Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Versione 27 pagina 63 (Tradurre Latino, Versioni per il triennio ; Gabriella De Blasio)

latino


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

De Bello Gallico 1-8, pag.399 da Cesare
FILIPPO DIVENTA RE DEI MACEDONI
Cicerone - 'Da una lettera di Cicerone allo schiavo Tirone'
COME SI PUNIVANO I PARRICIDI A ROMA (Cicerone)
CORNELIO TACITO - DE VITA IULII AGRICOLA LIBER
Seneca - De Providentia
LA REDAZIONE DI UN'OPERA LATINA
FUNZIONE PARTICIPIO
PRONOMI
Filemone e Bauci

Versione 27 pagina 63 (Tradurre Latino, Versioni per il triennio ; Gabriella De Blasio)

-         Esilio di Cicerone

Nel medesimo periodo, P. Clodio, di origine accorto, audace 858e48i e che non conosceva modo di parlare nè di fare se non quello che voleva, esecutore ferocissimo di cattivi propositi, infamato anche dallo stupro della sorella e colpevole dell'atto incestuoso a causa dell'adulterio entrato tra i precetti molto vulnerabili del popolo romano, manifestando un'insopportabile ostilità verso Cicerone ed essendo passato dai senatori alla plebe, propose una legge in tribunato, che avesse tolto di mezzo un cittadino romano innocente, che fosse esiliato, anche se Cicerone non veniva nominato con le sue parole, tuttavia solo lui venne attaccato. Così un uomo che si era comportato ottimamente  verso lo stato ricevette la calamità dell'esilio come premio della patria salvata. Cesare e Pompeo non furono fuori dal sospetto di Cicerone oppresso. E a Cicerone sembrava di essere occupato, poichè non aveva voluto essere tra i venti uomini per la divisione dell'agro campano. Allo stesso modo nel corso di due anni, il medesimo grazie all'interessamento tardo di Pompeo che, malgrado quando iniziò fosse interessato ai desideri dell'Italia e alle decisioni del Senato, gli fu restituita la dignità e la patria grazie al coraggio e all'azione di Milone, tribuno della plebe. E nemmeno dopo l'esilio dei Numidi o il (suo) ritorno nessuno fu espulso con più malevolenza o fu accolto con più gioia: casa sua era stata distrutta da Clodio in modo tanto ostile quanto (gli) fu restituita dal Senato con magnificenza.

-Velleio Patercolo







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1572
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019