Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

LESIONI LEGAMENTOSE DELL'ARTICOLAZIONE ACROMION - CLAVEARE

medicina


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

Gli Esami del Sangue - AZOTEMIA
FARMACI MUSCARINICI - Sinergismi e Antagonismi
Principi di Farmacologia Generale
SENSIBILIT└ SOMATICA E DOLORE - STRUTTURE SENSORIALI
APPARATO GENITALE MASCHILE - Testicoli, Vie Spermatiche, Ghiandole annesse alle vie spermatiche, Genitali esterni
Quarta lezione. BPCO
LESIONI LEGAMENTOSE DELL'ARTICOLAZIONE ACROMION - CLAVEARE

LESIONI LEGAMENTOSE DELL'ARTICOLAZIONE ACROMION - CLAVEARE

La lesione dei legamenti dell'articolazione acromion-claveare Ŕ pi¨ freqente nei giovani adulti atletici.
Il meccanismo traumatico pi¨ frequente Ŕ la caduta sul moncone della spalla. La lesione va da una lussazione minima ad una rottura completa e pu˛ presentarsi sotto formaa di sublussazione o lussazione franca.
Nella sublussazione la rottura interessa in modo parziale o completo solo la capsula ed il legamento aacromion-claveare risparmiando i legamenti conoide e trapezoide.
Nella lussazione lo spostamento delle superfici articolari Ŕ notevole per una completa lacerazione dei legamento acromion-claveare e dei legamenti conoide e trapeziode sp 333b17d esso accompagnata da lacerazione del menisco fibrocartilagineo.
Gli spostamenti sono tipici: l'estremitÓ laterale della clavicola si porta in alto sporgendo in vario modo dal sotto cute. A seconda dell'intensitÓ delle forze in azione pu˛ risultare una di queste tre lesioni:
- stiramento: sono stirate o lacerate pochefibre dei legamenti acromio-claveari; l'articolazione rimane stabile
- sublussazione: rottura della capsula e dei legamenti acromio-clavicolari; l'articolazione appare instabile con lassitÓ
- lussazione: rottura dei legamenti coracoclavicolari, della capsula e dei legamenti acromioclavicolari.

Segni clinici
- presenza di un gradino tra la faccia superiore dell'acromion e la faccetta articolare della clavicola
- presenza del segno del " tasto del pianoforte": alla pressione digitale l'estremitÓ lussata della clavicola si mobilizza per ritornare in posizione iniziale non appena cessa la pressione.
- dolore locale
- Al controllo radiografico si nota la perdita della congruenza articolare.

Trattamento
Nelle sublussazioni Ŕ sufficente il trattamento conservativo tramite bendaggio tipo Desault per 3 settimane.
Nelle lussazioni franche in soggetti ancora giovani ed in etÓ lavorativa si preferisce l'intervento chirurgico di riduzione e stabilizzazione dell'articolazione acromion-claveare con metodiche diverse a seconda dell'esperienza peronale del curante (fili di Kirschner, sindesmopessi coraco-claveare etc.).
La restitutio ad integrum in genere Ŕ facilmente ottenibile.




LESIONI LEGAMENTOSE DELL'ARTICOLAZIONE METACARPO - FALANGEA

La pi¨ frequente Ŕ senza dubbio la rottura del legamento ulnare collaterale del I° raggio.
Questa lesione Ŕ causata da una abduzione forzata del pollice o dalla sua iperestensione e, se non riconosciuta, provoca una progressiva lussazione della articolazione metacarpo-falangea (MCF) con compromissione del meccanismo della pinza (pollice-indice) ed instabilitÓ alla prensione.
Tale lesione si pu˛ presentare come semplice o completa a seconda della presenza o meno della interposizione di parti molli.
L'esame clinico deve essere accompagnato da un accertamento radiografico di conferma.

Trattamento Nelle lussazioni semplici il trattamento scelto Ŕ la riduzione incruenta: la manovra riduttiva prevede l'iperestensione della falange lussata , e spingendo sulla faccia dorsale della falange, si flette. Dopo controllo radiografico post-riduttivo e clinico della tenuta della riduzione si immobilizza in un gesso antibrachio-metacarpale per corca 10 giorni.
Se la riduzione incruenta fallisce o nel caso delle lussazioni complesse si interviene chirurgicamente.
Nel caso di lesione parziale del legamento collaterale ulnare si immobilizza in lieve flessione il I° dito per almeno 4 settimane per rilasciare il legamento collaterale , se invece abbiamo una lesione totale del legamento collaterale ulnare accompagnata clinicamente da notevole instabilitÓ, si opta per il trattamento chirurgico.


LESIONE DEL LEGAMENTO TIBIO - PERONEALE DISTALE

Raramente isolata, Ŕ generalmente prodotta da una rotazione esterna della caviglia supinata. Con una certa frequenza Ŕ associata ad una frattura del collo del piede.
La parte anteriore del corpo dell'astragalo allontana il perone dalla tibia soprattutto in extrarotazione.
I segni clinici sono generalmente modesti non presentando segni di sublussazione laterale, il movimento attivo e passivo della caviglia non esacerba la sintomatologia dolorosa tranne che in dorsiflessione esterna. La digitopressione dell'articolazione tibio-peroneale distale provoca dolore.
L'esame Rxgrafico standard pu˛ apparire per lo pi¨ negativo.
Se associata ad altre lesioni del comparto laterale della caviglia la sintomatologia dolorosa appare pi¨ evidente, ed il quadro radiografico presenta una diastasi del mortaio tibio-astragalico.
Regola fondamentale per un corretto trattamento Ŕ il ripristino completo della pinza tibio-peroneale ottenibile attraverso una sintesi con una vite obliqua o un filo di Kirschner.





LESIONE DEL LEGAMENTO TRASVERSO DELL'ATLANTE

Il legamento trasverso dell'atlante Ŕ teso in alto tra i due tubercoli ossei adiacenti alle faccette articolari dei condili dell'osso occipitale ed in basso tra i processi articolari che si uniscono all'epistrofeo.
Il dente dell'epistrofeo si articola con l'arco anteriore in avanti e con il legamento trasverso posteriormente. Questo legamento pu˛ lacerarsi nelle gravi lesioni avvenute in flessione improvvisa del rachide cervicale o rompersi a causa di eventi pi¨ o meno traumatici nei paazienti affetti da affezione infiammatorie croniche(artrite reumatoide).
In cso di rottura traumatica del legamento trasverso dell'atlante Ŕ possibile avere un interessamento compressivo del midollo spinale nell'area compresa tra l''arco posteriore dell'atlante ed il processo odontoideo. Tale lesione pu˛ essere sospettata in base all'anamnesi, al dolore locale in regione cervicale e nucale ed alla presenza di una spiccata contrattura della muscolatura cervicale.
Il quadro radiografico presenta in proiezione laterale un allargamento dello spazio tra la faccia posteriore dell'arco anteriore e l'odontoide che normalmente non supera i 4mm.
Il trattamento Ŕ sempre chirurgico(artrodesi C1-C2 o tra occipite e C1) preceduto o meno da un periodo di trazione cranica.


Bibliografia

Fratture e lussazioni
De Palma
Verducci Editore 1982


Trattamento pratico delle fratture
Ronald Mc Rae
Documentazione Scientifica Rorer


Traumatologia
Scapinelli
Cedam, Padova 1984


Manuale dell'osteosintesi
Muller, Allgower, Schneider, Willenegger
Piccin Editore 1993







Privacy

Articolo informazione


Hits: 6679
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019