Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

MODIFICAZIONI DEGLI ORGANI EXTRAGENITALI IN GRAVIDANZA

medicina


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

COLONNA VERTEBRALE (RACHIDE)
Principi di Farmacologia Generale
Tessuti epiteliali - Morfologia, Derivazioni degli epiteli, Epiteli semplici
FUNZIONI DEL SANGUE
NEUROFISIOLOGIA GENERALE - MECCANISMI DI TRASPORTO DA E VERSO LA CELLULA
LE LESIONI LEGAMENTOSE DELLA CAVIGLIA - COMPARTO MEDIALE, DIAGNOSI, TRATTAMENTO
L'apparato esocrino ed endocrino
ARTO SUPERIORE
Contro il mal di schiena
MECCANISMI DI SVILUPPO - OSSIFICAZIONE INTRAMEMBRANOSA

MODIFICAZIONI DEGLI ORGANI EXTRAGENITALI IN GRAVIDANZA

·        PESO                                   Þ  In media c'è un aumento di circa 12 kg, dovuto in parte a ritenzione idrica e aumento dei tessuti adiposi, in parte al feto ed annessi (4,5-5 kg).

·        SANGUE                             Þ  Il volume aumenta da 1200 a 1900 ml circa, di cui 100 848d31i 0-1500 ml di plasma (normale 2500-2700 ml) e 400 ml di eritrociti (normale 1400 ml).



·        COAGULAZIONE              Þ  Non si modifica anche se aumentano fibrinogeno e protrombina.

·        APPARATO

      CARDIOVASCOLARE      Þ  Non subisce notevoli modificazioni; l'unica significativa è una lieve diminuzione della P.A. (in media 110/70).

·        APPARATO

RESPIRATORIO                Þ  Aumenta la ventilazione polmonare con un maggior consumo di ossigeno (15%)

·        RENI                                    Þ  Subiscono una serie di modificazioni strutturali e funzionali:

Ø    Dilatazione ureterale gravidica per compressione meccanica (raramente si può avere idronefrosi);

Ø    Aumenta il flusso plasmatico renale già dalle prime settimane;

Ø    Aumenta il filtrato glomerulare;

Ø    Aumenta l'eliminazione urinaria di molte sostanze, come glucosio, aminoacidi, vitamine, farmaci.

·        APPARATO

      DIGERENTE                      Þ   Variazioni dell'appetito, senso di sete e desiderio di alcuni cibi particolari o addirittura di cose strane (voglie), tipo carbone, sapone, dentifricio, ecc.. Diminuiscono la secrezione, il tono e la motilità gastrica che forse in parte spiegano la nausea gravidica. Pertanto difficoltà e rallentamento della digestione. Anche il tono e la motilità dell'intestino (soprattutto il colon) diminuiscono, per cui spesso si ha stipsi.

·        SISTEMA NERVOSO       Þ   - 1° trimestre:  ·   labilità emozionale nei riguardi soprattutto del marito e della madre. Le voglie gravidiche possono essere interpretate come una prova dell'amore del marito.

 ·   ambivalenza affettiva nei riguardi del prodotto del concepimento (amore e rifiuto). Conseguenza positiva di ciò può essere il fatto che un eventuale aborto non si traduca in un trauma psichico.

                                                               - 2° trimestre:  ·   stabilità emotiva; l'atteggiamento positivo si traduce nella voglia di prepararsi all'evento parto e nascita, per esempio preparando il corredo per il neonato.

                                                               - 3° trimestre:  ·   apatia, svogliatezza, affaticamento mentale, si affida molto al marito.




 ·   ansietà soprattutto verso il parto.

·        SISTEMA

      ENDOCRINO                     Þ   La gravidanza e l'allattamento provocano notevoli modificazioni soprattutto su tiroide, surreni, ipofisi e paratiroidi.

