Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Il contratto - Formazione

diritto


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

LA MAGISTRATURA
DIRITTO TRIBUTARIO - Assetto non contrattuale del diritto tributario
ANALISI DI ALCUNE DOCUMENTAZIONI: LEGGI STATALI E REGIONALI - LA POLITICA SOCIALE NEGLI ANNI '70
DEFINIZIONE DEL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI
La società semplice
INTRODUZIONE - Diritto e norma (cap.1), Le fonti del diritto (cap.2), Il diritto privato e il sistema delle fonti (cap.3)
IL RAPPORTO DI PUBBLICO IMPIEGO
I CONTRATTI DI UTILIZZAZIONE DELL'A/C - CESSAZIONE
CORPO ELETTORALE - SISTEMI ELETTORALI NELLE MODERNE DEMOCRAZIE
DIRITTO PUBBLICO - FONTI DEL DIRITTO

Il contratto

Accordo di   2 o più parti x costruire, regolare o estinguere un rapporto giuridico

·         Atto giuridico negoziale poiché c'è volontà di incidere su un rapporto giuridico

·         Atto bilaterale: è necessario l'accordo di almeno 2 parti

·         Atto patrimoniale

Classificazione:




·         Bilaterali/plurilaterali

·         Associativi/non associativi

·         Gratuiti/onerosi

·         Con effetti reali/con effetti obbligatori

·         Reali/consensuali

·         Tipici/atipici

·         Formali/non formali

·         Di attribuzione/di accertamento

·         Con effetti istantanei/di durata

Esiste una disciplina generale applicabile in linea di principio a tutti i contratti e una speciale x tipi specifici di contratto. Vale il principio cumulativo, ma se le norme sono incompatibili prevalgono quelle specifiche.

Il contratto produce i suoi effetti quando si è formato (concluso), può esse 414f54e re molto importante sapere il momento esatto della conclusione. La conclusione implica una serie di comportamenti umani conformi ad 1 schema.

Formazione

Proposta e accettazione: il meccanismo presuppone che il proponente proponga all'oblato il contratto, la conclusione si ha quando chi ha fatto la proposta ha conoscenza dell'accettazione dell'altra parte ( si considera conosciuta nel momento in cui giunge all'indirizzo, formazione esclusa in caso di accettazione tardiva.

·         Contratto formato tramite esecuzione: regole particolari: no bisogno comunicazione accettazione, concluso nel tempo e nel luogo in cui ha avuto luogo l'esecuzione.

·         Contratto formato mediante proposta non rifiutata: contratto con obbligazioni solo a carico del proponente, basta la formula minima del mancato rifiuto

·         Contratto formato tramite consegna: la consegna costituisce l'esecuzione del contratto, x i contratti reali è necessaria la consegna materiale

·         Contratti aperti: consentono ad altre parti di subentrare, adesione=accettazione della proposta

·         Offerta al pubblico: particolare tipo di proposta rivolta ad una collettività

Vicende della formazione:dal momento della proposta a quello della conclusione può intercorrere un certo periodo durante il quale possono accadere vicende capaci di influire sulla riuscita del contratto:

·         Morte/incapacità sopravvenuta: se lo diviene dopo la formazione non riguarda la formazione ma la sua esclusione. Se si verifica prima il procedimento si interrompe a eccezione di proposta irrevocabile o x qualità del dichiarante ( imprenditore il cui contratto riguarda l'impresa).

·         Revoca proposta o accettazione: se il dichiarante si pente può impedire la conclusione con la revoca. X la proposta il requisito è che non sia irrevocabile ( se l'altra parte ha già iniziato e non sa della regola, il revocante deve indennizzarla).  X l'accettazione può essere revocata solo se giunge a conoscenza del proponente prima dell'accettazione

Proposta irrevocabile: casi in cui una proposta non può essere revocata prima della scadenza. Non perde efficacia x morte/incapacità.

Opzione: accordo con cui il proponente si obbliga a mantenere ferma l'opzione x un certo periodo. Revocaàunilaterale, opzioneàaccordo. Il termine è essenziale.

