Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.


Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Cuba

geografia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

Cuba


Repubblica di Cuba - Republica de Cuba

superficie

110.852 km²

popolazione




11.184.000 ab

densità

101 ab/km²

capitale

L'Avana

lingua

spagnolo

gruppi etnici

mulatti, bianchi, neri

religione

cattolica

forma istituzionale

repubblica socialista

moneta

peso cubano

prodotto interno lordo

18.600 milioni di $

PIL procapite

(in $)


Cuba:  Situata tra il Mar delle Antille e l'Oceano Atlantico pressoché all'altezza del Tropico del Cancro, Cuba ha una superficie superiore alla metà di quella complessiva delle isole caribiche.

L'isola é circondata numerosi isolotti e arcipelaghi, tra cui oltre Isola della Gioventù nel Mar delle Antille,abbiamo gli arcipelaghi dei Colo 313h73d rados,di Sabana (o Jardines del Rey) e di Camaguey al largo della costa centro- settentrionale, dei Jardines de la Reina e dei Canarreos sulla costa meridionale.

L'isola di Cuba ha forma stretta e allungata,è geologicamente parlando,costituita dalla parte emersa di una piattaforma continentale sottomarina, che si riallaccia a quelle delle Bahama e della Florida.

L'isola presenta una morfologia in prevalenza pianeggiante o tabulare, accidentata qua e là per la presenza di rilievi che difficilmente superano i 1.000 m di altitudine. Cuba, é un'isola ricca di bassopiani, con pianure nella fascia perimetrale e costiera, e rilievi montuosi nella parte occidentale e sud-orientale. Rilievi collinari-montuosi e le catene degli altopiani che percorrono da est ad ovest l'isola sono interrotti da estese pianure fertili e coltivate in corrispondenza delle province di Matanzas e Ciego de Avila, cosicché i collegamenti fra le coste settentrionale e meridionale risultano agevolati.

Ha terreni sedimentari che oggi ricoprono la maggior parte del suo territorio.

I rilievi risultano intervallati da ampie distese pianeggianti o appena ondulate,ma non formano un unico allineamento bensì isolati massicci o brevi catene.



Ha un clima subtropicale, moderato però dall'influenza del mare, avvertibile in tutto il Paese, e raffrescato in inverno da masse d'aria provenienti dall'America Settentrionale che influenzano i valori dell'umidità e della temperatura, facendo dell'isola la più temperata degli altri paesi tropicali.

Il Clima è quindi condizionato dagli Alisei.

Le precipitazioni abbondanti, specie nei mesi di maggio-giugno e di settembre-novembre, CUBA: il paesaggio

I rilievi montuosi hanno una caratteristica forma a cono elevandosi in altezza con ripidi pareti.

Ad occidente dell'isola si rinviene la Cordillera de Guaniguanico, nella costa meridionale la Sierra del Escambrey, mentre la Sierra Maestra interessa quasi tutta la costa sud-orientale di Cuba. Il monte più alto di cuba é il Pico Turquino con quota 1974 m s.l.m..

Prima della colonizzazione l'isola era quasi totalmente coperta da vegetazione boschiva naturale, sostituita successivamente per destinare i suoli alle colture agricole per l'esportazione e che oggi caratterizzano gran parte del territorio interno.

Quanto alla flora, Cuba offre una grande varietà di paesaggi vegetali, malgrado l'opera dell'uomo li abbia largamente degradati e modificati.

Un tempo l'isola era coperta da dense foreste, che ancora alla fine del secolo scorso si estendevano su metà della superficie territoriale; oggi, le superficie boschive sono ridotte e vi sono quindi allo studio vasti programmi di rimboschimento

La foresta tropicale secca, in cui abbondavano cedri tropicali, acajù, ecc, è per lo più ridotta a ristrette macchie; più diffuse sono le pinete, che resistono bene nei terreni più poveri e sabbiosi, caratterizzando alcune località, tanto da aver dato loro il nome (Pinar del Rio, Isola dei Pini, oggi Isola della Gioventù).

Le zone agricole sono presenti essenzialmente lungo le coste o i corsi d'acqua ma prevalentemente le troviamo agli estremi Est ed ovest dell'isola. Nelle regioni centrali e nelle aree interne dell'isola troviamo in maggior misura pascoli e praterie con presenza di agavi e cactacee.

Fra le piante coltivate, troviamo al primo posto per importanza nelle esportazioni, il tabacco e la canna da zucchero, ma importanti vi sono anche il cotone, l'agave sisalana, riso, caffé, cacao e fra le piante da frutto: agrumi, ananas, banane, papaya e avocado.

