Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

L'AZIENDA - Il Codice Civile (art.2555) definisce azienda proprio

diritto


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

IL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO
LA MAGISTRATURA - Funzioni del CSM
L'UNIONE EUROPEA - L'organizzazione comunitaria si articola in diversi organi
La persona giuridica - Autonomia, capacità e volontà delle associazioni e delle fondazioni
LE BASI DEL DIRITTO CANONICO
L'APPLICAZIONE DELLE NORME INTERNAZIONALI ALL'INTERNO DELLO STATO
DIRITTO COMMERCIALE
SUCCESSIONI MORTIS CAUSA
il lavoro

L'AZIENDA

Definizione: Il Codice Civile (art.2555) definisce azienda proprio <<il complesso di beni

                      organizzati dall'imprenditore per l'esercizio dell'impresa>>.

L?AZIENDA

Beni Materiali

Beni Immateriali



- Beni mobili ( macchinari, materie prime, semilavorati).

- Segni distintivi (ditta insegna e marchio) e know-how

- Beni Immobili (impianti, stabilimento)

- Opere dell'ingegno (invenzioni industriali, diritto d'autore, software)

- Beni Mobili registrati ( autovetture, camion, autobus).

- Avviamento

I Beni Aziendali Immateriali:

I beni aziendali immateriali hanno tutti molta importanza, ma occorre distinguerli in base alle diverse finalità e utilità che hanno per l'esercizio dell'impresa:

  • Segni distintivi: Servono ad individuare e distinguere le varie attività

                                     imprenditoriali tra di loro: la ditta è infatti il nome con il

                                          quale l'impresa viene esercitata, l'insegna serve ad

                                     individuare il luogo fisico dove l'attività è svolta e il marchio,

                                          infine, i beni o i servizi prodotti o scambiati.

  • Opere dell'Ingegno: Possono consistere nel diritto d'autore, nel software, in

                                            Vere e proprie invenzioni industriali maggiori (nuovi

                                            prodotti, servizi o processi produttivi oppure distributivi)

                                                  o minori ( accessori, disegni ornamentali) che servono a

                                            soddisfare meglio i bisogni della clientela, a innovare e

                                            migliorare la produzione, a renderla più competitiva nei

                                            confronti dei concorrenti.

  • Know how: È l'insieme di tutte quelle conoscenze, procedure, tecniche che

Non sono stati brevettati o non sono brevettabili.

 

  • L'avviamento: È l'idoneità di un'azienda a realizzare profitti, capacità che

     varia da azienda ad azienda e dipende solitamente da una serie

     di fattori oggettivi e soggettivi.

 

2) I Segni Distintivi.

I segni distintivi, ditta, insegna e marchio, sono disciplinati dalla legge. Essi servono a consolidare e ad accrescere la clientela e l'avviamento e a tutelare sia l'imprenditore sia i terzi. I segni distintivi conferiscono all'imprenditore un diritto d'uso in esclusiva, in quanto nessun altro concorrente può utilizzarli o imitarli al fine di creare confusione danneggiarli.

Se tale diritto viene violato l'imprenditore può rivolgersi all'autorità giudiziaria competente tramite apposite sanzioni:

Azioni giudiziarie per tutelare il diritto di esclusiva sui segni distintivi

Azione Inibitoria

Azione di rimozione

Azione di Risarcimento dei Danni

 

 

 

 

 

 

-Azione Inibitoria: che ha la finalità di porre fine alla violazione in atto, in quanto il

                               giudice condanna il trasgressore a cessare l'uso indebito del

                               segno distintivo oppure gli ordina di provvedere ad apportarvi

                               opportune modifiche o integrazioni.

 

-Azione di Rimozione: Ha invece la finalità di eliminare gli effetti dell'uso

         improprio del segno distintivo.

 

-Azione di Risarcimento: Ha il fine di recuperare le perdite subite.

Per essere tutelati i segni distintivi devono avere le seguenti caratteristiche comuni:

-         Liceità: non essere contrari alle norme imperative di legge, all'odine pubblico

                  o al buon costume

 

-         Verità: devono  consentire di risalire all'imprenditore effettivo o ai suoi

   prodotti

 

-         Originalità: Devono avere la capacità di distinguere chiaramente un'impresa e

la sua produzione da un'altra.

 

-         Novità: Non essere identici o simili a segni distintivi già in uso.



 

La Ditta:

Definizione: La ditta è il nome con il quale l'imprenditore esercita la propria attività.

