Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

Egitto - ECONOMIA, TRASPORTI, DATI GENERALI

geografia


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di


ALTRI DOCUMENTI

INDIA - TERRITORIO, L UOMO E L AMBIENTE
LE LEGGI IN EUROPA - LA BOSSI-FINI PUNTO PER PUNTO
L'AMERICA MERIDIONALE FISICA - Morfologia
POSIZIONE GEOGRAFICA
CINA - DATI GENERALI: Superficie, Popolazione , Densità, Lingua, Religione, Moneta
LA CARTOGRAFIA
LA SCOPERTA DELL'AMERICA
Cenni di stratigrafia
CANADA: LO STATO
Ricerca India - Il pregiudizio della caste

Egitto

DATI GENERALI

L'Egitto confina a nord con il Mar Mediterraneo, a sud con il Sudan,

ad est con l'Israele e il Mar Rossoe a ovest con la Libia. Dal 1955

l'Egitto è una repubblica democratica presidenziale. Il capo dello stato,

eletto con suffragio universale e diretto, dura in carica 6 anni. La

lingua ufficiale è l'arabo anche se nel commmercio vengono usati il

francese e l'inglese. Il 93 % della popolazione è musulmana di riti



diversi, l'islamismo è la religione dello Stato mentre il 5,8 % della po-

polazione professa il cristianesimo. La moneta ufficiale è la lira egizia-

na che vale circa 456,5 lire. Sul piano internazionale l'Egitto è membro

della lega Araba dal 1945, dell'ONU e dell'OUA dal 1963.

Lo stato ha una superficie di 1.001.449 km2.

TERRITORIO

Il territorio è prevalentemente desertico; l'Egitto si distingue in

tre aree desertiche: la fertile zona del Delta, la valle del Nilo e le regio-

ni desertiche. Tradizionalmente chiamate Alto, Medio e Basso Egitto.

Il monte più elevato è il monte Katrina alto 2642m mentre lungo il

Nilo e ad set si estendono varie colline e rilievi. La valle del Nilo

è il territorio abitato e coltivato e comprende la Nubia, l'alto Egitto

e il basso Egitto fino al mare. Il Delta è una delle regioni più fertili

 del mondo; la pianura principale è una depressione chiamata Qattara.

Le coste sono poco frastagliate tranne nel Golfo di Suez che sono

molto frastagliate. L'Egitto non ha corsi d'acqua perenni all'infuori

del Nilo, che scorre per oltre 1500 km. La sua grande caratteristica

sono le piene periodiche, causate dalle piogge primaverili ed estive

dell'Etiopia. Le piene sono regolari ma talvolta si hanno anni eccezio-

nali di crescita eccessiva o manchevole per cui lungo il fiume sono

sparsi dei nilometri; il Nilo sfocia nel Mar Mediterraneo.

I laghi più importanti sono di acque salmastre e sono: Mariut,

Edku, Borolos, Menzaleh e Qarun ricco di pesci. L'Egitto  ha

 tre deserti: il deserto libico, il deserto arabico e la penisola

del Sinai. Il deserto libico si estende ad ovest del Nilo e ha molte

depressioni poste a diversa profondità; ad ovest il deserto è

sabbioso mentre ad est è roccioso, la sua parte meridionale è 

povera di acqua. Il deserto arabico si estende tra il Nilo e il

Mar Rosso ed ha una serie di rilievi montuosi che corrono a breve

distanza dalla costa del Mar Rosso. Questa costa caldissima è

caratterizzata da costruzioni coralline mentre nella parte occidentale

cisono molte vallate. La penisola del Sinai, tra i golfi di Suez ed

Aqaba, comprende due grandi fossati tettonici che le danno una

 forma triangolare. Tutta la parte meridionale è un massiccio

 cristallino, inciso da corsi d'acqua. Il clima dell'Egitto ha caratteri

desertici, mitigati solo sulla costa mediterranea anche se

complessivamente è caldo-secco. Da aprile ad ottobre non piove mai

in tutto il Paese, sulla costa mediterranea cadono d'inverno 150mm

di pioggia; il mese più caldo è agosto. Molto temuto è il Khamsin,

un vento desertico che soffia con estrema violenza da sud-ovest

ed ha effetti disastrosi perchè alza nubi di sabbie che penetrano

ovunque. Il paesaggio naturale vegetale è dappertutto scomparso

dall'Egitto dove si lavora la terra da millenni e dove prevale il deserto.

Gli alberi sono rari ad eccezione della palma da dattero che è molto

coltivata.

POPOLAZIONE E CITTA'

L'Egitto ha una popolazione di 62.900.000 abitanti ed è al secondo

posto per numero di abitanti nell'Africa (è inferiore solo alla Nigeria).

