Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

PAG 113:PETRONIO ELEGANTE ARBITRER

latino


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

PAG 113:PETRONIO ELEGANTE ARBITRER


Riguardo a gaio Petronio devono essere riferite poche notizie precedenti infatti per lui il giorno trascorreva attraverso il sonno , la notte invece negli impegni e nei divertimenti della vita , come l impegno laborio 343c28d so aveva portato alla notorietà gli altri cosi l ignavia porto costui , non era considerato un crapulone e un dissipatore come la maggior parte di coloro che sperperavano i propri beni ma era considerato un personaggio di lusso erudito . inoltre la sua parola e le sue azioni erano tanto più libere e tanto più manifestanti un suo certo disinteresse di se quanto più venivano accolte in maniera gradita in relazione al loro aspetto di semplicità.

Tuttavia in quantità di proconsole di bitinia e subito dopo console si dimostrò determinato e pari agli affari pubblici . ritornato ai vizi oppure a anche a causa dell' imitazione del vizio accolto fra i pochi familiari a Nerone come arbitro dell' eleganza mentre Nerone non considera nulla gradevole e dolce nell' abbondanza se non ciò che per lui Petronio avesse approvato . Da ciò derivò l'invidia di Tigellino quasi come se fosse contro un rivale e uno più potente quanto a conoscenza dei piaceri. Dunque Tigellino si aggrappò alla crudeltà del principe al quale tutte le altre libidini venivano meno buttando avanti l'amicizia di Scevino con Petronio dopo aver corrotto un servo di Petronio per recuperare una prova e dopo aver tolto ogni possibilità di difesa e dopo aver messo in carcere la maggior parte degli schiavi di Petronio per recuperare una prova e dopo aver tolto ogni possibilità di difesa e dopo aver messo in carcere la maggior parte degli schiavi di Petronio.


PAG 114

Per caso in quei giorni Cesare l'imperatore aveva raggiunto la campagna e petronio giungendo fino a Cuma laggiù si fermava; ma non sopportò ulteriormente gli indugi fra il timore e la speranza. Né tuttavia allontanò la vita in maniera precipitosa ma fece riaprire più volte a piacimento le vene tagliate e fasciate e parlò con gli amici non di argomenti seri ma con quelli per cui si poteva raggiungere la gloria della determinazione .E non ascoltava nulla di ciò che si riferiva all'immortalità dell'anima, dei precetti dei sapienti ma preferiva ascoltare carmi leggeri e versi gradevoli. E diede ad alcuni servi delle elargizioni, ad alcuni altri delle frustate. Si recò a tavola e indulse alla morte affinché la morte sebbene fosse simile a quella dataci dal destino neppure

Nerone o Tigellino o qualche altro dei potenti con dei codicilli che producevano la maggior parte dei morenti ma trascrisse i delitti del principe indicante i nomi dei suoi amanti uomini e delle sue amanti donne e la stravaganza di qualunque stuprò e mandò questi codicilli a Nerone da lui sottoscritti. E infranse l'anello affinché non fosse subito d'uso per creare rischi a qualcun'altro






Privacy

Articolo informazione


Hits: 1030
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020