sono nate le reti di calcolatori,come mezzo con cui collegare terminali periferici ad elaboratori centrali, detti MAINFRAIME.

Con gli anni si è passati dal modello mainfrai 323h78d me terminali, in cui la potenza di calcolo è concentrata in un unico grande elaboratore, ad un modello in cui gli elaboratori sono AUTONOMI e INTERCONNESSI



non devono dipendere l'uno devono essere in grado di dall'atro




scambiarsi informazioni


alla fine degli anni 1970 il vecchio modello time-sharing lasciò il posto al CLIENT SERVER, l'elaborazione viene realizzata per mezzo di un programma utente chiamato client.


le RETI sono un insieme di sistemi per l'elaborazione delle informazioni messe in comunicazione tra loro,  (insiemi di circuiti). Obiettivo principale è la CONDIVISIONE DELLE RISORSE.


si è passati da sistemi concentrati, in cui le risorse si trovano tutte in uno stesso ambito a sistemi distribuiti in cui le risorse sono distanti tra loro.

Fanno parte dei sistemi distribuiti diversi tipi di rete classificate per estensione:

RETI LOCALI (LAN)

RETI GEOGRAFICHE (WAN)

RETI METROPOLITANE (MAN)


Una generica rete è formata da:

Nodi: elementi della rete

Archi: collegamenti (canali trasmessivi)


Esistono diverse topologie, con esso si indica la disposizione degli oggetti fisici nello spazio:

Reti a stella

Reti ad anello                          RETI LOCALI

Reti a bus

Reti ad albero



Reti a maglia irregolare                            RETI GEOGRAFICHE


Un secondo obiettivo delle reti è permettere la COMUNICAZIONE.


COMUNICAZIONE = TRASMISSIONE cioè l'invio di codici che hanno un determinato significato sia per chi li invia sia per chi li riceve.

I collegamenti sono diversi in funzione del tipo di esigenze da soddisfare;

SIMPLEX: messaggio inviato in un unico passaggio



HALFDUPLEX: comunicazione a doppio senso alternato, comunicazione in entrambi i sensi ma in tempi diversi

FULL DUPLEX: comunicazione a doppio senso, la trasmissione avviene in entrambe le direzioni contemporaneamente


TECNICHE DI COMMUTAZIONE: modalità con cui il messaggio viene inviato:

CIRCUITO

MESSAGGIO

PACCHETTO


Tecnologie di trasmissione:

BROADCAST o PUNTO MULTI-PUNTO: vi è un canale trasmessivo condiviso da tutte le stazioni

PUNTO A PUNTO: formato da coppie di computer che comunicano tra loro

La trasmissione avviene rispettando delle regole dette PROTOCOLLI, ve ne sono di 2 tipi:

BOP: protocolli semplici e brevi;

BCP: esistono dei codici di controllo;

Protocollo generale:ogni carattere è racchiuso tra un bit di start ed uno di stop

Un insieme di livelli e protocolli forma un' ARCHITETTURA DI RETE.


Il modello per le architetture di rete è l' ISO/OSI, basato su 7 diversi strati:

APPLICAZIONE

PRESENTAZIONE

SESSIONE

TRASPORTO

RETE

COLLEGAMENTO DATI

FISICO


CODIFICA DEI DATI:

SEGNALI ANALOGICI: ogni singolo valore può assumere un significato d'informazione

SEGNALI DIGITALI: segnali per i quali hanno significato solo 2 valori d'informazione (0-1)


MODEM: macchina utilizzata per trasformare segnali da digitali in analogici e viceversa.


SERVER: macchina utilizzata per fornire servizi alle altre unità, mette le risorse a disposizione, questo ha permesso di passare dai sistemi centralizzati ai sistemi distribuiti.










Privacy

Articolo informazione


Hits: 967
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020