Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Teorema (Rolle) Sia un intervallo limitato e una funzione derivabile con derivata continua

matematica


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Limiti
Il teorema della decrescenza rispetto alla scadenza
Tabella degli angoli
Razionalizzazione del denominatore di una frazione
FORMULE DI MATEMATICA
LA SINUSOIDE
I NUMERI REALI - La definizione di numero
FORMULE DI SOTTRAZIONE
Teorema (Rolle) Sia un intervallo limitato e una funzione derivabile con derivata continua

Teorema (Rolle) Sia un intervallo limitato e  una funzione derivabile con derivata continua. Se , allora esiste un punto  tale che . 

Questo teorema afferma che se si ha una funzione continua e derivabile (continua = 949e45j senza salti, derivabile =senza spigoli), allora deve esistere un punto  interno all'intervallo  tale che la sua tangente orizzontale. Per farti un'idea basta che guardi la figura riportata sotto.

La generalizzazionefatta da Lagrange nasce dall'osservare che  avere un punto con derivata nulla all'interno dell'intervallo conseguenza del fatto che la funzione ha la stessa altezza nei punti estremi e quindi ci si ritrova con un punto in cui la tangente parallela alla congiungente dei due punti estremi. Se il valore della funzione in quei punti non pi uguale, invece di avere un punto in cui la tangente orizzontale si avr un punto in cui la tangente parallela alla congiungente dei due punti estremi ossia un punto in cui la derivata vale


Teorema (Lagrange) Sia  un intervallo limitato e  una funzione derivabile con derivata continua. Allora esiste un punto  tale che

.


Dimostrazione

L'idea di usare il teorema di Rolle:definisco quindi una funzione , fatta in modo che sottratta alla mi dia una funzione  con estremi alla stessa altezza, non faccio altro che raddrizzare la  (vedere le due figure sopra).Come  prendo la retta che congiunge i due punti della funzione agli estremi dell'intervallo

e di conseguenza

.

Risulta immediato verificare che e quindi posso applicare il teorema di Rolle alla funzione  e ottengo che esiste un punto  tale che , ma essendo

trovo che per  la relazione precedente diventa

da cui si ottiene la tesi

.

c.v.d.

definizione di 
integrale indefinito

1. Sia f(x) una funzione definita in un intervallo A,

la funzione F(x) si dice primitiva della f(x)

se, per ogni x di A, F(X) derivabile

e risulta

F'(x) = f(x)

 

2. Trovata una primitiva della funzione, tute le altre si ottengono aggiungendo una costante,

ossia

F(x) + c

esprime, al variare di c, tutte le primitive di f(x).

 

3. L'insieme formato da tutte le primitive di f(x),

si chiama integrale indefinito della funzione f(x)

e si indica

 

4. La funzione f(x) si dice funzione integranda,

dx indica la variabile rispetto alla quale si cerca la primitiva

 

5. Da quanto detto al punto 2. si ha

 

6. Da quanto detto al punto 1. si ha


 

Integrale definito

 

Sia f(x) una funzione continua nell'intervallo ]a,b[

F(x) una primitiva della f(x)

si ha

Questa formula una conseguenza del teorema fondamentale del calcolo integrale (teorema di Torricelli)

viene chiamata formula di Newton - Leibnitz.

 

Dal punto di vista operativo,

per calcolare l'integrale definito di una funzione f(x)

si deve determinare un integrale indefinito

e calcolare la differenza tra i valori che l'integrale assume

agli estremi dell'intervallo di integrazione







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1263
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019