Hauna densità di 62 ab/km2. La capitale dell'Egitto è IL CAIRO

con 6.068.690 abitanti; le altre città più importanti sono Alessandria

con 1.801.000 ab., Port Said con 290.000 ab., Suez con 270.000 ab.,

Ismailia con 290.000 ab. e El Giza con 260.000 ab.

ECONOMIA

La popolazione è prevalentemente addetta all'agricoltura

(ben il 60 % della pop.). L'agricoltura ha una rilevantissima impor-

tanza ed è condizionata dall'irrigazione ottenuta mediante sbarramenti;

permette 2 o 3 raccolti l'anno e negli ultimi anni ha avuto un notevole

incremento. I prodotti principali agricoli sono: cotone grezzo, mais,

miglio, canna da zucchero e riso. L'allevamento è inadeguato alle

necessità del paese. La scarsezza di capi di bestiame è causata da vari

fattori come l'insufficienza di foraggi, l'assenza di accorgimenti igienici

e sanitari. Si allevano principalmente bovini, ovini, caprini, asini, cavalli

e cammelli. La pesca non è molto imporante, si pesca principalmente

spugne, coralli e madre perle; i porti principali sono quello di Suez,

di Port Said e di Alessandria. La produzione di risorse minerarie

riguarda i fosfati, il petrolio, il ferro, il manganese, l'oro e il piombo.

I combustibili fossili mancano ma l'estrazione di petrolio ha avuto

un forte sviluppo.




L'industria è nata da pochi decenni ed è favorita dalla presenza di

alcune colture industriali pregiate, l'abbondanza di manodopera

e i salari non elevati. Oggi operano le industrie alimentari, elettriche,

metallurgiche, meccaniche, per l'edilizia e si sono ampliate le

raffinerie di petrolio. La produzione elettrica non è rilevante anche

se negli ultimi si sta costruendo una centrale ad Assuan. Il turismo è

un'attività molto importante per l'Egitto grazie alle famosissime

piramidi e i deserti che attirano numerosi turisti. I centri più importanti

sono Il Cairo, El Giza (famosa per le piramidi), Alessandria (dove

c'è la prima università del mondo) e El Minya. L'Egitto esporta

prevalentemente il cotone e i suoi derivati (l'80 % delle esportazioni),

riso, vegetali, fosfati, pelli e uova mentre importa fertilizzanti, cereali,

seta, tabacco, zucchero, thè e carta. Esporta con l'Italia, l'Ex Urss e

la Francia mentre importa maggiormente dall'Usa, dalla Germania e

dalla Francia. L'Egitto è poco industrializzato anche se è in via di

sviluppo. Il reddito medio pro-capite è di 68 lire egiziane.

TRASPORTI

Le strade raggiungono i 16.000 km mentre quelle desertiche sono

5.000. I principali aeroporti sono Il Cairo, Alessandria e Porto Said

mentre i principali porti mercantili sono Alessandria e Suez affacciati

successivamente sul Mar Mediterraneo e sul Mar Rosso.

 

CONDIZIONI DI VITA E CONFLITTUALITA'

La mortalità infantile è del  10 % , l'alfabetizzazione è del 48 %.

                                  

CENNI STORICI

Con il tempo le dinastie dell'Egitto lasciarono il posto a conquistatori

stranieri, incluso Alessandro Magno nel IV sec. a.C. La chiesa

cristiana copta prese il sopravvento tra il IV e il VI sec. d.C., ma nel

VII sec. gli arabi conquistarono il territorio e fecero dell'islamismo

la religione principale. Nel 1517 i Turchi Ottomani inglobarono l'Egitto

nel loro impero; con il completamento del canale di Suez nel 1869

aumentarono gli interessi stranieri in Egitto. Nel 1875 il controllo del

Canale passò alla Gran Bretagna e la ribellione contro le ingerenze

straniere finì con l'occupazione britannica nel 1882. Il paese divenne

una monarchia indipendente nel 1922, ma la presenza britannica

rimase; nel 1945 l'Egitto e altri sei stati fondarono la Lega Araba.

La nascita d'Israele nel 1948 diede inizio ad un periodo di ostilità

arabo-israeliane che portarono a numerosi interventi dell'Egitto. I

rovesci militari subiti e la continua occupazione britannica del

Canale di Suez portarono alla caduta della monarchia e la procla-

mazione della repubblica nel 1953. Nel 1977 il presidente egiziano

e il primo ministro israeliano firmarono un trattato di pace che pose

fine ai conflitti tra Egitto e Israele e di conseguenza di ciò venne

espulso dalla Lega Araba nel 1989.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1072
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2018