Caricare documenti e articoli online 
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Geodinamica - Endodinamica

architettura


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di

Geodinamica


Modificazioni continue vengono apportate alla Terra da agenti endogeni o interni (endodinamica) ed esogeni o esterni (isodinamica).


Endodinamica


Agenti endogeni modificatori della superficie terrestre: vulcani, terremoti, bradisismi.


a)Vulcani. Aperture della crosta terrestre dalle quali vengono emessi, ad el 525e49f evata temperatura, materiali solidi, liquidi ed aeriformi provenienti dall'interno della Terra. Possono essere attivi o quiescenti, subaerei o sottomarini.


Tipi di Vulcani:

o       di esplosione (formati da accumulo di materiale detritico);

o       lavici (formati da lava solidificata;




o       misti (formati da materiale detritico e lavico).

Parti di un Vulcano:

o       cono o monte vulcano;

o       camino vulcanico principale con un cratere principale;

o       camini vulcanici secondari con crateri secondari o avventizi;

o       recinto vulcanico.

Fasi di AttivitÓ.

o       Fenomeni premonitori: leggere scosse sismiche, boati, prosciugamento di sorgenti, ecc.

o       Fase Esplosiva o iniziale o pliniana: spaccature violente della crosta terrestre con emissione di colonne di gas e vapori (ossido di carbonio, anidride carbonica, anidride solforosa, azoto, metano, vapore acqueo, ecc.) e di materiali piroclastici (pomici, lapilli, sabbie, ceneri).

o       Fase effusiva o di deiezione o stromboliana: emissione di lava, cioŔ di magma privo di gas e vapori. Lave:

Alto contenuto in silice: acide, rachitiche, liparitiche; dense.

Medio contenuto in silice: andesiti; densitÓ intermedia.

Basso contenuto in silice: basiche, basalti; fluide.

Tipi di Eruzione:

o       Tipo stromboliano e vulcanico: lava a densitÓ intermedia; formazione di cono stratificati per avvicendarsi di fasi effusive ed esplosive; presenza del pino vulcanico (vapori e gas misti a ceneri per qualche km di altezza) e di caldere (depressioni circolari dovute alla distribuzione della parte apicale del vulcano);

o       Tipo peleano: lava acida poco fluida; possibile formazione di guglie laviche e nubi ardenti costituite da prodotti piroclastici avvolti da vapore acqueo e striscianti sul terreno.



o       Tipo hawaiano: lava basica molto fluida, basaltica; pu˛ mancare la fase esplosiva; formazione di vulcani a scudo.

o       Tipo islandese: lava fluida che si espande lungo profonde fratture; formazione di vulcani a fessura e di piattaforme vulcaniche.

o       Tipo sottomarino: magma molto fluido, basaltico, che solidifica lungo le dorsali oceaniche.

Fenomeni vulcanici secondari. Manca l'emissione di lava.

o       Gaysers: getti intermittenti di acqua bollente ricca di silice e di carbonato di calcio; presenza di cono e cratere.

o       Soffioni boraciferi: emissione di vapore acqueo contenente acido borico, ammoniaca, anidride carbonica, idrocarburi, ecc.; manca il cratere.

o       Sorgenti termominerali: acque provenienti da zone profonde che sgorgano ad alte temperature.

o       Fumarole: emissioni di vapore acqueo.

o       Solfatare: emissioni di anidride carbonica e acido solfidrico.

o       Mofete: emissioni di anidride carbonica.

o       Putizze: emissioni di gas con prevalenza di acido solforico.

o       Stufe: emissioni di vapore acqueo quasi puro.

o       Fontane ardenti: emissioni di idrocarburi che si incendiano facilmente; sono in rapporto a zone petrolifere.

o       Salse: emissioni di gas (acido solfidrico, anidride carbonica, ecc.), di idrocarburi, di fanghi ricchi di cloruro di sodio, di petrolio, ecc.

o       Vulcani di fango: emissioni di gas e acqua da zone argillose che danno origine ad un cono dalla cui sommitÓ fuoriescono colate di fango.


b) Terremoti o sismi. Movimenti della crosta terrestre improvvisi, intensi, di breve durata, dovuti al rilascio di energia accumulata in roce profonde e alla conseguente propagazione di onde sismiche.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1554
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020