A Cuba si contano fra le 6 e 8.000 specie botaniche, delle quali poco più del 60% ha foglie caduche a causa del lungo periodo della stagione secca, mentre la metà circa sono originarie dell'isola, endemiche quindi.

Vi sono circa 30 specie di differenti palme, e il simbolo nazionale non poteva che essere una di queste, la palma reale.

Cuba seguì un lungo periodo di dominazione spagnola.

La repubblica di Cuba é uno Stato socialista con circa 11 Milioni di abitanti, di cui ben 2 milioni risiedono nella capitale L'Avana. L'isola é amministrativamente suddivisa in 14 province e 169 comuni (municipios). Nonostante sia l'isola con maggiore estensione delle restanti isole caribiche, Cuba ha una densità di popolazione abbastanza limitata, pari a 100 abitanti per Kmq e solo nella capitale si raggiungono i 200 abitanti per Kmq.

Vi risiede una popolazione essenzialmente giovane.

La popolazione indigena a seguito della scoperta dell'isola da parte degli europei, venne annientata già dopo il primo secolo di colonizzazione. I pochi sopravissuti si mescolarono con gli spagnoli e con gli schiavi africani.

Diversamente a quanto si assiste nelle restanti isole dei caraibi, a Cuba la popolazione é in maggior parte a pelle bianca, questo perché i cubani hanno in gran parte origini europee (Spagnoli), che hanno continuato a mantenere stretti legami anche dopo la conquista dell'indipendenza di cuba avvenuta nel 1902.

In seguito alla rivolta degli schiavi della vicina Haiti nel 1765 vi fu una importante immigrazione di haitiani di origine francese nella vicina Cuba. Nel corso del XIX secolo vi giunsero anche diverse decine di migliaia di cinesi e filippini per la manodopera a basso prezzo impiegata in agricoltura.

Molti appartenenti ai ceti alti e ricchi di Cuba vivono negli Stati Uniti d'America da diversi anni, da dopo la presa del potere da parte di F.Castro. In seguito si verificarono successive emigrazioni e solo a Miami oggi vivono circa 700.000 cubani.

Un'attenta politica di prevenzione sanitaria ha permesso di debellare da diverso tempo malattie come: poliomelite, malaria, morbillo, difterite.

L'economia cubana si é sviluppata grazie alla massiccia coltivazione della canna da zucchero introdotta per la prima volta da Colombo, che impiega manodopera sia l'agricoltura che nell'industria di trasformazione. La melassa da cui si ottiene per fermentazione il famoso Rum cubano, é uno dei derivati della lavorazione della canna da zucchero. Si ritrova il tabacco largamente coltivato in particolare per i sigari Avana ed il caffé quest'ultimo in particolare nelle zone montuose nella parte orientale di cuba. L'allevamento del bestiame é essenzialmente bovino.

Dopo lo zucchero il secondo prodotto per l'esportazione é il nichel per il quale Cuba é il quarto produttore mondiale. Vengono inoltre esportati frutti esotici, agrumi, tabacco, caffe, aragoste, e il ben noto rum e zucchero.

Cuba é importatrice di petrolio ed altre materie prime fra cui ferro, legname e generi alimentari come il grano, mais e fagioli.

Il turismo, secondo fattore trainante dell'economia cubana dopo lo zucchero, é in continua crescita in particolare dopo gli anni '90, con un giro di turisti pari a circa 1 milione l'anno. In generale quasi tutto il territorio cubano, in particolare le zone costiere ed alcune isole offrono buone o ottime infrastrutture turistiche.

La pesca a cuba svolge solo da poco un ruolo significativo e questo lo deve in principal luogo alle esportazioni di aragoste di cui é il secondo al mondo nelle esportazioni. La pesca in acque internazionali é oggi un settore in crescita con partenza dai porti lungo le coste meridionali, eccezion fatta per L'Avana.

La rete stradale può contare su circa 13.000 Km di strade, con un asse principale, lungo circa 1.144 Km, che unisce Pinar del Rio ad Occidente con Santiago de Cuba ad oriente dell'isola. Di quest'asse viario principale circa 580 Km sono di autostrada, che non va percorsa ad alte velocità per ostacoli che si possono incontrare (principalmente animali), cantieri male segnalati, e di notte attenzione perché sono poche le macchine con le luci a posto. Il limite di velocità nell'autostrada é di 140 Km orari mentre nei centri abitati é di 60 Km/h. Il senso di circolazione é come in Italia, a destra della careggiata mentre i semafori, posti in alto non sono sempre facilmente visibili. Se vedete un segnale con scritto PARE, fermatevi !! vuol dire stop. Le stazioni di rifornimento (cupet) sono aperte 24 su 24, la benzina si paga in dollari.       






Privacy




Articolo informazione


Hits: 1849
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2021