Prelazione: diritto ad essere favorito agli altri nella formazione del contratto. A differenza dell'opzione si può esercitare solo se la parte vincolata decide di vendere, opzione + forte. Si divide in legale, volontaria, convenzionale. Non opponibile a terzi.

Formazione progressiva: può accadere che il contratto sia formato su alcuni aspetti e non su altri. Se viene trascurato qualche elemento secondario: se è stato affrontato e non risolto il contratto è concluso solo se le parti lo vogliono, se non ha formato oggetto di trattativa intervengono i meccanismi di integrazione. Quando l'accordo non è formato perché l'accordo parziale non è sufficiente i punti già concordati danno luogo alla minuta o puntazione. Il valore giuridico aumenta se gli viene data una veste formaleàlettere di intenti.

Trattative e responsabilità precontrattuale: durante la fase di trattative le parti devono comportarsi secondo correttezza e buona fede, in caso contrario incorrono in responsabilità precontrattuale (la > parte dei giuristi la colloca nella responsabilità extracontrattuale). Anche il recesso ingiustificato può essere considerato responsabilità precontrattuale. Obbligo di risarcire il danno negativo (danno emergente, lucro cessante: non i mancati guadagni del contratto)

Volontà: proposta e accettazione corrispondono alla volontà delle parti, che diventa giuridicamente rilevante se esce dalla sfera psichica del soggetto divenendo socialmente conoscibile: linguaggio o solo in alcuni casi, comportamento concludente ( comportamento diverso dal linguaggio che mostra in modo univoco la volontà del soggetto).

Dichiarazioni ricettizieàad una persona determinata, si formano i c.d. atti ricettizi, i cui effetti si producono solo se la dichiarazione arriva a conoscenza del destinatario (al suo indirizzo)

Dichiarazioni non ricettizieànon dirette ad un destinatario preciso, effetti prodotti indipendentemente dalla conoscenza degli altri soggetti



Contratti formali: nel nostro sistema vige il principio di libertà della forma: la volontà di fare un contratto può essere manifestata in qualunque modo utile a farla comprendere. Regola abrogata x alcune tipologie di contratti: i c.d. contratti formali, x i quali è necessaria una forma specifica. La principale forma vincolata è la scrittura, che presenta diversi gradi di complessità:

·         Scrittura privata: la forma + elementare

·         Atto pubblico: forma + solenne che oltre alla scrittura richiede l'autenticazione del notaio o di un pubblico ufficiale

La rappresentanza

Ci sono casi in cui i contratti possono essere formati da persone diverse da quelle a cui poi fanno effettivamente capo gli effetti ( rappresentante e rappresentato). Le condizioni di buona/mala fede, conoscenza/ ignoranza sono riferite non ai rappresentati ma ai rappresentanti. E' necessario che il contratto non sia vietato al rappresentato (l'incapacità non può essere supplita).

·         Rappresentanza legale: la fonte è la legge che la imponeà no autonomia privata. Campo tipicoàincapaci di agire, a cui si avvicina la figura del fallito

·         Rappresentanza volontaria: domina l'autonomia dell'interessato, che decide di farsi rappresentare con un atto detto procura

·         Rappresentanza organica: propria delle organizzazioni che devono agire tramite i propri organi

 

Procura: atto unilaterale non ricettizio che x essere conferita ha bisogno della capacità di agire del rappresentato. La procura si divide in generale (tutti gli affari dell'interessato) e in speciale (1 o + affari). Se il rappresentante non agisce nell'interesse del rappresentatoàconflitto di interessi, se agisce in modo da favorire un terzo e questo terzo ne è a conoscenzaàcontratto annullabile, se non poteva sapereàcontratto valido x tutela dell'affidamento. Caso estremo del conflitto di interessiàcontratto con se stesso, di regola sempre annullabile tranne quando il rappresentato lo autorizza o quando il contratto esclude il conflitto di interessi.

