Caricare documenti e articoli online  
INFtube.com è un sito progettato per cercare i documenti in vari tipi di file e il caricamento di articoli online.
Meneame
 
Non ricordi la password?  ››  Iscriviti gratis
 

UNIT┴ IV - IL PROCESSO

diritto


Inviare l'articolo a Facebook Inviala documento ad un amico Appunto e analisi gratis - tweeter Scheda libro l'a yahoo - corso di



ALTRI DOCUMENTI

LE RELAZIONI GIURIDICHE TRA GERMANIA E ITALIA NELLA SECONDA META' DEL XX SECOLO: IL DIRITTO PUBBLICO
RUPA, DOCUMENTI INFORMATICI E PROTOCOLLI INFORMATIZZATI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
UNIONE EUROPEA - LE ISTITUZIONI COMUNITARIE
MODIFICAZIONE DEI RAPPORTI TRA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E CITTADINI: ENTRATA IN VIGORE DELLA L. 241/90.
TOTALITARISMO - Narrativa
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Il comodato
-Il contratto- FUNZIONE ECONOMICA DEL CONTRATTO
Cosa fare per adottare un minore

UNIT┴ IV

IL PROCESSO

La funzione giurisdizionale si suole distinguere in giurisdizione civile, penale ed amministrativa.

La giurisdizione civile ha come oggetto le controversie che sorgono tra i privati cittadini, quando uno di questi lamenti la lesione di un proprio diritto causato dal comportamento di un altro soggetto.

Il processo civile a differenza di quello penale, si instaura solo a seguito della domanda dell'interessato chiamato attore, (principio dell'iniziativa di parte), il quale deve portare a conoscenza del giudice i fatti che giustificano la propr 939h79j ia richiesta di tutela.

Il giudice, dal canto suo, si pronuncerÓ solo se la controparte, detta convenuto sia stata regolarmente citata (principio del contradditorio) e dovrÓ attenersi esclusivamente all'oggetto della domanda formulata (principio della corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato).



La domanda che tipicamente viene rivolta al giudice Ŕ quella che riguarda la certezza o meno di un diritto e sull'eventuale violazione di tale diritto.

Questo compito viene realizzato mediante un giudizio di cognizione, con il quale il giudice innanzitutto verifica se i fatti proposti dalle parti si sono realizzati concretamente;quindi cerca di individuare concretamente se e quale norma astratta e generale sia applicabile al caso concreto, oggetto del giudizio; enuncia la regola, affermando l'esistenza o meno di un diritto e la sua conseguente lesione; pronuncia i provvedimenti richiesti.

Una volta accertata l'esistenza del diritto e la sua esatta estensione, se il debitore non adempie spontaneamente, il creditore deve potersi rivolgere al giudice per ottenere la soddisfazione che merita: questa Ŕ l'esecuzione forzata.

Per precedere all'esecuzione forzata occorre un titolo esecutivo, vale a dire un documento con cui viene accertato un diritto di credito che deve risultare certo, liquido (determinato nel suo ammontare) ed esigibile (pu˛ essere chiesto l'immediato soddisfacimento).

Il titolo esecutivo pu˛ essere giudiziale (sentenza) o stragiudiziale(es. la cambiale).

Il procedimento penale Ŕ l'insieme degli atti e delle attivitÓ che vengono espletate davanti a un magistrato (giudice penale) e che mirano all'accertamento di un fatto costituente un reato e al conseguente giudizio del suo autore.

Vengono considerati reati quei fatti, commessi dall'uomo, che, recando pregiudizio a un bene giuridico tutelato dall'ordinamento, vengono puniti con una sanzione penale.

Il diritto penale Ŕ retto dai seguenti principi fondamentali:

- principio di legalitÓ esprime il divieto di punire qualsiasi fatto che, al momento in cui Ŕ commesso, non sia espressamente previsto dalla legge (riserva di legge) come reato e di applicare pene o misure di sicurezza che non siano dalla legge espressamente previste (art. 25 cost). Di conseguenza i reati sono solo quelli espressamente indicati dalla legge e conseguentemente costituiscono un numero chiuso;

- principio di irretroattiva, ci˛ comporta la inapplicabilitÓ della legge penale a fatti commessi prima della sua entrata in vigore;

- principio di materialitÓ - pu˛ essere reato solo il comportamento umano che si realizza nel mondo esteriore (nessuno pu˛ essere punito per la semplice intenzione delittuosa);

- principio di offensivitÓ - il reato deve sostanziarsi nell'offesa di un bene giuridico, che pu˛ consistere tanto in una lesione quanto in una messa in pericolo del bene protetto.

- principio di personalitÓ della responsabilitÓ penale (art. 27, 1c. cost. secondo cui la responsabilitÓ penale Ŕ personale). Con tale principio viene stabilito che nel diritto penale, a differenza di quello civile, nessuno pu˛ essere chiamato a rispondere per fatti altrui, ma esclusivamente per i fatti a lui riferibili psicologicamente a titolo di dolo o di colpa o preteintenzione.

- principio della territorialitÓ secondo il quale la legge penale obbliga tutti coloro (cittadini e stranieri) che si trovano sul territorio italiano.




Il reato Ŕ la condotta dell'uomo che pu˛ consistere in un fare (azione) o in un non fare (omissione) che causa un evento, ossia una lesione di un bene tutelato dal nostro ordinamento.

E' punibile solo colui che ha la capacitÓ di intendere e di volere (art. 85 c. p.).

Le forme di colpevolezza sono:

-         il dolo, caratterizzato dalla volontÓ o intenzione dell'agente;

-         la colpa, caratterizzata dalla non volontÓ dell'evento realizzato, ma questo Ŕ la conseguenza del suo comportamento negligente (poco attento), imprudente o caratterizzato da imperizia o derivante dall'inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline;

-         la preterintenzione, quando l'evento che si verifica Ŕ pi¨ grave di quello voluto dall'agente (ad es., il soggetto voleva percuotere una persona, ma ne causa la morte).

I reati si distinguono a seconda della diversa specie delle pene applicate(art. 39 c.p.) in delitti e contravvenzioni.

La sanzione che viene irrogata a colui il quale viola un comando di legge e che consiste nella limitazione dei diritti del soggetto colpevole, prende il nome di pena.

Per i delitti, le pene stabilite sono l'ergastolo, la reclusione e la multa, per le contravvenzioni sono l'arresto e l'ammenda.

In generale, il procedimento penale, a seconda del fine che persegue, pu˛ dirsi:

-         inquisitorio, che ha come fine la difesa della societÓ dalla criminalitÓ, esalta il ruolo dell'accusa (pm);

-         accusatorio, che si caratterizza per la posizione di paritÓ tra accusa e difesa.

Il sistema adottato dal codice di procedura penale vigente Ŕ di tipo accusatorio.







Privacy

Articolo informazione


Hits: 1384
Apprezzato: scheda appunto

Commentare questo articolo:

Non sei registrato
Devi essere registrato per commentare

ISCRIVITI

E 'stato utile?



Copiare il codice

nella pagina web del tuo sito.


Copyright InfTub.com 2019