La ditta

Formazione

Denominativa, di fantasia

Modi d'acquisto

A titolo originario, a titolo derivativo

Caratteri

Liceità, Verità, Novità, Originalità

Titolo Originario: se ha lui stesso creato la ditta

Titolo Derivativo: se gli è stata trasferita da un altro imprenditore

L'insegna:

Definizione: L'insegna è il segno distintivo che consente di individuare i locali in cui

                     l'impresa viene esercitata.

L'insegna

Formazione

Denominativa, figurativa, mista

Modi d'acquisto

A titolo originario, a titolo derivativo

Caratteri

Liceità, Verità, Novità, Originalità

Il marchio:

Definizione: Il marchio è il segno distintivo che identifica i prodotti (beni o servizi)

                     di un'impresa o di un gruppo di imprese associate.

-         Denominativo: Se è costituito da parole, numeri, sigle o da combinazione dei

                vari elementi.

-         Figurativo: Se consiste in un'immagine o in un simbolo.

-         Misto: Se consiste in una combinazione di suoni.

-         Tridimensionale: Se consiste in una particolare forma del prodotto o della

                                  Confezione.

-         Sonoro: Se consiste in una combinazione.

I marchi, a seconda dei soggetti che li utilizzano e della finalità che assolvono, si possono ulteriormente distinguere in:

-         Individuali: Se usati da un'unica impresa, con lo scopo di identificarne i

          prodotti per distinguerli da quelli altrui.

-         Collettivi: Se usati dalle imprese, enti o associazioni, per identificare l'origine

                            Le caratteristiche comuni e la qualità dei prodotti di una serie di

                            imprese solitamente associate.

-         Di Fabbrica:  Se sono apposti da produttori e hanno lo scopo di indicare la

             provenienza del bene o del servizio.

-         Di Commercio: Se sono apposti dai distributori, i quali però non possono

      occultare il marchio di fabbrica, e hanno la finalità di

      reclamizzare il rivenditore

Il Marchio

Formazione




Nominativo, figurativo, misto, tridimensionale, sonoro

Tipologie

Individuale, collettivo, di fabbrica, di commercio, nazionale, estero, comunitario ( marchio verde e marchio CE)

Caratteri

Liceità, Verità, Novità, Originalità

 Ma Anche Il Marchio è Tutelato?

Anche per il marchio è prevista una tutela, che può essere più o meno ampia, a seconda del suo diverso grado di originalità e dell'ottenimento o meno di un apposita registrazione.

Il marchio è originale se non è formato da una o più parole generiche oppure da una simbologia generica.

N.B

Ci sono altri marchi detti marchi volgari (di uso comunne) : Scotch, Aspirina, Thermos ecc.

Grado di originalità dei Marchi:

Maggiore Originalità

Minore Originalità

Marchi Forti

Marchi Deboli

- Non contengono espressioni generiche

- Contengono Espressioni generiche

- Non consentono di Risalire alla natura del Prodotto

- Consentono di risalire alla natura del prodotto

DIRITTO AL PREUSO:

Un'impresa che non ha provveduto alla registrazione del proprio marchio, ma lo utilizza di fatto in una determinata zona, può continuare a farne uso, nell'ambito territoriale in cui opera abitualmente e per gli stessi prodotti, anche quando un altro imprenditore consegue la brevettazione per lo stesso marchio.

N.B.

La registrazione nazionale garantisce all'imprenditore un'ampia tutela, in quanto gli conferisce il diritto di esclusiva per dieci anni ed è rinnovabile.

In ogni caso si decade dal diritto di esclusiva se non si utilizza il marchio per 5 anni oppure in caso di volgarizzazione dello stesso ( un marchio subisce la volgarizzazione quando diventa un espressione del linguaggio comune e non lo si usa per individuare il prodotto.

La Tutela Del Marchio

Ampia Tutela

Limitata Tutela

Marchi Forti

Marchi Deboli

Archi Registrati

Marchi Non Registrati

Le invenzioni Industriali e le altre opere dell'Ingegno:

Definizione: L'invenzione industriale è una creazione dell'ingegno umano: una soluzione nuova e originale di un problema tecnico che trova applicazione in campo industriale.

N.B.

In relazione a ogni invenzione industriale esistono due tipi di diritti:

-         Diritto Morale:  Spetta esclusivamente all'inventore, poiché consiste nell'essere riconosciuto

                                       come autore effettivo dell'invenzione.

-         Diritto Patrimoniale:  Che consiste nell'avere l'esclusiva allo sfruttamento economico

dell'invenzione.

L'avviamento: è l'idoneità di un'impresa a creare profitto.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 3627
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019