Revoca e modificazioni: il rappresentato può ridurre o cancellare i poteri con onere di portare a conoscenza di terzi la decisione. Rappresentanza senza poteri: atti di regola annullabili (deroghe x cambiali e assicurazioni). Possibilità di ratifica del rappresentato  (atto unilaterale ricettizio), x evitare l'incertezza della ratifica il terzo e il preteso rappresentato possono sciogliere consensualmente il contratto oppure il terzo può assegnare un termine entro il quale il rappresentato deve decidere (alla scadenza la ratifica è negata)

Falso rappresentante: se la ratifica interviene il terzo non può lamentarsi, se no egli viene danneggiatoàpossibilità di risarcimento dal falso rappresentante secondo responsabilità precontrattuale (danno negativo). Presupposto della buona fede del terzo.  

Rappresentante apparente: il preteso rappresentato non può avvalersi dell'inefficacia del contratto da falso rappresentante quando questo è dotato di indici esteriori tali da creare l'impressione di possedere i poteri in questione, quando questo è imputabile al rappresentato, e quando l'errore del terzo è scusabile. Principio escluso quando sono presenti strumenti pubblicitari.

 

Elementi del contratto

·         Accordo

·         Causa

·         Oggetto

·         Forma

Causa: elemento essenziale del contratto poiché ogni spostamento deve essere giustificato, diversamente va ricostituito l'assetto precedente. La causa non deve necessariamente implicare uno scambio. Mancanza causaànullità. Astrazione della causa non accettata nel nostro ordinamento. Può accadere che la causa sia presente ma sia considerata illecita dalle norme.

Motivi: possono cambiare enormemente e solitamente non accomunano le parti ma le mettono su posizioni opposte. Regola della rilevanza della causa e irrilevanza dei motivi. Il motivo riguarda la sfera di interesse personale di chi lo ha. Deroghe al principio di irrilevanza dei motivi: motivo illecito comune e motivo erroneo nel testamento.

Requisiti:

·         Possibile

·         Lecito



·         Determinato/determinabile: non può essere formato da oggetto ch attribuisce alla parti un vantaggio indeterminabile. Contratto per relationem: il contratto fa riferimento a criteri o elementi esterni che permettono di determinare l'oggetto (arbitraggio del terzo: caso particolare di contratto x relationem in cui la decisione dell'oggetto tramite i criteri è affidata ad un terzo detto arbitratore.

Oggetto: insieme delle prestazioni contrattuali, il senso e valore giuridico possono variare da caso a caso. Sinonimo di contenuto del contratto.

Regolamento contrattuale

Insieme impegni ed effetti legali tramite cui il contratto regola gli interessi delle parti. Esprime sinteticamente l'intreccio di oggetto, causa ed effetti. Le fonti sono la volontà delle parti e fonti esterne che danno luogo all'integrazione. Prima di tutto la determinazione del regolamento contrattuale spetta alla volontà delle parti: libertà contrattuale che applica l'autonomia privata: le pari possono scegliere di:

·                 Fare o no un contratto

·                 Scegliere la controparte

·                 Scegliere il tipo o un contratto atipico: la legge riconosce numerosi tipi di contratto, corrispondenti alle operazioni più diffuse, vige comunque il principio di atipicità secondo cui le parti possono scegliere il tipo di contratto che preferiscono.

Contratto misto:si combinano prestazioni legali di diversi tipi, criterio assorbimento + criterio della combinazione.

Contratto collegato: esistenza di almeno 2 contratti le cui funzionalità congiunte sono indispensabili.

Determinazione volontaria: in prima istanza compito delle parti interessate che decidono innanzitutto gli elementi essenziali e attribuiscono un senso al contratto. Le clausole sono tutte le disposizioni e previsioni he possono riguardare elementi sia essenziali che non.

Interpretazione: operazione logica atta a determinare il senso in parti di dubbie.

Integrazione: il regolamento può essere integrato sia  dalla legge che dal giudice. In alcuni casi la legge favorisce le scelte dell'autonomia, in altri la impedisce (quando è disapprovato dall'interesse generale).