·        Tiroide:        aumento del metabolismo basale per maggior richiesta e consumo di ossigeno del feto, utero e placenta; non c'è ipertiroidismo. L'HCG esercita nei confronti della tiroide un effetto TSH simile senza ipertiroidismo.

·        Surreni:        non è sicura una iperfunzione delle ghiandole surrenaliche, però si verifica l'aumento di vari ormoni surrenalici (cortisolo, corticosterone, aldosterone, angiotensina II e renina), che spiega alcuni fenomeni gravidici (strie cutanee, edema,ecc.).

·        Ipofisi:          aumenta di volume e aumenta la produzione della prolattina.

·        Paratiroidi:   aumentano gli ormoni paratiroidei per favorire un maggior assorbimento del calcio nella dieta materna (per la crescita fetale).

 

·    APPARATO MUSCOLO-

            SCHELETRICO                  Þ  ·    Pavimento pelvico:  viene imbibito di liquido interstiziale come tutta la pelvi. I muscoli elevatori dell'ano si ipertrofizzano, diventano meno rigidi e più distensibili, importante per la preparazione del parto.

·        Cingolo pelvico:       i tessuti delle giunture pelviche si imbibiscono di liquido con rilasciamento delle giunture pubica, sacro-coccigea e sacro-iliaca. Però l'allargamento e la mobilizzazione sono lievi, che non hanno importanza sul travaglio di parto.

·        Parete addominale:  man mano che la gravidanza progredisce, le pareti addominali si rilassano e diventano più sottili specialmente attorno all'ombelico. La pelle è sottile, argentea, bianco-perlacea, e ha delle larghe striature violette definite strie gravidiche. Queste strie si localizzano anche a livello delle natiche, cosce e spesso anche mammelle. È probabile che tali strie riconoscano diverse cause, come la  sovraestensione della cute, fattori ormonali.

·        Ossa:                        la colonna vertebrale viene raddrizzata, poiché l'utero che sporge in avanti modifica la linea di assetto della figura femminile; per cui la gravida spinge all'indietro le spalle, e raddrizza il collo e la testa, quindi la piccola curvatura del dorso risulta esagerata e la pelvi risulta ruotata leggermente sui femori. Queste modificazioni fanno assumere alla gravida un atteggiamento "a petto in fuori" e l'andatura diventa ondulante per l'instabilità pelvica dovuta all'aumentata sofficità delle giunture pelviche. Queste modificazioni del portamento richiedono un grande sforzo da parte della gravida per mantenere una posizione eretta. Queste modifiche non sono abituali nella dinamica del corpo e poiché comportano un insolito sostegno su determinati muscoli del corpo, spesso provocano dolori lombari di diversa entità. In caso di addome pendulo o gravidanze gemellari le modificazioni della postura risultano ancora più accentuate (v. figura).

 

 

 

 

 

 

 

MODIFICAZIONI DELL'APPARATO GENITALE MATERNO IN GRAVIDANZA

·        VAGINA E PERINEO:    si presentano edematosi, iperemici, a volte sono presenti varici, soprattutto a livello perianale e anale (emorroidi).

·        UTERO:                            aumenta notevolmente di volume e peso sotto lo stimolo di estrogeni e progesterone. Si forma il segmento uterino inferiore (S.U.I.) a partire dall'istmo. Dopo la 12° settimana l'utero dal piccolo bacino si disloca verso l'alto.

·        OVAIE E TUBE:              seguono l'innalzamento dell'utero; le funzioni (ovulazione) si arrestano.

·        MAMMELLE:                  aumentano di volume a partire dalle prime settimane e incomincia anche la secrezione di una scarsa quantità di liquido simile al latte (colostro) che permane fino al 3° giorno dopo il parto; l'areola mammaria s'ingrandisce, s'inscurisce e presenta piccole rilevatezze (tubercoli di Montgomery) riferibili a ghiandole sebacee ipertrofiche.  

 







Privacy

Articolo informazione


Hits: 2909
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019