Caricare documenti e articoli online 
INFtub.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

NORMALIZZAZIONE

management




Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a WhatsApp - corso di

NORMALIZZAZIONE


Normalizzazione :effettuare delle modifiche alla rappresentazione E/R che rendono le informazioni compatibili con modello relazionale;infatti si eliminano attributi ripetuti, si spezzano gli attributi aggregati, si trasformano in relazioni binarie(1:N) tutte le associazioni N:M. Nel modello E/R si possono associare diversi tipi di attributi (semplici, ripetuti, aggregati) anche se sono ritenuti ammissibili sono gli attributi atomici(gestiti in un DB relazionale);

per normalizzare un attributo multi-valore o aggregato(in quanto non Ŕ possibile rappresentarlo nel modello E/R), e quindi farli diventare entitÓ, si pu˛ sdoppiare in due entitÓ: una con lo stesso nome e gli stessi attributi dell'originale e un'altra entitÓ con il solo attributo legato mediante un'associazione 1:N . si duplica l'attributo(se multivalore) o si decompone (se aggregato) in attributi indipendenti (senza entitÓ aggiuntive);

Per normalizzare le entitÓ Ŕ necessario eliminare le entitÓ deboli; si aggiunge un identificatore interno(contatore) oppure si ha la migrazione(che crea ridondanza)di attributi e chiavi(chiave composta se migra un attributo-chiave): per le associazioni N a M non binarie la migrazione si arresta in genere all'associazione; l'attributo migrato conserva l'obbligatorietÓ solo se lo era precedentemente e se l'associazione di migrazione Ŕ obbligatoria per l'entitÓ di arrivo. La normalizzazione implica spesso che i valori di una colonna devono essere gli stessi delle colonne di altre relazioni; tale vincolo Ŕ detto vincolo di integritÓ referenziale.




Rimozione di associazioni 1 : N il collegamento tra tabelle Ŕ dato dal vincolo di integritÓ referenziale(aggiunta dell'attributo di identificazione migrato)

Rimozione di associazioni 1:1 migra la chiave di una tabella come attributo(univoco che non ammette duplicati)

Normalizzazione di associazioni N:M si crea una nuova tabella legata alle 2entitÓ con gli attributi che sono le rispettive chiavi


Per rappresentare una generalizzazione mediante entitÓ e associazioni si hanno 3 divese possibili soluzioni :



accorpamento delle figlie nel padre : le entitÓ figlie vengono eliminate e le loro proprietÓ vengono aggiunte al padre; ad esso viene aggiunto un ulteriore attributo per distinguere il "tipo" di occorrenza, per capire a quale figlia apparteneva; tale scelta viene effettuata quando le operazioni non fanno molta distinzione tra padre e figlie. In questo caso anche se si ha uno spreco di memoria(presenza di valori nulli),la scelta ci assicura un numero minori di accessi rispetto alle altre possibilitÓ.

accorpamento del padre nelle figlie: l'entitÓ padre viene eliminata e , per la proprietÓ dell'ereditarietÓ, i suoi attributi,la sua chiave e le sue relazioni vengono aggiunti alle figlie; tale scelta Ŕ possibile solo se la generalizzazione Ŕ totale altrimenti le occorrenze delle figlie non sarebbero rappresentabili; ci˛ significa che Ŕ conveniente quando ci sono operazioni che si riferiscono solo alle singole figlie. In questo casi si ha un risparmio di memoria (assenza di valori nulli) e una riduzione degli accessi per mantenere la consistenza delle occorrenze rispetto ai vincoli introdotti.

sostituzione della generalizzazione con associazioni: la generalizzazione si trasforma in due associazioni 1:1 che legano il padre con le rispettive figlie; non ci sono trasferimenti di attributi o associazioni e quindi le entitÓ figlie sono identificate esternamente dall'entitÓ padre; questa scelta Ŕ conveniente quando la generalizzazione non Ŕ totale e ci sono operazioni che fanno distinzione tra padre e figlia; quindi si ha un risparmio di memoria (assenza di valori nulli) ma c'Ŕ un aumento degli accessi per mantenere la consistenza delle occorrenze rispetto ai vincoli introdotti.

Vi possono essere,infine, le generazioni su pi¨ livelli: in questi casi, si procede analizzando una generalizzazione alla volta a partire dal fondo dell'intera gerarchia.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1626
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2020