·                 Integrazione rispettosa dell'autonomiaàtramite norme dispositive che intervengono solo in caso di lacune. Sono anche dette derogabili poiché le parti possono liberamente disporre in modi contrastanti con esse. Lo stesso ruolo può essere supplito dagli usi (contrattuali e normativi)

·                 Integrazione antagonistaà realizzata tramite le norme imperative o inderogabili che intervengono anche se non è presente nessuna lacuna. Operano x sostituzione automatica.

·                 Integrazione giudizialeàpotere del giudice attribuitogli solo in certi casi. Il giudice non può modificare il regolamento a parte quando: penale eccessiva; o x supplire una lacuna riguardo a fissazione del termine o oggetto del contratto.

Restrizione libertà:

·                 Norme imperative

·                 Restrizioni su contratti atipici: in certi casi è richiesto un tipo preciso

·                 Restrizioni su fare o no il contratto: a volt negativo, a volte positivo

·                 Restrizioni su libertà di scelta del contraente

Tappe del regolamento:

1.              Accordo

2.              Clausole

3.              Interpretazioni

4.              Qualificazione

5.              Integrazione

 

 



Effetti e vincolo

Contratti di attribuzioneàspostamenti patrimoniali. Contratti di accertamentoàcategoria residuale senza spostamenti patrimoniali poiché non si modificano le situazioni esistenti ma si accertano soltanto.

Contratti con effetti obbligatorià solitamente si esauriscono in un debito/credito. Contratti con effetti realià costituiscono o trasferiscono un diritto reale o qualche diritto preesistente tra le parti

Liberazione dal vincolo:

·                 Contratto difettosoàrimedi

·                 Mutuo dissenso

·                 Recesso unilaterale

·                 Recesso legale

Relatività degli effetti: il contratto non può produrre effetti rispetto a terziàil vincolo specifico non può riguardarli ma possono lo stesso essere toccati nei loro interessi: il contratto non può:

·     Creare obbligazioni nei confronti di terzi

·     Il contratto con effetti obbligatori non può impedire ad un terzo di acquistare un diritto

·     Il contratto non può togliere un diritto

Patto di non alienare: in caso di acquisto di un terzo questo non può essere toccato

Contratto a favore di un terzo: le parti stabiliscono che il promittente sia obbligato verso il terzo beneficiario indicato dallo stipulante. Il beneficiario può rifiutare.

Cessione del contratto:  un soggetto cedente può cedere il contratto al cessionario che subentra al posto del cedente nel suo rapporto con il contraente ceduto.

Subcontratto: la parte del contratto fa un altro contratto con un'altra controparte il cui oggetto si identifica con quello del primo.

Effetti del contratto, interessi delle parti, autonomia privata

Strumenti che consentono alle parti di conformare il regolamento secondo i loro specifici interessiàulteriore spazio all'autonomia privata.

Condizione: clausola che subordina la produzione degli effetti al verificarsi di un evento futuro e incerto.

·     Sospensiva: blocca gli effetti del contratto in attesa che l'evento si verifichi

·     Risolutiva: consente gli effetti fino all'evento incerto che se si verificherà li farà cessare

·     Legale

·     Impossibile

·     Illecita

Pendenza dalla condizione: fase in cui, concluso il contrattoàstato incertezza sull'avverarsi della condizione.

 Termine: clausola che colloca gli effetti contrattuali nel tempo, a differenza della condizione è certo:

·                 Iniziale

·                 Finale

Contratto preliminare: le parti si obbligano a stipulare successivamente il contratto ( definitivo) sulla base di quello preliminare. Blocca l'accordo, solo obbligazione di concludereàeffetti solo obbligatori, non reali. Rimedi x inadempimento: sentenza costitutiva.

Contratto fiduciario: combina effetti reali e obbligatori: il fiduciante trasferisce al fiduciario un bene e il fiduciario si obbliga ad usarlo secondo le direttive del fiduciante.

Simulazione: strumento a cui si ricorre quando c'è interesse a creare una situazione giuridica apparente. Si divide in assoluta e relativa.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1747
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019