Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Magnetismo - FORZA ELETTROMAGNETICA

fisica


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

RANGO DI UNA MATRICE
OBIETTIVO : studiare la condizione di un corpo su un piano inclinato (senza attrito)
scoprire il senso in cui si propagano le onde in un fluido
Verifica della legge di Archimede
SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER
La legge di Archimede
Trasformazione Termodinamica
AMBITO GENERALE: STUDIO DELL'OTTICA
PROVA DI FISICA - DINAMOMETRO
TRASDUTTORI

Magnetismo

FORZA ELETTROMAGNETICA = forza che è manifestazione di magnetismo e elettricità

MAGNETE = dotato sempre di due poli opposti (nord e SUD) e vale la legge per cui poli uguali si respingono e poli opposti si attraggono. Non è stata dimostrata l'esistenza di un magnete dotato di un solo polo. 

CAMPO MAGNETICO = generato attorno ad un magnete è visualizzato con il VETTORE CAMPO MAGNETICO (B) . La direzione ed il verso d 656e45g i tale vettore si definiscono come la direzione e il verso in cui punterebbe l'ago nord di una bussola posta in quel punto. Le linee di campo entrano nel polo sud ed escono in quello NORD.



ESPERIMENTO DI OERSTED 1820 = dimostra le interazioni tra elettricità e magnetismo ponendo un ago magnetico, nelle vicinanze di un filo percorso da corrente, subisce l'azione di una forza che comportava una deviazione finale. Si dimostra dunque per la prima volta che cariche in movimento (corrente elettrica) generano un campo magnetico e infatti l'unificazione di elettricità e magnetismo portano alla nascita dell'elettromagnetismo.

FORZA DEL CAMPO MAGNETICO = una carica q che entra a velocità costante in un campo magnetico uniforme perpendicolare a v , subisce una F (centripeta cioè verso l'interno) che la fa ruotare in una traiettoria curva. La forza che si origina è dovuta all'interazione tra la carica elettrica in movimento e il campo magnetico. La FORZA che devia la particella carica è direttamente proporzionale a :

-          CARICA

-          VELOCITà di q

-          INTENSITà del campo magnetico (vettore induzione campo magnetico B)

SE v è perpendicolare a B si ha F= q V B ovvero B = F/qV . l'unità di misura è T (tesla) ovvero (N newton x S secondi)/ (C coulomb x m metri)

Se V è parallela a B la carica non è soggetta a forze per cui F=0

Se V è inclinata (α) rispetto a B la F = q V B senα  ed espressa in vettori risulta F = q V (vettore) B .

Essendo q un numero la F risultante è diretta verso l'interno se q è positiva , verso l'esterno se q è negativa . L'intensità della F rimane la stessa poiché è prodotto vettoriale ed è sempre una forza centripeta con V tangente ad essa.

REGOLA DELLA MANO DESTRA = per ricavare verso e direzione di F si punta il pollice della mano destra in direzione della velocità, l'indice in direzione del vettore campo magnetico, il dito medio disposto perpendicolarmente al piano in relazione agli altri due (dalla parte del palmo) indica queste informazioni.

CAMPO MAGNETICO ATTORNO AD UN FILO PERCORSO DA CORRENTE

Sapendo che un corpo attraversato da corrente elettrica genera un campo magnetico, nel caso di un filo attraversato da corrente elettrica le linee del campo magnetico si dispongono attorno al filo come circonferenze concentriche . La direzione delle linee di forza del campo è data dalla regola della mano destra ovvero si punta il pollice verso la corrente, l'indice verso la velocità e la direzione di chiusura della mano indica la direzione di B . L'intensità del campo B ad una distanza d (ricordando che all'aumentare della distanza diminuisce l'intensità del campo magnetico) è data dalla formula :

-          B = µ0 (permeabilità magnetica del vuoto) i (intensità / 2 πd )

-          µ0 = 4 π 10 -7 T (tesla) x m (metri) / A (amper)

Dunque l'intensità del campo dipende dalla distanza (inversamente proporzionale) e dall'intensità (che è direttamente proporzionale)

CAMPO MANGETICO AL CENTRO DI UNA SPIRA CONDUTTRICE CIRCOLARE

La direzione è sempre data dalla regola della mano destra e le linee di campo si dispongono dal centro come linee concave verso l'interno fino a diventare circonferenze agli estremi della spira. Il campo magnetico al centro è dato dall'equazione :

-          B = µ0 i / 2 r (raggio della spira)

CAMPO MAGNETICO ALL'INTERNO DEL SOLLENOIDE (filo avvolto in forma elicoidale)

Se il raggio delle spire è più piccolo della lunghezza complessiva del solenoide B risulta uniforme e parallelo all'asse del solenoide stesso. L'intensità è data da :

-          B = µ0 x i x N (numeo di spire) / l (lunghezza )

-          Dove N / l  = n cioè densità di spire per unità di lunghezza




FLUSSO DEL CAMPO MAGNETICO

Ricordando che le linee di campo sono linee chiuse, il flusso del campo magnetico è dato dall'equazione Φ = B x S x cos α (angolo compreso)

TEOREMA DI GAUSS

Nel caso di un magnete posto in una superficie chiusa il flusso del campo è pari a 0 poiché le linee di campo sono chiuse quindi tante ne entrano dal polo sud e tante ne escono dal polo nord. Questo si verifica anche se il magnete non è interamente racchiuso nella superficie poiché un magnete presenta sempre due poli opposti pertanto le linee di campo saranno sempre chiuse.  L'unità di misura del flusso è il WEBER  Wb ovvero T(tesla) x m2.

CIRCUITAZIONE DEL CAMPO MAGNETICO espressa attraverso il teorema di Ampere : la circuitazione del campo magnetico è data dal prodotto della permeabilità magnetica per la somma delle correnti che attraversano la superficie chiusa. Poiché il campo magnetico è dotato di linee chiuse in cui la circuitazione non è pari a zero si può affermare che il campo magnetico non è un campo conservativo.

CAMPO ELETTRICO

Campo MAGNETICO

Prodotto da cariche stazionarie ed è un campo vettoriale

Prodotto da cariche in movimento ed è un campo vettoriale

Quanto più fitte sono le linee di campo tanto più intenso sarà il campo

Quanto più fitte sono le linee di campo tanto più intenso sarà il campo

Le linee di campo sono APERTE

Le linee di campo sono chiuse

Il flusso del campo elettrico in una superficie chiusa è dato dall'equazione Q/ Σ 0 e infatti se Q non è posta all'interno della superficie il flusso è pari a 0. Inoltre a seconda della carica, se positiva o negativa, il flusso potrà essere o positivo o negativo a seconda dell'esubero di cariche positive o negative

Il flusso del campo magnetico è sempre pari a 0 sia quando il magnete è interamente racchiuso nella superficie sia quando il magnete è racchiuso in parte.

È Un campo di tipo CONSERVATIVO ovvero la circuitazione di cariche è pari a 0

È un campo non conservativo ovvero la circuitazione di cariche non è necessariamente pari a 0

Possono esistere cariche positive o negative isolate

Non è ancora stata dimostrata l'esistenza del monopolo magnetico







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1530
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019