Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

GUERNICA - Questo quadro è stato dipinto da Picasso, pittore spagnolo nato nel 1881 a Malaga

arte


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Il gotico Internazionale - La pittura gotica, L'architettura gotica
Van Gogh, Vincent (Groot Zundert 1853 - Auvers-sur-Oise 1890)
Freud Porta sul Lettino il Mondo - Edvard Munch - Il Grido 1893
Il manierismo - L'ultima cena
Verso un nuovo conflitto - Le radici del conflitto, L'aggressività nazista e l'annessione dell'Austria
..MiCHeLaNGeLo. .-ToNDo DoNi:- VoLTa DeLLa CaPPeLLa SiSTiNa:- AFFReSCo DeLLa CaPPeLLa SiSTiNa:- La PieTà:- ToMBe MeDiCee:- DaViD
Partenone, Atene- Il tempio, eretto sull'Acropoli di Atene
Piero della Francesca- Rinascimentale fiorentina

                                       GUERNICA

Questo quadro è stato dipinto da Picasso, pittore spagnolo nato nel 1881 a Malaga e trasferitosi a 23 anni a Parigi dove da' una grande svolta alla vita culturale. Nella sua vita ha avuto numerose fasi di cambiamento pittorico:periodo blu (1901-04), periodo rosa (1905-06), studio dell'arte negroide e periodo cub 656b13g ista (1907-21) ed infine periodo cubista-surrealista (1921-31). Questo quadro, dipinto nel 1937 durante la guerra di Spagna, rappresenta la sua più alta espressione drammatica.

Durante quel periodo si stavano consolidando i regimi totalitari in Europa e in Spagna stava prendendo il potere il dittatore Franco. Italiani, tedeschi e truppe franchiste bombardano la città di Guernica e la radono al suolo solo per diffondere terrore tra i civili perciò Picasso rappresenta per mezzo di questo quadro il momento del bombardamento: le figure si affollano, si scontrano con gli animali, fuggono e lanciano grida di dolore.

Al centro del dipinto c'è il cavallo, che nella mitologia spagnola rappresenta il popolo, ferito a morte, si contorce e lancia urli terribili verso l'alto dove un lampadario che diffonde raggi di luce seghettata sembra alludere ad una specie di occhio di Dio che ha come pupilla la lampadina.

Sotto il cavallo sono disseminati brandelli umani tra cui una mano con i segni della vita spezzati.

Sul lato sinistro il toro, che simboleggia la brutalità, si torce e sovrasta la donna che piange il figlio morto che tiene in grembo.

In alto a destra da un edificio si sprigionano lingue di fuoco che sembrano affilati aculei.

Al centro la lampada a petrolio simboleggia la regressione della civiltà.

La rappresentazione spaziale è frantumata in diversi tagli prospettici slegati tra loro.

I volumi sono prima scomposti e ricomposti con un metodo cubista e poi ritagliati con il il segno tipico di Picasso.La complessa,quasi confusa, percezione dello spazio e delle forme  dà la sensazione che i fatti avvengano ovunque.

L'aspetto che più colpisce al primo sguardo è la mancanza di coloriinfatti sono stati usati solamente i bianchi, i neri ed i grigi ma subito da deformazione delle figuree la composizione agitata assorbono l'attenzione dell'osservatore e lo coinvolgono nel dramma.

Con una linea riesce a mettere in evidenza il torcersi, lo spezzarsi e il ripiegarsi delle figure, la deformazione delle proporzioni, gli andamenti spigolosie le reinvenzioni fantastiche.

Il dipinto si differenzia in zone di luce, di ombra e intermedie creando così un contrasto netto, senza chiaroscuri e morbidezze.

Le forme risultano schiacciate, ritagliate nello spazio in modo che le parti animali e umane si sovrappongano.

La scena è divisa in tre parti di cui quella centrale è circa doppia rispetto a quelle laterali, i corpi formano assi diagonali e formano intersezioni ad angolo acuto mentre alcune linee fingono da spazio prospettico lacerato.

Dall'anasi del quadro risulta chiaro che Picasso voglia rappresentare l'orrore della guerraperciò la scena è stata organizzata in modo da rappresentare un crescendo di dolore fino ad arrivare all'urlo di dolore del cavallo.

Le figure, dipinte in modo piatto senza rilievo, sono forme drammatiche e violente a tal punto che sembrano fantasmi che si dibattono disperatamente.

Ha usato il nero, il bianco e il grigio per trasmettere un senso di morte universale.

Grazie a questi fattori si può dedurre che Picasso oltre che l'orrore della guerra fa anche una pesante denuncia storico-plitica di come la popolazione finisce di fronte a una guerra.

 







Privacy

Articolo informazione


Hits: 3621
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019